Il tuo browser non supporta JavaScript!

Saggistica

Il piacere della lettura

Marcel Proust

Libro

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2019

8,00

Polene

Claudio Magris

Libro

editore: La nave di Teseo

anno edizione: 2019

20,00

Spirito europeo

Julien Benda

Libro

editore: Pgreco

anno edizione: 2019

10,00

Il libro di tutti i libri

Roberto Calasso

Libro

editore: ADELPHI

anno edizione: 2019

26,00

Speciale Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

Libro

editore: MONDADORI

anno edizione: 2019

150,00

Progetto Speciale Hölderlin

Friedrich Hölderlin

Libro

editore: MONDADORI

anno edizione: 2019

150,00

Mio fratello

Daniel Pennac

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 128

Poco tempo dopo la morte del fratello Bernard, Daniel Pennac allestisce una lettura scenica di un celebre racconto di Melville, "Bartleby lo scrivano". Per il personaggio di Bartleby, lui e Bernard avevano la medesima predilezione. Alternando le pagine dell'adattamento teatrale di Bartleby agli aneddoti su Bernard, ricordi affettuosi, divertenti o spietati e battute piene di humour, Daniel Pennac tratteggia il ricordo del fratello scomparso, vero e proprio complice, insostituibile compagno di vita. E mette contemporaneamente in luce una singolare affinità tra i due personaggi. Come Bartleby, Bernard era sempre più incline a ritrarsi deliberatamente dalla vita sociale, a un rifiuto categorico di aggravare l'entropia. Un singolare libro d'amore, insieme profondo, lucido e toccante.
8,00

Interviste (1955-1993)

Giorgio Bassani

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 352

«Bassani dovrebbe vivere e andare in giro con un registratore nella tasca dei pantaloni, e con un microfono elettronico nel taschino della giacca. Appena si accorge di cominciare a parlare sul serio, dovrebbe premere l'apposito bottoncino. Così, alla fine di ogni stagione, avrebbe un libro bell'e pronto da dare alle stampe. Scrittore di primissimo ordine ma, come scrittore, tanto parco e cauto quanto, come parlatore, è generoso e pronto». L'osservazione è di Mario Soldati, che di Giorgio Bassani fu collega e primo amico: ed è sufficiente a presentare questa raccolta di cinquanta conversazioni - molte delle quali finora sconosciute alle bibliografie e tradotte in italiano per la prima volta - che percorrono e ricostruiscono con volante felicità l'intera vicenda dello scrittore, dagli esordi come autore di poesie e brevi racconti fino al grande ciclo de «Il romanzo di Ferrara»: la sua formazione politica, la lotta antifascista e l'impegno per l'ambiente; le sue convinzioni estetiche e le frizzanti polemiche che ne conseguirono; il suo lavoro come editor e grande scopritore di talenti; i suoi viaggi in tutto il mondo come ostinato esercizio dell'attenzione. Nella viva voce di Bassani, questo libro ci disegna il più completo e mobile dei suoi autoritratti. Il volume è corredato da una Premessa di Paola Bassani, da una Introduzione di Domenico Scarpa e dalle Note ai testi di Beatrice Pecchiari.
22,00

Sermone di Natale e altri scritti religiosi

Robert Louis Stevenson

Libro

editore: VITA E PENSIERO

anno edizione: 2019

pagine: 100

Il grande scrittore scozzese Robert Louis Stevenson è noto al grande pubblico soprattutto per L'isola del Tesoro e Lo strano caso del Dr. Jekyll e del Sig. Hyde. Un po' meno per la sua opera di saggista poliedrico, anche su temi religiosi. Stevenson era uomo di intensa spiritualità, sempre alle prese con le domande sollevate dagli aspetti più problematici della vita, dal confronto con la caducità dell'esperienza umana. In questo libro vengono raccolti scritti diversi per genere letterario (preghiere, lettere, riflessioni, saggi) tutti accomunati da uno spirito capace di fronteggiare le criticità della vita, nella consapevolezza degli insuperabili limiti degli umani, e insieme nella luminosa fiducia della cura di Dio, così nitida e commovente nel sermone di Natale che apre questa raccolta. I testi sono introdotti dal grande scrittore argentino Alberto Manguel, allievo di Borges ed ex direttore della Biblioteca Nazionale di Buenos Aires, che per Stevenson nutre una particolare predilezione.
13,00

Musica. L'arte delle lettere

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 144

Verdi che scrive al suo editore di un tipo distinto che ha detestato l'Aida e rivuole i suoi soldi indietro. Keith Richards che racconta alla zia di aver incontrato per caso un amico del liceo di nome Mick Jagger, innamorato anche lui di Chuck Berry. Madonna che descrive le sue difficoltà agli esordi tra Parigi e New York. Prince che medita sullo scrivere canzoni. Eminem che esprime la sua ammirazione per Tupac alla madre del rapper. Improvvisando sulle loro passioni e dintorni, gli artisti in questo volume rivelano candidamente le loro fonti d'ispirazione, cosa significa per loro la musica, perché la creano, e molto, molto di più. Questa collezione di trenta lettere è una celebrazione dell'importanza della musica, in tutte le sue forme e variazioni, nella nostra vita.
12,00

Gatti. L'arte delle lettere

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 144

T.S. Eliot che batte a macchina un invito per tutti i gatti di Jellicle a partecipare al compleanno del suo figlioccio di quattro anni. Ernest Hemingway che cataloga i suoi amici felini all'ex moglie. La madre di Jack Kerouac che piange il lutto del gatto di famiglia. Jack Lemmon che suggerisce con malizia a Walter Matthau di andare insieme ad aprire un rifugio per gatti in Messico. Questa raccolta offre uno sguardo affettuoso e gentile al luogo che occupano i gatti nei nostri cuori e nelle nostre vite. Queste trenta lettere catturano il profondo piacere di avere o di osservare un gatto, e rivelano la natura felina come la nostra.
12,00

Lezioni spirituali per giovani samurai

Yukio Mishima

Libro

editore: SE

anno edizione: 2019

pagine: 160

Sono qui riuniti cinque testi non narrativi che Mishima scrisse tra il 1968 e il 1970: anni decisivi non soltanto per il grande scrittore, ma per la nuova generazione giapponese dell'epoca. Attraverso questi scritti di eccezionale importanza testimoniale, il lettore ha dunque modo di conoscere il senso profondo delle trasformazioni sociali avvenute in quegli anni in Giappone, e anche il significato simbolico e sacrificale del suicidio con cui Mishima chiuse la propria vita. Due temi maggiori percorrono e legano gli scritti qui raccolti: quello della sfiducia nell'attività artistica e quello, contrapposto, dell'azione. Ma se "Lezioni spirituali per giovani samurai", il testo del '68 che apre il volume, è ancora una proposta pedagogica, dunque discretamente ottimistica, fondata su una tradizione di valori plurisecolari, "I miei ultimi venticinque anni", scritto nel '70 (il cui tono ricorda da vicino l'ultimo Pasolini), ne è l'abiura finale.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.