Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

Libri di LANDOLFI

Recupero crediti

Francesco Landolfi

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2020

pagine: 360

Il volume, oltre ad esaminare e commentare gli istituti giuridici che disciplinano l'attività del recupero crediti, è soprattutto una guida operativa che assicura al lettore la conoscenza degli strumenti a propria disposizione, grazie principalmente al supporto di un ricco formulario (130 formule) di atti, lettere, modelli e schemi riguardanti le principali operazioni ed attività stragiudiziali e giudiziali in materia, suddivise per tematiche. Particolare attenzione viene rivolta dall'autore a casistiche particolari come: pignoramento presso terzi, esecuzione su beni indivisi, pignoramento dei brevetti per invenzione industriale, pignoramento di quote della s.r.l., sequestro e vendita di autoveicolo, pignoramento di navi e di aeromobili. Ognuna delle formule - scaricabili e personalizzabili - è inserita nella trattazione del relativo argomento, che riporta anche la normativa di riferimento e le più recenti pronunce giurisprudenziali sul tema. Questa edizione - che tiene conto della più recente giurisprudenza di legittimità e di merito (si segnala, fra tutte, la sentenza del Tribunale di Bergamo del 4 luglio 2020 la quale ha evidenziato che la proposizione dell'azione revocatoria ordinaria presuppone la sola esistenza di un debito, e non anche la sua concreta esigibilità) - è aggiornata al dettato dell'art. 390 del d.lgs. 14/2019, Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, che entrerà in vigore dal 21 settembre 2021 e ne disciplina la fase transitoria.
46,00 43,70

Fuga dal settimo piano

Ludovico Landolfi

Libro: Copertina rigida

editore: Fernandel

anno edizione: 2020

pagine: 144

La casa di cura Villa Quercia è un ospedale psichiatrico che si sviluppa su otto livelli. Al piano terra vi sono gli uffici e l'amministrazione, mentre ai piani superiori sono ricoverati i pazienti, suddivisi secondo un criterio piuttosto semplice: al primo trovano posto i casi meno gravi, e man mano che si sale la gravità della malattia aumenta. Se il disturbo peggiora si viene trasferiti a un piano superiore, se migliora, a un piano inferiore. Attraverso una serie di malintesi che lo portano suo malgrado a risalire di reparto in reparto fino al settimo piano, il protagonista di questo breve romanzo umoristico, ispirato al racconto di Dino Buzzati "Sette piani", incontra una varietà di personaggi eccentrici con i quali progetta di evadere dalla struttura: c'è Uanduele, che non parla; Valeria, che crede di trovarsi sul Cammino di Santiago; Giovanni Leporale, fermamente convinto di essere morto; Vittoria Grifone, che ha inventato e messo in pratica un metodo per accrescere l'ansia a dismisura, persuasa che doni alla pelle lucentezza ed elasticità; la signorina Giroldini, che accudisce due mandarini; Antonino, che parla ininterrottamente al telefono; il professor Frikell, abile ladro di canarini; Luca Salvatore Pistone, che ha fondato una dottrina religiosa nota come iperventilazionismo...Riusciranno, il protagonista e la sua strampalata compagnia, a fuggire dal rigore e dall'austerità di Villa Quercia?
13,00 12,35

Tutto andrà bene. Perché il futuro ti salva la vita

Luciana Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: Minerva Edizioni (Bologna)

anno edizione: 2020

pagine: 128

Emergenza sanitaria? Non solo, non necessariamente. Anzi, a prescindere. Basta verificare le date. È almeno dal 2012, da quando diede alla luce la prima poesia omonima, che Luciana Landolfi incarna il credo nel "Tutto andrà bene", manifestatosi via via negli anni in altre poesie, articoli di giornale, libri, conferenze, bigliettini distribuiti ad amici quanto a perfetti sconosciuti, Post-it appiccicati in giro per le città. Poi, la coincidenza. Una festa di compleanno con 26 persone, il 22 febbraio 2020, il regalo di un sacchetto-kit per ognuno dei 25 amici di Luciana e l'idea di diffondere il messaggio al mondo, a cominciare dai partecipanti alla festa. Il giorno successivo, l'Italia comincia a chiudere per via della nota emergenza, ma ci sono ancora due settimane, prima dello stop totale, per tappezzare le città con messaggi di speranza. Grazie anche all'impatto sui social e all'attenzione dei media, grazie alla voglia della gente di guardare oltre il dramma, i 26 diventano centinaia, migliaia, milioni; gli striscioni ai davanzali sostituiscono i Post-it diffusi in città. "Tutto andrà bene" diventa il brand dell'Italia anche a livello internazionale. Tutti ne parlano, ne scrivono, i cantanti danno vita a canzoni, gli artisti a disegni e opere pittoriche, i bambini fanno esplodere il Paese dei colori dell'arcobaleno. Luciana Landolfi narra qui, in un racconto agile, sereno, pieno di gioia e di speranza, ancorché molto intenso, l'esperienza lunga una vita che l'ha portata a creare non un movimento, non un modo di pensare (o forse sì), ma certamente un atto poetico collettivo di cui far dono al mondo.
15,00 14,25

Del meno

Tommaso Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2019

pagine: 333

«Già: come si può guadagnarsi la vita inventando elzeviri?» si chiede Landolfi in "Des mois". D'altronde, per lui che dopo "Un amore del nostro tempo" (1965) aveva abdicato alla «follia» di raccontare storie, non c'era altra scelta: questione di sopravvivenza. Ma il punto è un altro: quelli che Landolfi chiama «innocenti raccontini» nulla hanno a che vedere con gli altrui elzeviri. Sono infatti aguzzi e vertiginosi apologhi, aneddoti, memorie, dialoghi morali, visioni apocalittiche e tenebrosi incubi - come quello, indimenticabile, dello scrittore che offre la sua vita per salvare il figlio morente ma poi, atterrito al pensiero di lasciare incompiuta un'opera ormai matura, cede alla «più inaudita ignominia» e lo lascia morire. Elzeviri eccentrici, insomma: dove, catafratto di una lingua estranea, lucente e inscalfibile, ritroviamo tutto Landolfi: le complicate «macchine di parvenze» architettate dagli uomini; il destino che ci vessa in modo «elusivo, schernevole»; i gravosi eppure ineluttabili doveri nei confronti delle persone che «una mala sorte ha gettate in tua funesta balia»; la «vanità d'ogni possibile agitazione» che ci si rivela allorché abbiamo sperimentato «il tristo sapore della ... felicità raggiunta»; il diritto di por fine col suicidio a un «meschino calvario». Né poteva essere diversamente: gli altri scrittori «si acconciano di ciò che è» - sono cioè acquiescenti alla «immaginaria realtà generalmente accettata». Non il radicale, disincantato, temerario Landolfi.
15,00 14,25

Dimmi che ti amo. Manuale di insensata bellezza

Luciana Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: Le due torri

anno edizione: 2019

pagine: 364

Luciana Landolfi, poetessa e scrittrice d'amore, dice di questo libro: "più d'ogni altra cosa, più d'ogni altra persona, sono le tue parole, pensate ed espresse, a farti compagnia in una vita tutta. Dimmi, chi vuoi accanto a te? Chi ti scegli come compagno di viaggio? Quali parole vuoi nello specchio quando ti guardi allo specchio? Tutte le parole hanno un profumo, un sapore, una consistenza, non solo un suono. Tutte le parole 'fanno qualcosa': alcune ti spingono verso il basso, altre ti elevano alla tua altezza. Io ho scelto di farti compagnia con quelle che leggerai, con il massimo rispetto per la tua essenza. Sogno che tu faccia lo stesso nella tua vita, sogno che ti ami, che anche con le tue parole tu ti voglia bene. (Così io ti bacio/ non quando lo pretendo/ quando lo consenti./ Quando tu mi ospiti: il permesso tra due baci io lo chiamo amore); (È la ragionevolezza dell'anima/ che mi guida a descrivere il mondo/ come un miracolo che insiste)". Con prefazione di Paolo Borzacchiello.
22,00 20,90

Dizionario del condominio

Francesco Landolfi

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2019

pagine: 472

Una guida pratica che permette agli operatori - siano essi addetti ai lavori (amministratori di condominio, avvocati, ecc.) o semplici utenti (condomini, inquilini, proprietari) - di avere risposte immediate ed esaurienti ai temi, spesso controversi, della vita condominiale. L'autore compie un'analisi accurata e sistematica della materia e, oltre alle nozioni di base e ai riferimenti normativi, riporta la giurisprudenza più rilevante e le voci collegate, per agevolarne l'utilizzo. Gli argomenti sono esposti in ordine alfabetico e un indice ampio ed esaustivo rende la consultazione semplice ed intuitiva. Online una raccolta di formule personalizabili.
49,00 46,55

A caso

Tommaso Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2018

pagine: 190

Non è amabilmente consolatore, il mondo di Landolfo, né amichevole, né tantomeno compiacente. Estraneo, piuttosto, luminosamente torbido e degradato. E, come in questa raccolta di racconti del 1975 - l'ultima sua -, più che mai urtante, percorso com'è da un eros luttuoso e sogghignante, da orride agnizioni, da avvilenti confessioni, da personaggi oltraggiati dalla vita, feriti dall'«invalicabile stridore» che li separa dagli altri, torturati da un'animale e irrimediabile tristezza. Sicché ogni racconto cela una sorpresa che ha su di noi lo stesso effetto di «un'unghia che stride contro un vetro, o d'una carezza contropelo» (I. Calvino): ci fa rabbrividire, e subito vorremmo scacciarla. Invano: incapsulata in una lingua tanto inconsueta quanto secca, lucida ed esatta, ogni immagine torna a riaffacciarsi, come una piccola testa malevola. Il fatto è che per Landolfi, uccisa ogni speranza, dobbiamo accontentarci «di gioie ambigue, torte e per giunta fuggevoli». Non c'è altra via di scampo, se non, estremo rimedio, un «genosuicidio» capace di liberarci da una «abominosa storia».
14,00 13,30

Rezzoriana. Saggi e note su Gregor von Rezzori

Andrea Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: Artemide

anno edizione: 2017

pagine: 220

In questo volume l'autore ha raccolto i saggi, le postfazioni, le note, gli interventi dedicati, nel corso di quasi trent'anni, alla figura e all'opera di Gregor von Rezzori (1914-1998), il grande scrittore mitteleuropeo di cui è stato, non solo in Italia, uno degli interpreti più attenti e fedeli - come traduttore, come curatore del lascito, come studioso e, non da ultimo, come amico. Divisi in varie sezioni, gli scritti sono stati ordinati cronologicamente mantenendone il più possibile inalterate le caratteristiche formali, diverse a seconda degli anni, dei contesti, delle occasioni. Conclude il volume una articolata bibliografia, aggiornata ai primi mesi del 2017, che ambisce a rappresentare in maniera (quasi) esaustiva lo stato attuale della ormai composita e agguerrita "Rezzori-Forschung" internazionale.
20,00 19,00

Racconti impossibili

Tommaso Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2017

pagine: 195

Immaginate che un uomo dalla ferrea logica, dopo aver pianificato il delitto perfetto - quello «sognato da ogni delinquente che rispetti se stesso» -, portandolo a compimento si smarrisca nei labirinti della speculazione e finisca per affidarsi al cieco caso. Immaginate poi che in un'altra galassia un professore si proponga di spiegare ai suoi allievi che cos'è la morte, astruso concetto elaborato in un remoto pianeta - «macchiolina pallida» intravista al telescopio -, e che cos'è la vita: ovvero il medesimo concetto rovesciato, giacché noi, qui sulla Terra, chiamiamo vita «ciò che non è morte». Immaginate infine che, mentre designa gli esseri umani da destinare alla morte, un dio noncurante e terribile risponda candidamente all'arcangelo Gabriele che lo interroga sul come e il perché: «Magari a caso», e «Non lo so». Se ci riuscite, allora cadrete fatalmente nella trappola infernale che Landolfi ha teso a tutti noi: costringerci a osservare il mondo (e la nostra sorte e la nostra inane, cavillosa, ricerca della verità) come da una navicella spaziale aliena. E avrete la conferma di ciò che Manganelli scriveva nel 1975: Landolfi sembra nato «all'interno di un universo autonomo, e malamente abitabile, un universo che è insieme grandioso, losco, torbido e stupefacente. Vi accadono miracoli, ma intrisi di una potenza sordida, segni appaiono, non meno minacciosi che enigmatici».
14,00 13,30

La nuova ECDL Patente Europea del Computer. Syllabus 6.0. Moduli a completamento per la certificazione Full standard

Francesco M. Landolfi, Umberto Marone

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2018

pagine: 264

La ECDL Foundation ha modificato, alcuni anni fa, la procedura per il conseguimento della Patente Europea del Computer (ECDL). Ora esistono due diversi livelli di certificazione: la ECDL Base e la ECDL Full Standard. Per conseguire la ECDL Base si dovranno sostenere quattro esami, ciascuno dedicato ad uno dei seguenti Moduli: - Computer Essentials - Concetti di base del computer; - On Line Essentials - Concetti di base della rete; - Word Processing - Elaborazione testi; - Spreadsheet - Fogli elettronici. Per il conseguimento della ECDL Full Standard è necessario sostenere, oltre quelli previsti per la ECDL Base, altri tre esami su altrettanti Moduli (affrontati nel presente volume): - It Security - Sicurezza informatica; - Presentation - Strumenti di presentazione; - Online Collaboration - Collaborazione in Rete. Tutti i moduli trattati nel volume sono aggiornati al nuovo Syllabus 6.0 emanato nel 2018. Alcuni paragrafi sono contrassegnati da un'icona che significa che per quell'argomento è disponibile un video esplicativo sull'estensione online, raggiungibile sul sito www.simonescuola.it. Nelle sezioni riservate alle verifiche è presente l'icona "Altre esercitazioni on line" : collegandosi al suddetto sito, sarà dunque possibile scaricare ulteriori esercitazioni pratiche relative all'argomento trattato.
14,50 13,78

Des mois

Tommaso Landolfi

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2016

pagine: 169

Luogo deputato a radunare "le deiezioni dell'anima", il diario è il più degradato, il più "gloriosamente abietto" dei generi: ma in Landolfi, ha scritto Manganelli, subisce una radicale metamorfosi. Anziché catalogo di eventi ed emozioni quotidiane, diventa un'invenzione retorica dove passato e futuro si fondono in un "perituro istante" e il tempo risulta annullato; anziché documento privato, diventa, nella sua instabile tessitura di temi, rifiuto di sé. Mutevolmente, in "Des mois"- terzo pannello dopo "La bière du pécheur" e "Rien va" - Landolfi trascorre infatti dalla particolare coloritura delle immagini di sogno, irriproducibili dalla parola, alla segreta fraternità con una gatta (i gatti sono per lui i soli animali che conoscano la noia umana, quella legata al vuoto, al "tempo senza fondo"); dal conflitto tra la "lusinga dei miei vizi" (cioè il richiamo della vita) e la mediocrità borghese (cioè l'abiezione) allo stile, che nei grandi scrittori è distanza, capacità di considerare frasi e parole meri strumenti e non già "sacri arredi"; dal naturale stato di sottomissione agli eventi che ci impedisce di adattarci alla desiderata e aborrita libertà al rapporto con i figli, che, usciti dal "malevolo nulla", lo sfidano con la loro presenza miracolosa e accusatrice, lasciandolo lacerato tra "una tragica sollecitudine e la coscienza della metafisica inanità di qualsiasi affettuoso intervento". Centro di questo simulato e veritiero diario è del resto - sono ancora parole di Manganelli - "il sacrilegio, la violazione, la violenza per diniego, la clandestina e blasfema celebrazione di una irreparabile impurità, una fessura che ferisce il mondo da parte a parte, e ne annuncia la vocazione catastrofica".
19,00 18,05

Respira come se fossi felice. La via dell'Alf

Luciana Landolfi, Paolo Borzacchiello

Libro: Copertina morbida

editore: Minerva Edizioni (Bologna)

anno edizione: 2016

pagine: 216

Un viaggio alla scoperta dell'incongruenza salvifica. Il libro-intervista che svela, per la prima volta in maniera organica e strutturata, ciò di cui i frequentatori dei corsi e delle pagine web di Luciana Landolfi, dei gruppi e del blog di Paolo Borzacchiello, sentono parlare da tempo: i codici d'accesso al linguaggio Alf. Alf è l'acronimo di Alto Luminoso Fluido e venne ideato nel 2003 come "metodo di respirazione immaginaria" da Luciana Landolfi, che mise così a frutto anni di studi sulla pragmatica della comunicazione umana. L'Alf unisce linguaggi, gesto e respiro, prendendo a riferimento le tre condizioni fisiche dell'uomo felice nonché le tre condizioni percettive dell'uomo in estasi: l'altezza, la luce, il flusso. Tre condizioni che uniscono corpo, mente e anima in un unico linguaggio respiratorio posturale e verbale. Obiettivo della filosofia Alf è mettere in sicurezza il corpo. Usando il cervello. Paolo Borzacchiello si confronta con Luciana Landolfi, chiedendole di svelare passo passo ai lettori le caratteristiche del linguaggio Alf.
16,90 16,06

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.