Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Robin

Il mio cane Dejan

Sara Guglielmetti

Libro

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 172

14,00

Una strana eredità per il povero don Arlocchi

Ernesto Masina

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 148

14,00

Esercizi di percezione

Michele Pellegrini

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 120

14,00

A cielo chiuso

Federico Sessolo

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 284

18,00

Quaderno di poesie. Aprile 2024

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 228

20,00

Brucia il vento

Stefano Catena

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 92

Un racconto di fantasia in narrativa che utilizza la rima come forma di scrittura, quello che in musica si chiamerebbe “concept album”. È diviso in titoli come le canzoni che compongono un LP o CD musicale, come se fossero storie singole. Narra le vicende personali di una coppia di immigrati, Boris e Ludmila, fuggiti dal loro Paese per via della guerra.
14,00

Il tempo scorre

Cesare Pasqua

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 286

Rapito dagli avvenimenti che si susseguono nella sua mente, un anziano scrittore, ormai disilluso, non riesce a separarsi dai suoi personaggi, nonostante gli inviti del suo editore. La storia di una famiglia travolta dalla guerra si aggroviglia, allora, con altre narrazioni in un caleidoscopio di storie diverse.
18,00

Dove crescono le orchidee

Giulio Pagano

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 158

Questa raccolta di poesie vuole evidenziare come la sensibilità non debba mai essere vista come un limite ma, casomai, una ricchezza, valore aggiunto nei rapporti umani. La metafora del fiore delicato che ha bisogno di cure per poter crescere nelle migliori condizioni è specchio e testimonianza dei nostri tempi. Vivendo in un mondo dove oramai quasi nulla è sano, l’innocenza e la sensibilità, molto spesso, diventano una malattia e allora bisogna cercare sollievo nell’arte, nella musica, nella parola scritta e letta, per trasportare sulla pagina quelle emozioni che molto spesso trovano difficoltà a emergere e a compiersi nell’esistenza umana.
14,00

Il sangue dei randagi. Una nuova indagine per lo sbirro con l'eskimo Martino Ribaud

Umberto Montin

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 568

Una signora della Ferrara bene barbaramente uccisa in un appartamento disabitato di Bologna. Un biglietto nella sua borsa. E sopra scritto il nome del vicequestore Martino Ribaud. La vittima ha il volto di una sua ex fiamma, ma l’identità è diversa. Da questo mistero inizia un’altra, avvincente, indagine illegale dello sbirro con l’eskimo, che si ritrova di nuovo a fare i conti con il suo passato barricadiero. Con al fianco la fedele e conturbante Nina, Ribaud finirà in un gorgo che lo porterà dal lago di Como, a Milano, all’Emilia e di nuovo nel Veneto della gioventù. Ma soprattutto nella Parigi custode di segreti che risalgono alla fuga dall’Italia di molti giovani ribelli degli anni ’70, alla “dottrina Mitterand” e alle trame inesorabili di un sistema che semina cadaveri, depista, inquina, corrompe senza pietà. Sulle tracce di “randagi” senza nome, nella sua ricerca di verità Ribaud sarà aiutato da vecchi compagni e nuovi amici e collaboratori, rischierà la vita e dovrà misurarsi con una schiera di donne toste o crudeli. Fino a interrogarsi se giustizia e potere potranno mai convivere in una società dove impera il Male.
20,00

Il regalo di Natale del señor Mendieta

Alver Metalli

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 264

Il furto delle ossa di Hernán Cortés, il conquistatore del Messico, una serie di misteriosi assassinii consumati secondo il rituale azteco dell’estrazione del cuore e il linciaggio di un balordo: tutto succede a distanza di poco tempo e in uno stesso quartiere residenziale di Città del Messico nei giorni che precedono il Natale. Sulla scia degli eventi c’è un bizzarro scrittore, che divide il proprio tempo tra una simpatica e colta libraia, un accademico dell’Università nazionale e una giovane e bella assistente universitaria. I personaggi del romanzo e gli eventi, apparentemente misteriosi e sconnessi, si legano tra di loro acquisendo piano piano un significato congruente. E del tutto imprevisto.
18,00

Notti, stagioni, scritti e dintorni

Mattia Dragone

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 74

«Versi d’amore che parlano all’Amore. Che danzano, quasi in sospensione, sulle macerie della vita, nelle tasche cucite sulla pelle, e che ammutoliscono, indagano, disvelano l’intimo per poi adagiarsi in quegli occhi “che hanno il sapore della notte”. C’è la persona amata ma c’è soprattutto il noi, la perdizione e il focolare domestico, la carne ed il cuore, il cercarsi e ricercarsi, come la luce che trova nuova linfa nel giorno. Il tramonto del mio io sarà l’alba di noi: ecco la comunione dei corpi e delle anime, il senso dell’essere, l’unicità della vita che trova accoglimento semplicemente nell’altro. Nel morire nell’altro, nella creazione di una nuova essenza di vita. Ma in questi versi ci sono anche i tormenti, le fragilità, i pugni chiusi, i giorni che diventano sacchi sulle spalle, chiodi nella pelle. E poi l’anima bagnata con lacrime d’inchiostro, le parole che l’io lascia scrivere ad un bicchiere di vino. E per questo forse più sincere. C’è anche il senso dell’annichilimento, della pochezza dei giorni, a volte dell’inutilità di un percorso, di una scelta. Con la notte che, anima bifronte, diventa uno spazio temporale in cui perdersi e poi rinascere, in cui assorbire – a volte da sconfitto – quello “squarcio che non ha cure”. E il dolore resta dolore, il buio racconta il vuoto dell’anima, quell’abisso che ci annienta diventa quasi parte di noi. Non resta che rifugiarsi nella poesia, “luogo di verità e di speranza”, dove le parole si trasformano in vita. In cammino verso l’altro. In cammino verso noi.» (dalla prefazione di Cosimo Marulli)
14,00

A Villa Adriana con Marguerite Yourcenar nel centenario della sua prima visita. Guida letteraria e storica

Raffaele Mambella

Libro: Libro in brossura

editore: Robin

anno edizione: 2024

pagine: 516

Villa Adriana, la grandiosa e raffinata residenza di Adriano (117-138), occupa uno spazio centrale nell’opera di Marguerite Yourcenar (Marguerite Cleenewerck de Crayencour, 1903-1987), autrice del più celebre romanzo-biografia su questo imperatore. Visitato dalla scrittrice innumerevoli volte, dalla giovinezza all’età avanzata e sempre rivisto con incantato stupore è il luogo reale e simbolico, in cui memorie personali, reminiscenze erudite e creatività poetica si rincorrono. Un luogo dove si aggirano i fantasmi di Marguerite, di Adriano, di Antinoo riuniti, grazie alla forza della scrittura. Marguerite visitò la Villa Adriana nel giorno del suo ventunesimo compleanno l’8 giugno del 1924 e subito rappresentò per la scrittrice il luogo d’elezione in cui il simbolico ed il reale si sono uniti, dando vita alle Memorie di Adriano. In questa guida, attraverso citazioni antiche e letterarie, prendono vita la concezione del viaggio, del tempo, della memoria, intesa come compresenza di spiriti nella ritrovata contemporaneità della creazione artistica.
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.