Il tuo browser non supporta JavaScript!

Interesse locale, storia familiare, ricordi

A Milano c'è. Cento e più curiosità ad uso degli ambrosiani autentici e/o d'adozione

Bruno Pellegrino

editore: DE FERRARI

anno edizione: 2018

pagine: 136

Qual è il campanile più alto di Milano? E il portale più bizzarro? La statua più antica in città? E quella più `popputa'? La strada più larga... e quella più lunga... e quella più stretta? Cento e più curiosità, record e autentiche rarità milanesi, sono illustrate e raccolte in agili schede fotografiche curate dallo storico e scrittore locale Bruno Pellegrino. Ed anche attraverso la lettura di questo libro, da consultare come un 'Guinness' dei primati meneghini, la storia e la autentica cifra della milanesità emergeranno con chiarezza, così come l'amore che lega l'autore alla sua città e alle sue mille sfaccettature. "Nelle mie conferenze sulla vecchia Milano ho spesso notato come tra il pubblico ci sia sempre qualcuno che mostra scarso interesse per l'argomento. Forse perché, non conoscendo abbastanza la nostra città, stenta a ravvisarvi certi aspetti e fatti da me evocati. E tuttavia quando verso la fine della 'cicciarada' propongo qualche curiosità, magari sotto forma di quiz, ecco che tutto l'uditorio si fa di colpo attento: chi si stava appisolando riapre gli occhi e si rimette a sedere chi apprestava ad andarsene. 'Chi di voi sa dirmi - provo a chiedere - qual è il campanile più alto di Milano?' 'S. Gottardo' - risponde pronta una signora. 'No, S. Eustorgio' - corregge un altro ospite. E ognuno dà la sua risposta, quasi sempre errata. 'È quello di S. Carlo in corso Vittorio Emanuele - rivelo alla fine - m 86.35, per la precisione'. 'La via più lunga? - insisto - e la chiesa più piccola? quella più antica? il chiostro più suggestivo? il portale più splendido?'. E via di questo passo. Il pubblico partecipa con entusiasmo. Tutti alla fine applaudono e lasciano la sala felici e contenti. Da tale considerazione è nata l'idea del presente libro che può considerarsi il risultato di una lunga, paziente ricognizione tra le pieghe del vecchio centro storico o poco oltre, alla ricerca di quei monumenti anche minori, o addirittura minimi, che vantano una sorta di primato rispetto a tutti gli altri dello stesso genere. Un primato indiscutibile per antichità (la finestra o il portale più longevi), per dimensioni (il campanile più alto o quello più basso, la chiesa più grande o la più piccola, la strada più lunga o la più corta), per bellezza, prestigio, originalità o per altre peculiarità. Una Milano, insomma, che potremmo definire dei superlativi o, se preferite, dei... più. Certo, c'è sempre il rischio, specie in fatto di estetica, di dare giudizi azzardati in quanto soggettivi. Ma è un rischio che val la pena di correre. E poi, chi mai oserebbe obbiettare se dichiarassimo che il campanile di S. Gottardo è il più bello di Milano o che il chiostrino di S. Maria delle Grazie è il più ridente? Ed ecco - prendendo a prestito una motivazione famosa - 'l'origine del presente libro, esposta con un'ingenuità pari all'importanza del libro medesimo'. (Bruno Pellegrino)
12,90

Il Carmine ribelle. Storia dell'antifascismo nei quartieri popolari del centro storico di Brescia, dal «biennio rosso» alla Resistenza

Marco Ugolini

editore: Red Star Press

anno edizione: 2018

pagine: 260

Nel corso dei secoli, le strade del Carmine si sono guadagnate una fama difficile da distinguere da quella che è l'identità del centro cittadino di Brescia. Quartiere operaio e ribelle, covo di sovversivi e, al tempo stesso, zona malfamata e degradata: così le cronache hanno sempre descritto il posto, dando corpo a non pochi miti, numerose leggende e altrettanti stereotipi da sfatare. Con rigore e passione, Marco Ugolini ha percorso le vie protagoniste di questo libro così come sono state vissute e amate dai suoi abitanti nel corso dei secoli, concentrandosi sugli anni in cui la conflittualità sociale ha raggiunto il suo apice, vale a dire il periodo compreso tra il "biennio rosso" e la Resistenza. Il risultato è una narrazione in cui il Carmine riesce finalmente a parlare in prima persona, dando spazio a figure eccezionali di bresciani niente affatto disposti a cedere il passo all'espansione fascista ma anche a volontà speculative forse insospettabili, alla base della cattiva reputazione associata con poca buona fede al quartiere. Una storia corale, drammatica, a tratti epica ma sempre realistica di una parte della città in cui l'antifascismo è stato più di una bandiera, la lotta di classe un valore condiviso da molti e il ribellismo sociale una conseguenza quasi naturale rispetto alle condizioni di lavoro e di vita.
20,00
20,00 17,00

Le strade del mistero e dei delitti di Roma. I casi e i delitti più efferati: la città eterna svela il suo lato più oscuro

Marita Bartolazzi

Libro rilegato

editore: Newton Compton

anno edizione: 2018

pagine: 318

La lunga vita della città di Roma è costellata da avvenimenti tragici, molti dei quali sono passati alla storia, o ne hanno mutato il corso, ispirando la creatività di scrittori, pittori, poeti, drammaturghi. Si passeggia nei luoghi dove la vita di grandi personaggi ha avuto il suo culmine tragico e, aiutati da una cartina, ci si accorge che quei posti li si conosce bene. Fanno parte degli itinerari consueti. Questo libro è strutturato come una raccolta di passeggiate che attraversano la città sulle tracce dei più importanti e famosi eventi legati al delitto e al mistero: dalla Roma antica sino ai tempi recenti. Ogni punto del tragitto è corredato da informazioni pratiche, dal racconto dei fatti avvenuti, da un breve brano letterario, dalle biografi e dei personaggi citati, con gli aneddoti che li riguardano. Per ogni tappa c'è un "giorno consigliato": attinente alla data degli eventi narrati. Una sorprendente guida alternativa alla città, sulle tracce di nove itinerari insoliti.
12,90 10,97
15,00

La storia di Milano in 100 luoghi memorabili

Giacinta Cavagna di Gualdana

Libro rilegato

editore: Newton Compton

anno edizione: 2018

pagine: 288

Quanti di coloro che visitano e attraversano Milano, quanti di coloro che ci vivono possono dire di conoscerla veramente? Oltre le manifestazioni culturali e le botteghe, oltre i locali di tendenza o persino tra i vicoli meno battuti, ci sono luoghi nascosti che conservano l'anima più autentica della città. Solo il visitatore più attento sarà in grado di volgere lo sguardo ai dettagli, piccoli tesori che sanno condensare l'intera storia di una città che non smette mai di stupire. Perché, per capire davvero Milano, bisogna andare oltre le apparenze. Dalle bighe del circo romano al cavallo di Leonardo all'Ippodromo di San Siro; dal Borgo delle Grazie all'Archivio dell'Ospedale Maggiore; dalla Centrale dell'Acqua di via Cenisio al Palazzo delle scintille a Citylife; dal Piccolo Teatro alla Grande Brera; dai palchi del Teatro alla Scala ai tavolini del Bar Jamaica; da un'antica fabbrica di panettoni ai murales nel quartiere dell'Ortica: raccontare la storia di Milano attraverso 100 luoghi diventa un avvincente viaggio alla scoperta di una città che non smette mai di stupire, anche chi la vive da sempre.
12,90 10,97

Signori e castelli nel Val di Pesa medievale

Libro

editore: EDIFIR

anno edizione: 2018

Il volume raccoglie i testi di sei conferenze tenute tra marzo e giugno 2017 in occasione di un ciclo di incontri dedicato alla scoperta della storia del territorio della Val di Pesa. I contributi di Franco Cardini, Anna Guarducci, Italo Moretti, Giuliano Pinto, Paolo Pirillo e Claudia Tripodi analizzano da angolazioni storiche, geografiche e storico-architettoniche il territorio della valle concentrandosi sull'età medievale. Il volume illustra le dinamiche che, nel corso di buona parte dell'età medievale, inserirono la valle, i suoi signori e la sua popolazione all'interno del sistema territoriale del nascente Stato fiorentino. In questo contesto vengono esaminate le vicende di famiglie e castelli, gli interventi del Comune fiorentino e dei vescovi cittadini, inquadrandoli nella storia del territorio vista anche attraverso le sue emergenze architettoniche, le scelte politiche che dettero vita all'abitato di San Casciano, le strategie di grandi e piccole famiglie originarie della valle in un costante equilibrio tra i luoghi e i castelli di origine e il contesto sociale, politico ed economico cittadino.
18,00 15,30

La storia di Roma in 100 luoghi memorabili

Flavia Calisti

Libro rilegato

editore: Newton Compton

anno edizione: 2018

pagine: 440

In una città millenaria come Roma non c'è monumento che non sia stato teatro di un avvenimento importante, non esiste strada che non sia stata percorsa da un personaggio celebre, ogni angolo ha la sua piccola o grande storia da narrare. Questo libro ripercorre, attraverso cento luoghi, l'intera storia di Roma: dallo scontro tra Ercole e Caco, antecedente alla fondazione stessa della città, alle architetture del XXI secolo, dal Ratto delle Sabine al rapimento Moro, dallo scontro tra gli Orazi e i Curiazi a quello del '68 a Valle Giulia tra studenti e polizia, dalle capanne sul Palatino alla street art a Tor Marancia, da papa Silvestro a papa Francesco, da Augusto a Mussolini, dalla battaglia di Porta Collina alla breccia di Porta Pia, dal Teatro di Pompeo al Teatro Argentina. Un viaggio lungo duemilasettecentosettantuno anni attraverso monumenti e fonti antiche, passando per la letteratura del Grand Tour, il cinema neorealista e i "sandaloni" di Cinecittà, fino alle prime pagine dei quotidiani di oggi. Cento storie per raccontare un'unica grande storia: la Storia di Roma.
12,90 10,97

Chronicon Calabriae. La feudalità cassinese a Cetraro e Fella

Antonio Lalia

editore: Ferrari Editore

anno edizione: 2018

pagine: 196

Analizzando fonti, eventi e strutture socio-culturali che hanno costituito lo sfondo di molti cambiamenti, Antonio Lalia ricostruisce in modo cronologico e tematico il profilo storico di Cetraro, di Fella e di altri antichi feudi costieri della Calabria meridionale tirrenica. Grazie a un'ampia ricerca documentaria, di preziose fonti, anche inedite, il volume offre una messa a punto storiografica sui principali temi del periodo, collegando la dimensione del dominio fondiario e feudale di Montecassino con gli effetti che ha avuto sull'economia, sulla società e sulla cultura delle diverse realtà calabresi, in particolare sul territorio cetrarese.
20,00

Il principe Stanislaw Poniatowski a Capodimonte e il palazzo costruito «per dispetto»

Rosella Di Stefano

Libro

editore: C&P Adver Effigi

anno edizione: 2018

pagine: 62

Il centro storico di Capodimonte sorge su una scoscesa penisola rocciosa sul Lago di Bolsena in una posizione paesaggisticamente privilegiata. Di grande valore artistico sono il maestoso Castello Farnese con la sua struttura ottagonale disegnata da Antonio da Sangallo il Giovane, la Chiesa Collegiata di S. Maria Assunta in Cielo progettata dal Vignola, il Palazzo Borghese (sede del Municipio) affiancato dalla Torre dell'Orologio, la "Porticella" da cui si gode di una magnifica veduta sul lago, l'ottocentesco Palazzo Poniatowski progettato dal Valadier, l'antico porto farnesiano della Mergonara, le chiese di S. Carlo e di S. Rocco, la "Cascina" sede delle Scuderie Farnesiane. Costituiscono pregevoli attrattive del territorio comunale anche l'ampia fascia costiera lungo la quale si snoda lo storico viale alberato de "I Pioppi", il Museo della Navigazione nelle Acque Interne dove è conservata una piroga dell'età del Bronzo, la preziosa Isola Bisentina con le sue illustri memorie rinascimentali e il vicino Monte Bisenzo che ospitò un grande abitato etrusco circondato da ricche necropoli.
8,00 6,80

La storia di Viareggio. Dalla Preistoria ai giorni nostri

Libro in brossura

editore: Typimedia Editore

anno edizione: 2018

pagine: 224

Viareggio, comune di oltre 62.000 abitanti, conosciuta come la città del Carnevale, del turismo balneare e della cantieristica navale. "La storia di Viareggio" parte dal racconto dei primi insediamenti del Paleolitico, i centri etruschi di San Rocchino e della villa voluta dalla famiglia romana dei Venulei sulle rive del lago di Massaciuccoli. La città prende vita da una prima costruzione a difesa della spiaggia che dal 1172 diventerà il Castello di Viareggio, lo stesso che Castruccio Castracani ordina di rinforzare nel 1324. Nel libro si raccontano gli assalti dei pirati, il mare che arretra e, nel 1534, la costruzione della Torre Matilde utilizzata poi come prigione. Per secoli l'uomo in questa terra continuerà a lottare contro la palude fino al 1739 quando il progetto dell'ingegner Bernardino Zendrini darà una risposta al problema.
13,90 11,82

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.