Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diritto

Manuale di diritto minorile

Alfredo Carlo Moro

editore: ZANICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 704

Il "Manuale di diritto minorile" giunge alla sesta edizione. Il tessuto originario e originale dell'opera non è mutato: essa si presenta come un lavoro organico, che compone in una visione unitaria le molteplici, disperse e non sempre coerenti normative (in materia civile, penale, processuale, amministrativa, internazionale e comunitaria), che in tempi diversi sono state emanate per attuare i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza; approfondisce l'interpretazione della legislazione vigente attraverso un ampio ricorso alla giurisprudenza e alla dottrina; cerca di individuare le ragioni delle scelte legislative, i punti di forza e i punti deboli, nella prospettiva di offrire risposte sempre più adeguate alle esigenze della condizione minorile. Nel Manuale si cerca di ricostruire un sistema del diritto minorile, fatto di norme che riconoscono e disciplinano diritti e doveri, che predispongono strumenti e prevedono interventi a livello amministrativo, che forniscono tutela penale nei confronti delle molte violenze che possono abbattersi sul minore, e che, infine, si preoccupano del suo recupero sociale, quando è il minore a porre in essere comportamenti penalmente rilevanti, o devianti. Le guerre e i conflitti di vario genere, le crisi economiche e sociali fanno del mondo in cui oggi i bambini e i ragazzi sono destinati a vivere un luogo certamente non amichevole, e hanno reso sempre più complesso il compito di coloro che si occupano della loro vita e del loro benessere. Il Manuale vorrebbe rappresentare un piccolo contributo per la preparazione e per l'informazione degli operatori del diritto e degli operatori sociali che vogliono impegnarsi nel campo minorile.
62,50

Codice di prevenzione incendi commentato. D.M. 3 agosto 2015. Norme tecniche di prevenzione incendi con esempi applicativi

editore: EPC

anno edizione: 2018

pagine: 162

Il D.M. 03/08/2015 meglio conosciuto come il "Nuovo Codice di Prevenzione Incendi" rappresenta un passaggio importante nel modo di fare la prevenzione incendi in Italia. Si passa dai metodi prescrittivi a metodi prestazionali in cui meglio si possono esprimere le potenzialità e la professionalità del progettista rendendo l'impianto normativo più aderente al progresso tecnologico e agli standard internazionali. Il prodotto finale è una "regola tecnica orizzontale", che costituisce un vero e proprio codice dei principi e delle moderne tecniche di prevenzione incendi che sarà via via integrato da regole tecniche verticali specifiche per le singole attività. Il testo commentato, frutto del contributo degli esperti del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che hanno predisposto la bozza del testo normativo, ha lo scopo di fornire una guida per la migliore comprensione dell'impianto normativo e dei presupposti di base. Ricco di commenti ed esempi applicativi, il volume è un valido aiuto per tutti coloro che si occupano della sicurezza contro gli incendi.
49,00

Compendio di diritto pubblico

Federico Del Giudice

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2018

pagine: 368

I Compendi Simone costituiscono un mix tra sintesi della materia, chiarezza ed esaustività della trattazione, con un occhio sempre attento alle novità normative. Il presente volume, in particolare, offre un quadro completo del Diritto Pubblico, aggiornato a tutti i più recenti provvedimenti legislativi, tra cui si segnala il D.L. 4 ottobre 2018, 113, conv. con modif. in L. 1 dicembre 2018, n. 132 (cd. Decreto sicurezza), nonché la delibera del Senato del 20 dicembre 2017 (Gazzetta Ufficiale 19 gennaio 2018, n. 15) recante la Riforma organica del Regolamento del Senato. Allo scopo di consentire una conoscenza rigorosa ed esaustiva della disciplina, il testo ne illustra non solo gli istituti fondamentali, ma evidenzia anche le tematiche di maggiore importanza ed attualità riportando, in appositi riquadri, gli approfondimenti dottrinali e giurisprudenziali. Lo studio, inoltre, è facilitato dalla collaudata sistematica espositiva della manualistica Simone che si avvale di differenti corpi di stampa, uso sapiente del neretto e del corsivo, questionari di riepilogo alla fine di ogni capitolo. Per tali caratteristiche, il Compendio di diritto pubblico soddisfa le molteplici esigenze di studenti universitari e partecipanti a concorsi pubblici.
18,00

Gli strumenti alternativi al contenzioso tributario nei tributi locali

Maurizio Lovisetti

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2018

pagine: 312

La tutela del contribuente è prioritariamente assicurata dalla magistratura tributaria alla quale la legge affida la cognizione di ogni controversia che riguardi appunto la materia tributaria. Lo stesso legislatore ha però altresì approntato una serie di strumenti alternativi al ricorso in sede giurisdizionale, volti a realizzare una più snella composizione in sede amministrativa ed extragiudiziale delle controversie, in atto o potenziali, con gli enti impositori, assistita e incentivata, di regola, da un trattamento di favore per il contribuente, soprattutto sul versante delle sanzioni. Taluni di questi istituti sono volti a prevenire la stessa insorgenza della controversia in sede giurisdizionale e si collocano in ambito puramente amministrativo e non processuale, come l'interpello, l'accertamento con adesione e l'autotutela. Altri strumenti, invece, si collocano all'interno del fenomeno processuale e sono disciplinati dallo stesso D.Lgs. n. 546/1992 che regola il contenzioso tributario, come il reclamo-mediazione e la conciliazione giudiziale. Si tratta, come è evidente, di istituti la cui perfetta padronanza è assolutamente imprescindibile per una corretta e fruttuosa gestione delle entrate tributarie degli enti locali e che il funzionario e i contribuenti devono saper maneggiare con competenza e consapevolezza, sia per ridurre il più possibile l'instaurarsi di contenziosi in sede giurisdizionale, sia per giungere alla redazione di atti che non possano dare adito a contestazioni o a possibili responsabilità. Il testo si propone di offrire una disamina il più possibile chiara e completa di tali strumenti, che sono analizzati dal punto di vista delle potestà regolamentari che competono agli enti locali, per quanto concerne i presupposti applicativi, i profili procedurali ed infine in ordine agli effetti che ne conseguono, con ampi richiami della prassi ministeriale e della giurisprudenza. Il lavoro si rivolge quindi sia ai funzionari degli enti locali, sia ai contribuenti e ai loro consulenti e difensori, che vi potranno trovare le indicazioni necessarie o utili per una più corretta definizione extragiudiziale delle possibili controversie in materia tributaria.
48,00

L'accertamento tecnico preventivo

Maria Teresa De Luca

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2018

pagine: 164

Soluzioni di Diritto è una collana che offre soluzioni operative per la pratica professionale o letture chiare di problematiche di attualità. Uno strumento di lavoro e di approfondimento spendibile quotidianamente. L'esposizione è lontana dalla banale ricostruzione manualistica degli istituti ovvero dalla sterile enunciazione di massime giurisprudenziali. Si giunge a dare esaustive soluzioni ai quesiti che gli operatori del diritto incontrano nella pratica attraverso l'analisi delle norme, itinerari dottrinali e giurisprudenziali e consigli operativi sul piano processuale. Il presente lavoro contiene istruzioni pratiche per la richiesta dell'accertamento tecnico preventivo, istituto che persegue lo scopo di impedire l'inevitabile dispersione degli elementi probatori, in quanto il decorso del tempo produce modificazioni sia ai luoghi che alle persone; nonché per la richiesta di consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite, prevista dall'art. 696 bis c.p.c. Questo strumento, insieme all'esigenza di preservare gli elementi probatori, favorisce l'interesse alla conciliazione delle parti nella fase antecedente all'instaurazione del giudizio di merito. Attraverso itinerari giurisprudenziali, riferimenti normativi e formule, si risponde alle principali questioni legate all'applicazione dell'istituto dell'ATP e si risolvono, tra gli altri, quesiti in cui se ne valuta l'applicabilità al diritto industriale, al diritto amministrativo, al diritto previdenziale e al campo della responsabilità medica.
20,00 17,00

Schemi & schede di diritto pubblico e costituzionale

2/3 8^EDIZIONE

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2018

pagine: 224

Da oggi "Schemi & Schede" rientra nella nuova collana "Schemari Simone". Questi originali volumi seguono i programmi tradizionali degli Atenei ponendosi come sussidio del manuale adottato per: delineare un quadro sistematico della materia; identificare, al pari delle "slides", i punti chiave e le linee generali della disciplina; dedicare maggiore attenzione agli argomenti "caldi" più frequentemente oggetto di domande d'esame; facilitare la lettura, agevolare la memorizzazione, velocizzare il ripasso. I volumi sono strutturati in pagine staccabili per essere facilmente inserite negli schedari a fogli mobili utilizzati per prendere appunti durante le lezioni. In particolare, gli Schemi & Schede di Diritto Pubblico e Costituzionale costituiscono, per quanti si apprestano ad affrontare questa complessa disciplina, un utile supporto per la propria preparazione. Il lavoro, strutturato in tavole sinottiche e schemi articolati, presuppone già una conoscenza di base della materia e se ne raccomanda la contestuale (o successiva) consultazione del manuale istituzionale. Questa VIII edizione affianca agli schemi tre differenti rubriche: osservazioni, che approfondisce aspetti rilevanti della disciplina; differenze, che analizza aspetti particolari della materia, stimolando i confronti e i paralleli fra i diversi istituti; in sintesi, che offre un quadro riepilogativo degli argomenti affrontati.
13,00

Il paese senza legge? Idee per cambiare la giustizia

Antonio Oricchio

Libro

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2018

pagine: 200

L'Italia è davvero un Paese senza legge? Siamo veramente un paese senza giustizia o che appare come tale a chi guarda e giudica dall'estero? E, soprattutto, meritiamo questa considerazione per quello che non sappiamo fare per cambiare il sistema giustizia italiano? Dare risposta, non facile, a tali quesiti dovrebbe coinvolgere coscienze e conoscenze di tutti gli "addetti ai lavori" per dire, con parole di verità, ciò che non va e quello che deve farsi. Tanto per cambiare in meglio una giustizia e un sistema, che appare - come mai - impazzito a partire dall'aspetto legislativo. E ciò nel più generale contesto di un paese al bivio della scelta, non rinviabile, fra effettivo cambiamento ed irrefrenabile declino. Frutto dell'attività ultratrentennale di un giudice, che ha fatto anche altri "mestieri", questo libro vuole essere un contributo per dire, senza comode omissioni, quello che va detto sulla nostra giustizia malata. Un libro differente, per scelta, da quelli - spesso pretenziosi - "di diritto", ma che, pur senza dotte enunciazioni, non è meno giuridico di tanti altri volumi. È un saggio per riflettere sul nostro "paese senza legge" e senza giustizia giusta ed efficiente e per esprimere "idee di giustizia" che diventano, con analisi serie e concrete proposte, "idee per la giustizia".
14,00 11,90

Teoria e test. Diritto per i concorsi superiori

DI STEFANO

editore: Nld Concorsi

anno edizione: 2018

pagine: 1083

Per l'anno 2019, al fine di consentire il turn over degli organici attualmente impiegati all'interno della Pubblica Amministrazione, è stato previsto un maxi piano di assunzioni che coinvolgerà circa 450.000 unità nel triennio 2019 -2021. Il presente volume si pone lo scopo di consentire una conoscenza globale delle materie più frequentemente oggetto di concorso, così da permettere al candidato di iniziare la sua preparazione in attesa della pubblicazione dei diversi bandi nei differenti settori della Pubblica Amministrazione. Nello specifico, il testo si compone di una parte teorica e di una parte pratica costituita da quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie: Diritto amministrativo; Diritto degli enti locali; Diritto costituzionale; Contabilità dello Stato, enti pubblici ed enti territoriali; Scienze delle finanze; Diritto del lavoro, sindacale e sicurezza sui luoghi di lavoro; Diritto civile e commerciale; Procedura penale; Diritto comunitario. ll volume è altresì aggiornato alle ultime novità legislative che hanno interessato le discipline trattate. Il Manuale permette l'accesso gratuito al simulatore on line con il quale è possibile esercitarsi con batterie di domande a risposta multipla consultabile con apposita password presente nel retro del volume.
35,00

Nuovo diritto civile

editore: Dike Giuridica Editrice

anno edizione: 2018

pagine: 348

Avvertiamo l'esigenza di un luogo di confronto e scambio intorno alla ricostruzione critica e sistematica degli istituti e delle categorie, specie nella elaborazione della giurisprudenza. La rivista vorrebbe costruire uno spazio del pensiero lento. Pensiero, che attraversa pazientemente i testi; esercita e promuove il rigore delle parole; svolge l'umile ricerca della coerenza sistematica.
35,00

Compendio di diritto regionale e degli enti locali

25/1 19^EDIZIONE

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2018

pagine: 512

Il volume, giunto alla XIX edizione, compendia in maniera esaustiva e lineare il Diritto regionale e il Diritto degli enti locali, materie il cui studio è fondamentale vista la connotazione "regionale" della nostra Repubblica e l'affermazione del principio di sussidiarietà che ha reso le autonomie locali centro propulsore della generalità delle funzioni amministrative. Il testo è strutturato in tre Parti: la Prima in cui vengono illustrati gli enti territoriali in generale, a partire dalla loro origine storico-normativa fino al loro attuale assetto costituzionale; la Seconda riguarda le Regioni; la Terza dedicata agli enti locali (Comuni, Province e Città metropolitane). Particolare spazio è dedicato al pubblico impiego locale, materia sempre più spesso richiesta nei pubblici concorsi, ora interessata dalle novità recate dal CCNL del Comparto Funzioni Locali, firmato il 21 maggio 2018. Lo scrupoloso aggiornamento e la chiarezza dell'esposizione, arricchita da box di approfondimento, nonché da opportuni richiami giurisprudenziali, rendono il libro particolarmente adatto per una preparazione completa ed al passo con tutti i più recenti provvedimenti normativi che hanno inciso, a vario titolo, sugli argomenti trattati.
27,00

Dialoghi con Giuseppe Abbamonte

editore: Cacucci

anno edizione: 2018

pagine: 160

«Io penso che qualunque principio esiga una sua storicizzazione, per poter essere praticamente applicato. Questo non perché vi sia una ragione di principio, ma perché vi è, in giro, un diffuso scetticismo. Nel senso che non si crede più nella divinità. E, allora, la migliore introduzione alla soluzione penso sia data da uno sforzo di storicizzazione dei princìpi e dei valori generali; e delle stesse acquisizioni che sono riuscite a compiere quelle opere ritenute "classiche" che - come dice Calvino - non finiscono mai di dire quello che hanno da dire. La cosa importante è storicizzare quelle esperienze che sono riuscite in questo senso, non dico a sublimare, ma a generalizzare, a ricostruire ed a rendere accessibile a tutti il risultato. E, se si vuole fare qualcosa di produttivo nell'attuale epoca di scetticismo e materialismo, è sempre necessario uno sforzo di storicizzazione. Anche se non mancano affatto nobilissime istanze, le quali si ribellano a scetticismo e materialismo rivendicando l'esistenza di una parte migliore dell'uomo. La storicizzazione dei principi è un tentativo di renderli attuali nella realtà che, altrimenti, rischierebbe di rimanere vuota.
10,00

L'applicazione del GDPR privacy nei servizi sociosanitari

Luca Degani, Andrea Lopez, Salvatore Familiari

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2018

pagine: 142

L'assistenza sanitaria e sociosanitaria e la tutela della riservatezza dei dati personali potrebbero essere considerati due mondi lontani tra loro, le cui orbite magari si intersecano ma che rimangono sistemi ben distinti. Così non è, e lo si può ben comprendere anche attraverso una rilettura della genesi delle rispettive normative di riferimento in relazione allo scenario sociale ed economico in cui si sono inserite. Il presente lavoro si propone di sintetizzare i punti fondamentali necessari a contestualizzare l'attuale situazione italiana in tema di tutela della riservatezza dei dati personali all'interno del sistema dei servizi sociosanitari, con la consapevolezza che le realtà coinvolte nel processo (il settore salute, il settore tecnologico e il settore normativo) viaggiano a velocità diverse, spesso difficilmente conciliabili tra loro. Il tema dell'assistenza sociosanitaria trova infatti la sua origine in relazione all'evoluzione ed ai cambiamenti che si sono registrati nella popolazione dei Paesi cosiddetti sviluppati nel corso degli ultimi decenni e al conseguente mutamento dei bisogni che ne è derivato sotto il profilo della tipologia dei servizi necessari a garantire il benessere delle persone. Allo stesso modo, l'evoluzione della tutela della riservatezza dei dati personali, comunemente nota come privacy, ha subìto prepotentemente i cambiamenti demografici, l'introduzione di diritti fondamentali dell'Unione Europea quali la libera circolazione di persone, beni e servizi e, soprattutto, lo sviluppo e l'innovazione tecnologica. Da un lato, quindi, abbiamo un sistema che ha la necessità di trasformarsi per rispondere alla domanda di assistenza della popolazione, dall'altro lato troviamo una serie di possibilità offerte dalle nuove tecnologie che potenzialmente potrebbero essere in grado di risolvere innumerevoli problemi legati alla presa in carico di soggetti fragili con bisogni sempre più complessi, ma che necessitano di un sistema di regole e tutele in quanto divengono sempre più pervasive e dirompenti.
20,00 17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.