Il tuo browser non supporta JavaScript!

Diritto

Il diritto in una società che cambia. A colloquio con Orlando Roselli

Paolo Grossi, Orlando Roselli

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 2018

pagine: 127

"Quando nel febbraio del 2009 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nominò lo storico del diritto Paolo Grossi giudice della Corte costituzionale, l'Accademico dei Lincei era un giurista italiano assai conosciuto anche al di là dei confini dell'Italia, con Lauree Honoris Causa da Università non solo italiane ma delle più varie parti del mondo: dal Brasile alla Svezia, dal Messico alla Germania, dal Perù alla Spagna; autore di centinaia di pubblicazioni diffuse in tutto il mondo; il volume I.: "Europa del diritto" pubblicato contemporaneamente in italiano, francese, inglese, spagnolo e tedesco. Giungeva alla Corte uno studioso che aveva innovato profondamente gli studi giuridici. Alla notizia della nomina mi venne in mente la figura del grande storico del diritto spagnolo, Francisco Tomas y Valiente, divenuto giudice e Presidente del Tribunal Constitucional, a cui Grossi aveva dedicato, in occasione della tragica scomparsa, meditate riflessioni sul contributo dato allo sviluppo del diritto costituzionale proprio grazie all'essere stato al contempo storico del diritto e giudice e Presidente dell'organo di giustizia costituzionale."
12,00 10,20

L'accordo perfetto. Il metodo per ottenere il massimo in ogni negoziazione

Leonardo D'Urso

Libro

editore: ROI edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 170

Tutti nella vita, e specialmente in quella lavorativa, ci troviamo ogni giorno a dover negoziare per qualcosa. C'è chi deve condurre le trattative per una gigantesca fusione tra due aziende, chi deve chiudere contratti per importanti forniture o per la pubblicazione di un libro, fino ad arrivare a chi vuole chiedere un aumento al capo o deve acquistare beni o servizi piuttosto comuni. Eppure pochissimi hanno una preparazione professionale adeguata: la maggior parte di noi lo fa senza alcuno studio, seguendo l'istinto. Per questo quasi sempre, alla fine delle trattative, rimaniamo con una domanda che ci assilla: "Potevo ottenere di più?" Leonardo D'Urso, esperto in negoziazione e risoluzione dei conflitti, ci guida passo passo alla scoperta dei segreti per raggiungere l'"accordo perfetto". Grazie al suo metodo si può razionalizzare il processo di negoziazione, applicando tecniche elaborate in modo scientifico, e si può imparare a muoversi con coscienza al tavolo negoziale, orientando le trattative verso il risultato ottimale.
22,00 18,70

La procedura civile ragionata

Luigi Maria Sanguineti

editore: Key Editore

anno edizione: 2018

pagine: 644

Il presente libro fa parte di una trilogia formata dai seguenti libri: Diritto civile ragionato, La procedura civile ragionata, Diritto e procedura penali ragionati. La procedura civile ragionata, ed. V, contiene una novantina di lezioni + un "Formulario della procedura civile". In "appendice" contiene, una "Introduzione al processo telematico" che si propone di dare le nozioni base per agire nel P.C.T. Le lezioni sono fatte in forma dialogata al fine di agevolare l'apprendimento. L'esposizione si caratterizza per la sua chiarezza e semplicità.
50,00

Privacy e dati personali. Problemi e casi pratici

P. Ceccoli, B. De Rosa, A. Carnabuci

editore: Key Editore

anno edizione: 2018

pagine: 434

L'opera contiene un commento dettagliato delle norme del decreto legislativo n. 51/2018 sulla privacy e sul trattamento dei dati personali. I 50 articoli del D.Lgs. sono analizzati nel loro significato letterale, logico, sistematico e nelle conseguenze concrete che le singole norme determinano sui numerosi casi pratici che questa materia comporta. Sono stati quindi considerati i diritti ed i doveri dell'interessato, il diritto di accesso, gli obblighi del titolare del trattamento e del responsabile del trattamento. Anche i problemi della sicurezza dei dati personali sono stati considerati nell'ottica della soluzione dei casi pratici e concreti sui dati personali. Sono state infine analizzate anche le sanzioni amministrative e gli illeciti penali. L'opera quindi ha carattere di completezza e costituisce una sicura guida per la soluzione dei numerosi problemi relativi alla privacy ed ai dati personali.
44,00

Testamento e autonomia

Luigi Trisolino

editore: Key Editore

anno edizione: 2018

pagine: 144

L'opera apre una finestra logica sulla natura e sulle funzioni del testamento, tra norme, giurisprudenza, dottrina e analisi critiche dell'autore. Si approfondiscono i temi seguenti: diseredazione, revoca del testamento, revocazione della revoca, completezza e interpretazione delle disposizioni del testatore, fedecommesso assistenziale e connessi diritti della persona.
15,00

Usufrutto, uso e abitazione

Raffaella Nocera

editore: Key Editore

anno edizione: 2018

pagine: 190

L'opera commenta, nella prima parte, gli artt. 978-1020 c.c., dedicati alla disciplina del diritto di usufrutto. Dopo l'esame delle disposizioni generali, inerenti alla costituzione, alla durata ed alla cessione dell'usufrutto, vengono analizzati i singoli diritti nascenti dall'usufrutto (possesso della cosa, frutti, accessioni, miglioramenti, addizioni, locazioni concluse dall'usufruttuario, ecc.), ed i relativi obblighi (restituzione, inventario, garanzia, spese, riparazioni straordinarie, imposte, passività, ecc.). La disamina dell'istituto si conclude con il commento delle disposizioni normative inerenti alle cause di estinzione e di modificazione dell'usufrutto. La seconda parte del lavoro è dedicata al commento degli artt. 1021-1026 c.c., inerenti alla disciplina dei diritti di uso e di abitazione. Dopo la succinta esposizione delle origini storiche dei due istituti e dei relativi caratteri distintivi, viene definito l'ambito del concetto di famiglia rilevante ai fini dell'uso e dell'abitazione, del divieto di cessione, gli obblighi inerenti all'uso ed all'abitazione, nonché l'ambito applicativo delle norme sull'usufrutto.
20,00

Il distacco di lavoratori nella dimensione nazionale ed europea

Matteo Russo

editore: Key Editore

anno edizione: 2018

pagine: 234

Lo scritto esamina in modo completo ed analitico la disciplina del distacco nazionale e transnazionale di lavoratori in Italia, affrontando le questioni sostanziali e processuali principali e suggerendo possibili soluzioni. L'analisi tiene conto, da un lato, della giurisprudenza nazionale ed europea e degli orientamenti ministeriali più recenti, dall'altro lato, delle modifiche alla direttiva n. 96/71/CE sul distacco transnazionale approvate dal Parlamento europeo con risoluzione del 29 maggio 2018, alle quali l'Italia e gli altri Stati membri devono adeguarsi entro due anni dall'entrata in vigore dell'emendamento.
24,00

Diritto del lavoro dell'Unione Europea

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2018

pagine: 512

L'Unione europea, nel triennio passato dalla pubblicazione della prima edizione, ha subito un frenata inaspettata dal referendum britannico che ha decretato il leave del Regno Unito, lasciando nella squadra europea la sola Irlanda. La frattura, che formalmente si realizzerà nella primavera 2019 dopo il prescritto periodo di Brexit negotiations, ha prodotto negativi effetti economico-finanziari interni all'UK, ma soprattutto si è abbattuta sulle già fragili Istituzioni europee, inducendo nuovi o latenti rigurgiti nazionalistici anche in numerosi altri paesi membri dell'Unione. Le ondate migratorie hanno favorito l'emergere di questi nazionalismi che si sono tradotti in un forte apprezzamento dei partiti c.d. sovranisti, sostenitori dell'idea di un'Unione Europea minimalista e flessibile, dotata di poteri residuali di indirizzo e sorveglianza economica e di competenze regolative e sanzionatorie più limitate e circoscritte. Tale scenario politico, unitamente ad uno scenario economico ed industriale di crescita ed innovazione tecnologica più contenuto rispetto a quello registrato in altre parti del mondo, ha determinato un rallentamento delle politiche sociali europee e delle correlate iniziative sia di hard sia di soft law, con un progressivo ripiegamento delle stesse entro i confini già definiti e sperimentati (con alcune importanti eccezioni quali la nuova direttiva sul distacco transnazionale n. 2018/957/UE del 28 giugno 2018). Ciò peraltro non elide la necessità ed utilità di questa nuova edizione poiché numerosi sono stati gli interventi manutentivi e/o manipolativi sia da parte del Parlamento e della Commissione europea sia da parte della Corte di Giustizia, di cui si è dato puntualmente e diffusamente conto. Anche sul versante interno le modifiche legislative, giurisprudenziali e di prassi amministrativa sono state numerose - da ultimo il c.d. decreto dignità (d.l. 12 luglio 2017, n. 87, convertito dalla l. n. 96/2018) ed il decreto di adeguamento privacy (d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101) -, rendendo indispensabili non solo un'articolata revisione ed aggiornamento delle misure attuative, ma anche l'inserimento di tre nuovi capitoli dedicati all'immigrazione, ai licenziamenti individuali e alla privacy del lavoratore.
42,00

Costituzione repubblicana e dimensione sovranazionale. Tra vincoli e rappresentatività delle istituzioni

Libro

editore: Pisa University Press

anno edizione: 2018

pagine: 112

Per la duplice ricorrenza dei 70 anni dall'approvazione della Carta fondamentale e dei 20 anni dalla morte di Leonetto Amadei, il Comune di Seravezza (LU), la Fondazione Amadei e il Laboratorio di cultura costituzionale dell'Università di Pisa hanno organizzato, nel novembre 2017, una Giornata di studio sulla Costituzione repubblicana, di cui si raccolgono qui gli atti. Essa ha offerto l'occasione per una riflessione sui rapporti tra la nostra Carta fondamentale e la dimensione sovranazionale, con i vincoli che ne derivano e la comune esigenza di consolidare la rappresentatività delle istituzioni, ai vari livelli. Con i contributi di Giuseppe Campanelli, Ugo De Siervo, Gianluca Famiglietti, Massimiliano Malvicini, Fabio Pacini, Saulle Panizza.
12,00 10,20

Lavoro e civiltà

Alessandro Catelani

Libro

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2018

pagine: 193

Alla base della civiltà dei popoli è l'attività lavorativa dei loro componenti. Il lavoro è espressione di un diritto di libertà, che negli ordinamenti moderni è costituzionalmente garantito. Il lavoro è anche un dovere - oltre a essere indispensabile a ciascuno per sopravvivere -; perché tutti devono contribuire, nei limiti delle proprie possibilità, al progresso della collettività alla quale appartengono. L'attività lavorativa deve essere compiuta secondo quelle regole morali che la rendono utile alla collettività. Queste regole morali sono parte integrante delle norme costituzionali, che le hanno rese giuridicamente coattive. Tutelare la libertà e il lavoro deve essere l'obiettivo fondamentale dello Stato moderno. La negazione della libertà lavorativa, così come il mancato rispetto delle regole morali che la concernono, hanno effetti rovinosi per la società.
15,00 12,75

Lezioni sui diritti fondamentali

Salvatore Curreri

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2018

pagine: 580

La marcia dei diritti fondamentali sembra inarrestabile. Nati come naturali, divenuti costituzionali, essi tendono a diventare universali, grazie anche al decisivo contributo delle Carte internazionali dei diritti e delle Corti preposte alla loro tutela. Parallelamente, oltre ai tradizionali diritti civili, politici e sociali, oggi se ne rivendicano di nuovi, frutto soprattutto delle sfide poste dall'evoluzione tecnico-scientifico. Tale marcia, però, incontra vecchi e nuovi limiti: la sicurezza interna e internazionale; la crisi economico-finanziaria; i rinascenti nazionalismi; le discriminazioni, specie per motivi razziali e religiosi. La stessa natura universale dei diritti fondamentali è messa in discussione da chi li considera frutto del tentativo del modello culturale tipicamente occidentale d'imporsi sugli altri. Dinanzi a tale complesso scenario, occorre ritornare alle radici dei principi e dei diritti sanciti nella Costituzione, proprio perché essa è ciò che ci siamo dati da sobri per ricordarcene da ubriachi. Scopo di questo manuale è, dunque, riflettere su un tema solo all'apparenza acquisito e scontato e che invece oggi come non mai è sottoposto a ineludibili sollecitazioni.
48,00 40,80

Obbedienza e resistenza. Le leggi vanno sempre rispettate?

Alessandro Passerin d'Entrèves

Libro

editore: Edizioni di Comunità (Roma)

anno edizione: 2018

pagine: 163

Riflettere sulla dimensione politica collettiva e individuale di ogni cittadino è un'esigenza sempre viva in tutte le epoche, ma particolarmente urgente quando i nuovi problemi del presente mettono in discussione i fondamenti della democrazia, evidenziandone i punti critici. Il patto sociale su cui è costruita la nostra idea di Stato si basa infatti sull'obbedienza alle leggi, ma proprio dall'obbedienza acritica all'autorità statale sono nati gli orrori dei regimi totalitari. Per non ricadere negli errori del passato, e assicurare lunga vita alle democrazie moderne, è quindi necessario avere ben chiari i limiti e gli obiettivi che definiscono la libertà del singolo in uno Stato che si professa democratico. Passerin d'Entrèves, filosofo e storico del diritto, invita così a riflettere sul significato ultimo dell'adesione al sistema di valori della democrazia, un sistema certamente lontano dall'essere perfetto, ma che proprio nella sua imperfezione trova spazi vitali e progressivi di libertà.
15,00 12,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.