| P. 318
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Studi teatrali

L'attore e l'animale. Artigianato teatrale tra natura, corpo e metamorfosi

Antonello Cossia

Libro: Libro in brossura

editore: Iuppiter

anno edizione: 2023

pagine: 48

«Gli esercizi, gli allenamenti, la fisicità della scena che viene prima, molto prima della costruzione drammaturgica di uno spettacolo, sono elementi di percorso che condivido e che mi accomunano al suo lavoro. Trovo questo suo scritto una riflessione, maturata nel tempo, di un’intera generazione teatrale». (Marco Baliani). «Credo che la sua bussola, il suo nord, la sua stella polare che l’ha guidato nelle scelte ad affrontare il suo lavoro con quel rigore fantasioso che non gli ha mai lasciato alternativa, sia stata l’istinto in una costrizione a volte esaltata, eroica, feroce e indiscutibile». (Giulio Baffi)
10,00 9,50

Il bello armonico teatrale (1792, per l’inaugurazione del teatro La Fenice di Venezia)

Andrea Rubbi

Libro: Libro rilegato

editore: Diastema

anno edizione: 2023

pagine: 160

L’opuscolo esce nel 1792 per l’inaugurazione della Fenice di Venezia. L’autore, poco entusiasta delle innovazioni che si affacciano in teatro alla fine del secolo, fornisce una serie di gustosi aneddoti sulle sale aperte a Venezia. Il trattato ha un sapore gradevolmente antiquato, con l’ammirazione per le superbe scene ad angolo di Ferdinando Galli Bibiena, morto nel 1743, e soprattutto con la venerazione per Metastasio.
19,00 18,05

Ritorno alla casa del padre. L’Odin Teatret a San Sperate

Francesco Galli

Libro: Libro rilegato

editore: Fondazione Pinuccio Sciola

anno edizione: 2023

pagine: 144

Il secondo volume de I Quaderni della Fondazione racconta con testi e fotografie di Francesco Galli la tournée a San Sperate dell’Odin Teatret, storico gruppo di teatro fondato da Eugenio Barba nel 1964, organizzata dalla Fondazione Pinuccio Sciola nella primavera del 2019. Eugenio Barba e l’Odin Teatret incontrarono Pinuccio Sciola nel 1974. L’artista sardo, che già da alcuni anni aveva dato vita al progetto Paese Museo a San Sperate, coinvolgendo artisti da tutto il mondo, ospita il gruppo teatrale scandinavo nella propria casa e funge da tramite per una serie di iniziative e scambi tra loro e il territorio. Nasce così un’amicizia che durerà fino alla morte di Sciola nel 2016. Il legame e la collaborazione però non si interrompono: i figli di Sciola, Chiara, Tomaso e Maria, organizzano per l’edizione del Festival “Sant’Arte” 2019 una settimana ricca di eventi, spettacoli, incontri e, a conclusione, il baratto con il coinvolgimento delle molteplici realtà artistiche e produttive di San Sperate.
15,00

Il castello di Elsinore. Volume Vol. 88

Libro

editore: Edizioni di Pagina

anno edizione: 2023

«Il castello di Elsinore» è una rivista semestrale di teatro profondamente radicata nell'Università italiana. Nata nel 1988, la rivista raccoglie nel suo comitato scientifico quasi la metà degli ordinari di Storia del teatro in Italia e illustri studiosi di università straniere. La rivista è articolata in tre sezioni (talvolta quattro): la prima, intitolata Saggi, comprende rigorosi studi critici su personaggi e opere della storia del teatro e dello spettacolo; la seconda, Materiali, raccoglie e cura documenti, lettere e riflessioni di poetica; la terza, Spettacoli (e/o Libri), recensisce e analizza gli avvenimenti più significativi della stagione teatrale italiana e straniera. I temi di cui la rivista si occupa sono svariati e attraversano l'intera storia del teatro europeo, dal teatro greco alla Commedia dell'Arte, dal teatro rinascimentale italiano al teatro nordico di Ibsen e Strindberg, dal simbolismo europeo a Pirandello.
20,00

Il teatrino dell'oratorio di Corsico e i «teatri del popolo» nell'Italia del Novecento

Giovanni Artero

Libro

editore: Youcanprint

anno edizione: 2023

pagine: 64

Rappresentazioni teatrali degli Oratori salesiani; Autori dei libretti; Teatri popolari nel '900 in Italia
15,00

Il metodo V.D.A.M. di Carlo Merlo. Una pedagogia attorica

Angelo Iannelli

Libro: Libro in brossura

editore: StreetLib

anno edizione: 2023

Prendendo spunto da una lunga videointervista del 2011 – trascritta in appendice – il saggio analizza il Metodo di recitazione V.D.A.M. (Vocalità Dinamica Artistica Merlo), ideato negli anni Settanta del Novecento dal maestro Carlo Merlo (1931 – 2022), docente, per oltre venti anni, di "Educazione della voce" all'Accademia Nazionale D'Arte Drammatica “Silvio d'Amico” di Roma. Lontano da Stanislavskij e dai successivi Metodi basati sul Sistema del grande maestro russo, il V.D.A.M. sostituisce l'utilizzo dell'emozione razionale, quale elemento fondante dei Metodi tradizionali dell'ultimo secolo, con l'immaginazione e la sensazione, unite alla tecnica artistica virtuosa. Diviso in una parte teorica ed in una pratica, il Metodo persegue un'ecologia dell'arte scenica che respinge qualsiasi artificio tecnologico nell'interpretazione drammatica e nell'allestimento scenico; la vocalità riveste quindi un ruolo fondamentale nella formazione dell'attore, non più basata sul solo studio del corpo, come si evince da alcuni degli esercizi  del Metodo (in tutto più di settecento), tra cui quelli basati sul trinomio V.C.S. (voce-corpo-spazio) e sull'R.R.I. (rilassamento ritmico individualizzato).
18,00

Dal teatro analitico-esistenziale alla nuova spettacolarità. Le rassegne

Mimma Valentino

Libro: Libro in brossura

editore: Terre Blu

anno edizione: 2023

pagine: 146

Nella seconda metà degli anni Settanta la scena sperimentale si trova a vivere un momento di radicale ripensamento. Nel 1976, infatti, sulle ceneri del Teatro Immagine fiorisce una nuova area di ricerca che punta a mettere in discussione lo statuto del codice scenico esistente (tradizionale e d'avanguardia) attraverso un azzeramento strutturale e un'analisi metalinguistica della sintassi teatrale. Questa tendenza, definita da Giuseppe Bartolucci Postavanguardia, ovvero Teatro analitico esistenziale, è destinata però ad avere breve vita. Alle soglie del nuovo decennio, infatti, sembrano già affiorare nuove ipotesi di ricerca, segnate da un crescente interesse per la spettacolarità metropolitana e postmoderna. Questo libro racconta i fenomeni più significativi che attraversano la sperimentazione teatrale tra il 1976 e il 1979, ricostruendoli attraverso la disamina di alcune rassegne che accolgono e promuovono, anche sul piano teorico, le tendenze emergenti: la Postavanguardia (Salerno 1976, Cosenza 1976 e 1978, Padula 1978) e la Nuova spettacolarità (Caserta 1979).
20,00

Mimesis journal. Volume Vol. 11/2

Libro: Libro in brossura

editore: Accademia University Press

anno edizione: 2023

pagine: 152

Editoriale: Noi cretini Antonio Attisani Saggi Il tempo vuoto. L'arte dei corpi nell'educazione scolastica, sociale e civica Claudio Bernardi, Pier Cesare Rivoltella Il gusto dell'educazione: la tradizione indiana e l'esperienza dell'imitazione artistica Edoardo Giovanni Carlotti Pedagogia teatrale e mondo-scuola Per un teatro dell'ex-ducere Aurora Caporali Didattica del teatro e Teatro didattico. L'insegnamento della storia del teatro al liceo Diana Perego In cerca dello spettatore. Il "Delivery Theatre" della Compagnia Carullo Minasi per una curatela perfomativa della città Katia Trifirò, Cristiana Minasi Contro il teatro sociale. Il caso della Compagnia della Fortezza Rossella Menna La voce degli studenti sulle "Residenze d'artista" di Media Dance:  un approccio valutativo Rita Maria Fabris.
18,00 17,10
15,00

Poetiche del conflitto in interno borghese. Il teatro anarcoide di Manlio Santanelli

Mariano D'Amora

Libro: Libro in brossura

editore: Mea

anno edizione: 2023

pagine: 200

Il teatro di Santanelli coglie aspetti non immediatamente percepibili del reale mediante una radiografia della disarmonia che investe la condizione umana nella quotidiana esistenza. Non s’intende rappresentare la realtà, poiché quest’ultima (pirandellianamente) “non esiste”, ma quell’illusione che ciascuno elabora in misura soggettiva, lasciando che a prevalere sia una visione perfettamente univoca e mentalistica in cui, abiurati gli intrecci lineari e risolutivi, il relativismo prospettico viene eletto a naturale modus operandi. A più livelli, la linea principale del serio-comico santanelliano rivela la volontà di porre continuamente in discussione le certezze nelle quali l’umanità si crogiola, i luoghi comuni, gli alibi intellettuali. Drammaturgicamente non si persegue quel processo di assottigliamento del diaframma tra finzione e realtà principiato con i padri del teatro moderno, Ibsen e Čechov, così come diversa è la strada rispetto alla visione razionalista del reale che in Brecht trova piena attuazione. Si produce, altresì, un’apertura, nei margini e nelle falle del vissuto, della possibilità di un iter scenico fondato su un’inedita agnizione dell’immaginario.
16,00 15,20

La congiura di Zrinski e Frankopan nel teatro croato del XX secolo. Storia e cultura della Corazia spiegata attraverso l'analisi del teatro e della letteratura nazionale nel suo complesso

Elena Ferri

Libro: Libro in brossura

editore: StreetLib

anno edizione: 2023

Storia e cultura della corazia spiegata attraverso l'analisi del teatro e della letteratura nazionale nel suo complesso.
49,00

Il teatro di talia. Volume Vol. 1

Antonio Montemurro

Libro

editore: Edizioni Giannatelli

anno edizione: 2023

pagine: 254

25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.