Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Libri di Magda Martini

Una provincia tutta da inventare. L'annessione dell'Alto Adige all'Italia (1918-1922)

Magda Martini

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2022

pagine: 268

Durante la Conferenza di pace di Parigi, seguita alla Prima guerra mondiale, la delegazione italiana riuscì a ottenere, a dispetto del principio di autodeterminazione, che insieme al Trentino le venisse assegnata anche tutta la regione sudtirolese. Ma cosa indusse il Regno d'Italia, che si era costituito sulla base del mito fondante dell'unità nazionale, a desiderare una terra abitata prevalentemente da tedeschi? Per spiegare come l'Italia abbia programmato e giustificato l'annessione, il volume propone una dettagliata analisi della prospettiva italiana, mettendo in luce aspettative e iniziative che il mondo diplomatico, politico e culturale rivolsero al Sudtirolo nel primo dopoguerra. Fonti pubbliche e private descrivono con quale stato d'animo alla fine della Grande Guerra l'Italia abbia scoperto il Sudtirolo. I discorsi e i commenti sulla nuova terra, sulla sua popolazione e sulla sua cultura testimoniano come l'acquisizione della regione abbia contribuito alla definizione dell'identità nazionale italiana. Ma soprattutto i dibattiti e le pubblicazioni dei contemporanei raccontano come l'Alto Adige, che fino all'inizio del Novecento era l'“invenzione” di un solo uomo, dopo il primo conflitto mondiale sia potuto diventare una nuova provincia del Regno d'Italia.
29,00 27,55
La cultura all'ombra del muro. Relazioni culturali tra Italia e DDR (1949-1989)

La cultura all'ombra del muro. Relazioni culturali tra Italia e DDR (1949-1989)

Magda Martini

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2007

pagine: 463

Sulle tracce dell'attività di intellettuali italiani e tedeschi, il volume descrive le relazioni culturali tra Repubblica Democratica Tedesca e Italia. Protagonista è il clima della Guerra fredda, non solo nelle sue manifestazioni manichee più conosciute, ma anche nelle sfumature e contraddizioni di amicizie critiche e di solidarietà opportunistiche. Categorie come collaborazionismo e opposizione si dimostrano inadeguate alla realtà tedesco-orientale. Documenti di archivio, articoli della stampa d'epoca e testimonianze di tedeschi e italiani rivelano che l'ostilità a livello governativo e soprattutto l'alleanza con le forze della Sinistra italiana non furono né scontate, né immutabili. La storia della DDR, trascurata dalla storiografia italiana, viene qui proposta in un'analisi che attraversa un quarantennio di relazioni con l'Italia e la sua cultura, affrontando temi topici come la propaganda, il dissenso, la censura e il ruolo della Stasi. Le interpretazioni coeve di intellettuali di diversa fede politica contribuiscono a mettere a fuoco le conseguenze della lunga ombra che il Muro di Berlino proiettò sia a est che a ovest sulla costruzione di scambi e collaborazioni culturali tra i due Paesi.
30,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.