Il tuo browser non supporta JavaScript!

Servizi sociali, assistenza sociale e criminologia

Pecunia non olet. La mafia nell'industria pubblica. Il caso Finmeccanica

Alessandro Da Rold

Libro in brossura

editore: Chiarelettere

anno edizione: 2019

pagine: 227

La mafia che non uccide ma vende armi. Elicotteri, mitragliatrici, bombe, fregate militari: un arsenale ricchissimo e pronto all'uso là dove le guerre causano morti e arricchiscono i portafogli di speculatori e dittatori. La storia raccontata da Da Rold è incredibile perché fa vedere come l'illegalità criminale possa trasformarsi in una pratica normale e ripetuta, al punto che un latitante come Vito Palazzolo, «uno dei soggetti più pericolosi della comunità criminale internazionale», ricercato già da Giovanni Falcone e finalmente arrestato nel 2012, riesce a entrare nei salotti buoni del commercio internazionale e vari governi. A dire di no sono pochi: alcuni valorosi magistrati del Sud, di Napoli e Palermo, cui si affiancheranno quelli del Nord, di Busto Arsizio e di Milano. Dice di no, pagandone il prezzo, anche Francescomaria Tuccillo, avvocato e manager napoletano, direttore di Finmeccanica per l'Africa subsahariana. Nonostante il vento spiri a favore di chi agisce nell'illecito, alla fine la verità vincerà. La partita è enorme: in gioco c'è il destino del colosso della difesa, attraversato da scandali e arresti e da un intrico di poteri, in cui si mescolano politica, servizi segreti, mafia, massoneria, criminalità organizzata, che ha compromesso la competitività dell'industria italiana e messo in gioco il futuro economico del nostro paese, la sua capacità di creare lavoro e il suo ruolo sullo scacchiere internazionale.
16,00 13,60

Prpgrammare al limite. La ricerca-azione per il cambiamento sistemico nella programmazione locale

Francesca Falcone

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2019

pagine: 234

La legge di riforma del settore socio-assistenziale (328/2000) ha introdotto un approccio sistemico e complesso alla programmazione che supera il limite dell'autoreferenzialità decisionale e della visione tradizionale di impronta razional-strumentale. Ancora oggi, gli sviluppi della riforma appaiono incerti e i territori si dibattono tra il desiderio di cambiare e l'istinto a "conservare": il tema dell'innovazione non sembra essere a sufficienza messo a fuoco dagli attori locali, per i quali la parola "riforma"implicherebbe già di per sé cambiamento e innovazione. Assumere la programmazione come processo di cambiamento sistemico significa imprimerle una fisionomia processuale: l'attenzione è sulla definizione condivisa dei problemi e delle opportunità, sulla co-costruzione dei significati e delle azioni di cambiamento; i soggetti chiamati a co-programmare esplorano e sviluppano nuove visioni del futuro, sperimentano la costruzione di rapporti basati sullo scambio dei saperi e delle esperienze e co-producono decisioni di cambiamento che riguardano non solo il modo di produrre i servizi, ma soprattutto il modo di pensarli. Mentre si discute ancora di atteggiamenti contraddittori (sperimentazione vs conservazione), uno sguardo ravvicinato e più consapevole sulla realtà del sistema dei servizi richiede un nuovo asse di lettura che, mettendo a fuoco nuovi significati dell'organizzazione e dell'organizzare, applica approcci emergenti per costruire un nuovo repertorio concettuale e metodologico. Dal punto di vista metodologico, questo lavoro assegna alla ricerca azione una centralità indubbia in un duplice senso: provare a cambiare un sistema per conoscerlo, come Kurt Lewin sosteneva, e facilitare e sostenere processi di apprendimento e cambiamento per gli attori locali implicati nei processi di programmazione (apprendere facendo e fare apprendendo). Se nasce pensato in favore di studenti universitari di servizio sociale, il volume interessa in realtà una più ampia fascia di potenziali lettori. Non solo il mondo universitario fatto di ricercatori, docenti e studenti delle scuole di dottorato, ma anche altri attori sociali del mondo delle professioni.
25,00

Il delitto Alinovi e il caso Ciancabilla. Una tormentata e oscura vicenda processuale degli «anni di piombo»

Victor Matteucci

Libro in brossura

editore: Sovera Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 213

Una ricostruzione accurata del delitto di Francesca Alinovi avvenuto a Bologna nel 1983, un processo lungo e macchinoso contro l'imputato Francesco Ciancabilla e di contorno un'Italia in crisi in un'epoca di transizione profonda.
14,00 11,90

Concorso 80 Commissari Polizia di Stato. Manuale per la preparazione alla prova preselettiva. Aggiornato al D.L. n. 113/2018 conv. in L. 1 dicembre 2018, n. 132

314/1

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2019

pagine: 859

Nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 11 dicembre 2018 è stato pubblicato il bando di concorso per 80 Commissari nella Polizia di Stato. Il volume compendia il programma completo per la preparazione alla prova preselettiva del concorso privilegiando, nella ricognizione delle singole discipline, la chiarezza e l'immediatezza espositiva. Ne risulta una trattazione mirata, ma esaustiva, che non rinuncia all'approfondimento di quegli argomenti che, considerato il loro maggiore rilievo, potrebbero divenire oggetto di domanda d'esame. Il volume, pertanto, rappresenta un supporto per quanti vogliano prepararsi in vista del concorso.
46,00

Italia occulta. Dal delitto Moro alla strage di Bologna. Il triennio maledetto che sconvolse la Repubblica (1978-1980)

Giuliano Turone

Libro

editore: Chiarelettere

anno edizione: 2019

pagine: 461

Moro, Pecorelli, Sindona, Ambrosoli, Mattarella, Amato, la strage di Bologna, la P2, Andreotti. Una sequenza impressionante di stragi, assassinii, complotti, tentativi di colpi di Stato nella ricostruzione inedita del magistrato che ha scoperto la P2, arrestato Liggio e rinviato a giudizio Michele Sindona. Un cumulo di fatti maturati in un arco di tempo ristretto (1978-1980) e rimasti il più delle volte senza giustizia. Qui recuperati e ricostruiti in un disegno complessivo ricco di frammenti e risvolti dimenticati o trascurati durante i processi. Con Turone, testimone e protagonista come magistrato di quella terribile stagione, ci addentriamo tra gli anfratti di storie torbide e sconvolgenti che hanno come protagonisti criminali, terroristi e mafiosi ma pure uomini delle istituzioni. Come dimostra Turone, solo grazie al sacrificio di eroi valorosi tra magistrati, carabinieri, finanzieri e poliziotti, e all'impegno di alcuni politici tenaci e coraggiosi, l'Italia è riuscita a rimanere un paese libero. È quindi essenziale riuscire oggi a tenere in mano il filo che lega i fatti di quegli anni terribili, spesso resi volutamente indecifrabili per coprire responsabilità e bugie. Lo dobbiamo alle nuove generazioni, cui Turone soprattutto si rivolge. Prefazione di Corrado Stajano.
19,00 16,15

Il comandante dei pompieri di Napoli. Ricordo di Alberto D'Errico (1937-2017)

Raffaele Ruggiero

Libro in brossura

editore: Colonnese

anno edizione: 2018

pagine: 108

Un ricordo di Alberto D'Errico (1937-2017), Comandante provinciale di Napoli e poi Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco. Una lunga vicenda professionale - rimasta nel cuore di tanti che ne hanno condiviso l'esperienza - vissuta tra luci e ombre di una città e di un'Italia difficile, che si è intrecciata con alcune grandi emergenze che negli ultimi decenni hanno colpito la sicurezza di Napoli (stretta a Oriente dalle industrie e dal Vesuvio, attraversata da chilometri di cavità sotterranee che ne minano il cuore del centro antico) e che hanno sempre visto il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in prima linea. L'autore, Raffaele Ruggiero, ha collaborato a lungo con l'ingegnere Alberto D'Errico, a Napoli, tra gli anni Ottanta e Novanta. Ed è attualmente Dirigente Generale dei Vigili del fuoco, con l'incarico di Direttore regionale dell'Umbria.
12,00 10,20
14,00 11,90

In volo con gli Echo Lima. Il nuovo elisoccorso della Sardegna

Luca Granella

editore: IBN

anno edizione: 2018

pagine: 76

Una monografia che ripercorre attraverso centinaia di scatti fotografici la storia e lo sviluppo dell'Elisoccorso in Sardegna.
21,00

Tutori volontari per minori stranieri non accompagnati

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2018

pagine: 240

Il presente volume prende le mosse dal recente intervento legislativo in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati (Legge n. 47/2017), che ha introdotto la nuova figura del Tutore volontario e si propone di illustrare l'iter di accoglienza, riconoscimento, vigilanza, gestione, coordinamento e rappresentanza nei confronti dei soggetti vulnerabili che fanno ingresso nel nostro Paese, con le modalità più disparate, alla ricerca di una vita migliore. In particolare, il testo ha l'obiettivo di costituire un vero e proprio strumento di analisi, approfondimento e vademecum per agevolare l'attività di tutti coloro che hanno aderito all'invito di cittadinanza attiva, mettendo a disposizione competenze, tempo ed energia per assumere la tutela di un minore straniero non accompagnato. La rilevanza della figura si trae dai compiti che le sono attribuita dalla legge istitutiva: dall'integrazione giuridica, offerta dallo strumento della tutela nella pienezza della sua funzione, all'integrazione sociale, intesa come capacità di elaborare un progetto di vita intorno a ciascun minore che tenga conto dei suoi desiderata e delle sue inclinazioni, attraverso il coinvolgimento delle Istituzioni e della Rete scolastica, sanitaria, sociale e sportiva. In questo quadro, un ruolo di primaria importanza acquistano i processi formativi: la selezione dei Tutori è affidata alla struttura regionale del Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza, mediante attuazione di appositi corsi specifici. Tale organismo istituzionale si attiva sul territorio per la verifica e il monitoraggio del nuovo sistema, facendosi interprete dei disagi e delle criticità che i Tutori affrontano nella quotidiana gestione e dei piccoli (ma decisivi) successi umani che seguono alla realizzazione di progetti di vita.
25,00

80 commissari polizia di Stato. Manuale per la preparazione alla prova preselettiva e scritta

Monica De Vergori, Petra Gay, Guido Di Biase, Rossella Ricca, Daniela Rocchi

editore: Nld Concorsi

anno edizione: 2018

pagine: 1398

Il ministero dell'Interno - dipartimento della Pubblica Sicurezza, in data 11 dicembre 2018, ha pubblicato il bando di concorso, per titoli ed esami, per il conferimento di 80 posti di commissario della polizia di Stato. Lo svolgimento del concorso prevede l'effettuazione di: prova preselettiva; prova di efficienza fisica; accertamenti psico-fisici; accertamento attitudinale; prove scritte; valutazione dei titoli dei candidati; prova orale. La prova preselettiva consiste nel compilare un questionario, articolato in domande con risposta a scelta multipla, dirette ad accertare la conoscenza delle seguenti discipline: diritto penale; diritto processuale penale; diritto civile; diritto costituzionale; diritto amministrativo. Il presente volume costituisce un valido strumento per la preparazione alla prova preselettiva di selezione del concorso. Per ciascuna materia, vengono infatti trattate in maniera chiara ed esaustiva le nozioni teoriche essenziali, in modo tale da fornire al candidato la possibilità di apprendere rapidamente i concetti e di ripassare velocemente i contenuti oggetto di studio. Rispetto alla vastità delle materie trattate si è ritenuto indispensabile fornire uno strumento esaustivo, ma allo stesso tempo snello, attraverso un'accurata selezione dei contenuti e un adeguato bilanciamento del loro livello di approfondimento. Il volume si compone, inoltre, per ciascuna materia trattata teoricamente, di una sezione dedicata alle batterie di domande a risposta multipla che prevedono quattro opzioni di soluzione fra le quali viene indicata la risposta corretta. Nell'estensione online del testo sono disponibili, oltre agli aggiornamenti normativi (fino alla data delle prove scritte) anche le banche dati dei precedenti concorsi, per permettere al candidato di misurarsi con le batterie di quiz assegnate nelle precedenti prove preselettive. La banca dati del concorso 2017 è oggetto anche del simulatore online, che completa il volume. Nel simulatore è anche possibile esercitarsi con le batterie di domande a risposta multipla presenti nel testo.
54,00

Ascoltare e narrare. Socioanalisi narrativa di alcune esperienze pedagogiche nella cooperativa sociale famiglia nuova

editore: Sensibili alle Foglie

anno edizione: 2018

pagine: 112

Questo libro nasce da un cantiere socioanalitico svolto con una cooperativa che si occupa di accoglienza e si confronta con problematiche sociali relative alle tossicodipendenze, ai minorenni in difficoltà e ai migranti. Le organizzazioni fondate e gestite da figure carismatiche si trovano in un dato momento del loro cammino nella necessità di rifondarsi, riconoscendo il dispositivo assembleare come uno degli strumenti di gestione possibili. Si confrontano l'impostazione direttiva - che si è socialmente affermata, tanto nella scuola quanto nell'ambito del lavoro sociale - e la sperimentazione di pratiche autogestionarie, con il loro carico di fallimenti ma anche di opportunità aperte. Alla rigidità direttiva, propria delle istituzioni che inviano gli utenti alla cooperativa, viene comparata un'impostazione basata sull'ascolto degli accolti e sulla narrazione quale metodo di conoscenza e di elaborazione delle proprie pratiche. Una pedagogia partecipativa che, prendendo in conto la sovraimplicazione istituzionale che caratterizza il lavoro nel sociale, consente di compiere passi avanti nella direzione di una più ampia democrazia.
14,00

La sfida della democrazia. Uguaglianza, partecipazione, lotta alla povertà. Rapporto ActionAid 2018 L'Italia e la lotta alla povertà nel mondo

Libro

editore: DONZELLI

anno edizione: 2018

pagine: 175

L'Italia e la lotta alla povertà nel mondo è la pubblicazione annuale che ActionAid realizza a partire dagli anni duemila per proporre una delle prime valutazioni sistematiche della cooperazione internazionale del nostro paese, in chiave di trasparenza e accountability. L'edizione attuale si arricchisce di un tema molto sentito dall'organizzazione, a partire dal quale ha costruito la propria strategia per i prossimi dieci anni: la qualità della democrazia. Lo scopo è promuovere e animare spazi di partecipazione democratica, coinvolgendo persone e comunità nella tutela dei propri diritti, e sfidando la nuova legislatura a impegnarsi in questo senso. Frutto di un rigoroso lavoro di ricerca, dal quale emergono dati aggiornati sulla povertà nel nostro paese, il rapporto mostra che in Italia, come nel resto dell'Occidente, negli ultimi quindici anni le disuguaglianze economiche sono cresciute. Al pari sono aumentate quelle sociali: non tutti possono avere accesso ai servizi fondamentali, e quelli erogati non hanno per tutti la stessa qualità. Si acuiscono, di conseguenza, anche le disuguaglianze di riconoscimento: il ruolo, i valori, le aspirazioni di ogni persona non sempre e non ovunque vengono riconosciuti dalla collettività e dalla politica. Tali disuguaglianze non sono un esito naturale dei rapporti economici e del progresso tecnologico: è necessario identificarne le cause nei processi di formazione della ricchezza, nelle politiche macroeconomiche e di regolamentazione, nelle politiche di sviluppo oltre che nel cambiamento del senso comune. Chi non ha reddito e ricchezza, chi non può accedere ai servizi fondamentali o accede a servizi di scarsa qualità e chi non si sente riconosciuto non può sviluppare la propria persona e vivere come desidera. Vengono negati diritti e libertà, cresce il senso di ingiustizia, si vive come non si dovrebbe vivere in un paese democratico dove, per dirla con Amartya Sen, lo sviluppo dovrebbe fare in modo che non esistano «illibertà» limitanti per la vita delle persone. Con un saggio di Fabrizio Barca, Salvatore Morelli, Andrea Morniroli.
20,00 17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.