Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cinema, televisione e radio

L'incursione aerea su Halbertstadt dell'8 aprile 1945

Alexander Kluge

Libro in brossura

editore: Meltemi

anno edizione: 2019

pagine: 138

Alexander Kluge aveva undici anni quando ebbe luogo il bombardamento di Halberstadt, l'8 aprile 1945. Il suo non è un libro di testimonianza, bensì una ricostruzione ironica, distaccata e analitica di quella distruzione. Nella descrizione del disastro Kluge ripesca quel resto di razionalità e fiducia che ancora può rendere comprensibili le circostanze della catastrofe, rompendo così l'anatema del silenzio e mostrando possibili future vie d'uscita. Pubblicato per la prima volta nel 1977 e poi nel 2008 in questa forma accresciuta, "L'incursione aerea su Halberstadt dell'8 aprile 1945" ci consegna un tassello fondamentale per scoprire la poliedricità del grande regista e uno sguardo illuminante sul possibile significato degli orrori della guerra.
15,00 12,75

Storia degli effetti speciali. Dai fratelli Lumière ad «Avatar»

Giovanni Toro

Libro in brossura

anno edizione: 2019

pagine: 191

Che cosa sono gli effetti speciali? Qual è la loro funzione all'interno di una pellicola cinematografica? Film come "Lo Squalo", "Ritorno al Futuro", "Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo" o "2001 Odissea nello Spazio" sarebbero esistiti senza la nascita degli effetti speciali? Un viaggio affascinante nelle fondamenta della Settima Arte per conoscere da vicino uno degli elementi narrativi più coinvolgenti e appassionanti della storia del cinema.
12,00 10,20

Gira il tuo film come Tarantino. Rappresentare efficacemente tensione, conflitto e pericolo sul grande schermo: le tecniche di ripresa e i segreti del grande maestro

Christopher Kenworthy

Libro in brossura

editore: Gremese Editore

anno edizione: 2019

pagine: 149

Ricordate la memorabile sequenza di "Kill Bill: Vol. 1", in cui Elle Driver viene inviata a uccidere La Sposa nel suo letto d'ospedale? O la scena della rapina che apre "Pulp Fiction", o ancora l'inizio di "Bastardi senza gloria", con la visita dell'ufficiale nazista nella fattoria in cui è nascosta una famiglia ebrea? Al di là dei dialoghi, delle performance degli attori e della sceneggiatura, questi e altri momenti del cinema tarantiniano esemplificano perfettamente le tecniche di ripresa e gli espedienti visuali a cui il regista affida la potente narrazione visiva delle sue storie: abile in questo come pochi altri registi contemporanei, Tarantino sa come impiegare posizioni e movimenti della cinepresa per comunicare al pubblico emozioni come la tensione, il senso del conflitto o di una minaccia incombente, il presentimento di una violenza esplosiva. Proprio prendendo le mosse da alcune delle magistrali riprese di cui il cinema tarantiniano abbonda, Kenworthy esamina nel dettaglio questi particolari codici espressivi: alla loro luce decifra le singole inquadrature di ogni sequenza selezionata, spiega i meccanismi psicologici innescati nello spettatore dai movimenti della macchina da presa ed enuclea delle regole generali da applicare ai casi simili. Un vero manuale di regia pratica che ciascun cineasta - anche alle prime armi - potrà facilmente testare sul campo per infondere al proprio racconto la giusta suspense visiva.
16,00 13,60

Con Kubrick. Storia di un'amicizia e di un capolavoro

Michael Herr

Libro in brossura

editore: Minimum Fax

anno edizione: 2019

pagine: 107

Nel gennaio del 1999, mentre stava terminando il montaggio di Eyes Wide Shut, Stanley Kubrick telefonò a Michael Herr, con cui aveva sceneggiato Full Metal Jacket, e disse che sarebbe stato felice di fare una lunga intervista con lui in occasione dell'uscita del film. Si erano conosciuti nel 1980 e per anni avevano scritto insieme quello che è ritenuto da molti il più grande film di guerra di tutti i tempi, ma la loro amicizia era durata ben oltre Full Metal Jacket, e quando l'improvvisa morte di Kubrick impedì l'intervista che aveva chiesto, Michael Herr scrisse al suo posto questo libro furioso e malinconico, la storia di quell'amicizia e di quel capolavoro. Nel tratteggiare la figura di Kubrick, Herr si propose di confutare la trita mitologia che lo circondava, sostituendo all'icona minacciosa del regista folle e misantropo il ritratto di un uomo pieno di calore umano, leale, appassionato e infinitamente curioso. Con Kubrick è uno sguardo privilegiato e definitivo sul regista che ha cambiato per sempre il cinema contemporaneo, e sull'uomo, complicato e spesso frainteso, che si teneva nascosto dietro l'immagine dell'artista.
13,00 11,05

Superman & Co. Codici del cinema e del fumetto

Giorgio E. S. Ghisolfi

Libro in brossura

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 242

I novant'anni dalla nascita di Mickey Mouse e gli ottanta da quella di Superman diventano un'occasione per riflettere sulla natura crossmediale degli eroi della mitologia contemporanea. Dal medium di partenza entrambi si sono diffusi rapidamente ad altri supporti, sviluppando nuove narrazioni e creando, tra la pagina e il grande schermo, le condizioni del loro successo. Un percorso seguito da tanti altri eroi dell'immaginario, compresi quelli dell'universo Marvel creato da Stan Lee. Oggi, nell'epoca della crossmedialità, della convergenza dei media e dei cinecomics, sembra naturale che esista uno stretto legame tra fumetto e cinema, che sussistano una serie di reciproche influenze. Tuttavia il pubblico si chiede ancora quale genere sia più "nobile", quale sia nato prima, se l'uno sia figlio dell'altro, o quanto l'uno dipenda dall'altro. Gli studiosi si sono lungamente impegnati nel tentativo di definire la natura di tale relazione, senza però mai analizzarne i codici con un rigoroso metodo comparativo. Un'operazione al centro di questo libro che, grazie all'ausilio di numerose illustrazioni, si pone come rinnovato momento di discussione e di critica e introduce anche la prima teoria per una semiologia del cinema d'animazione.
18,00 15,30

Fata Morgana. Quadrimestrale di cinema e visioni

Libro in brossura

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2019

pagine: 292

"Fata Morgana" nasce per iniziativa di un gruppo di docenti, studiosi e critici che lavorano presso il Corso di laurea in DAMS dell'Università della Calabria, e al contempo coinvolge figure di filosofi, estetologi e artisti che riflettono sul rapporto fra immagine e pensiero, cinema e filosofia. Il progetto a carattere fortemente monografico intende indagare, attraverso il cinema e le forme audiovisive, i nodi problematici della contemporaneità. "Fata Morgana" propone un percorso non settoriale ma aperto, in cui gli strumenti dell'analisi del cinema si intersecano in profondità con riflessioni provenienti da altri campi del sapere, al fine di indagarne le dinamiche concettuali. La rivista, attraverso il contributo di studiosi di diversa provenienza disciplinare, propone il cinema come strumento di indagine, rifrazione e sguardo particolare con cui attraversare i temi che di volta in volta costituiranno il percorso monografico del numero.
18,00 15,30

50 nuove challenge epiche. Manuale per replicarle con gli amici. #Socialface3

Favij, LASABRIGAMER

Book

editore: Mondadori Electa

anno edizione: 2018

pagine: 208

Le challenge più epiche di #Socialface3 raccolte in un unico manuale per divertirti a casa con i tuoi amici. Ancora una volta il format Sky Uno interamente dedicato alle challenge, diventa "ricettario" dallo stile pop, divertente e facile da seguire, per replicare le più entusiasmanti sfide con gli amici. Un mondo fatto di creatività, coraggio e ironia in cui i creator hanno mantenuto l'energia e l'estro che li caratterizzano sul web. Le 50 challenge sono raccontate, illustrate e spiegate nel dettaglio, in modo che tutti possano provare a replicarle, sia all'aperto che in casa.
15,90 13,52

Spike Lee. Orgoglio e pregiudizio nella società americana

Lapo Gresleri

Libro in brossura

editore: BIETTI

anno edizione: 2018

pagine: 360

Ironico, caustico e provocatorio: così è Spike Lee, il regista classe 1957 autore di cult come "Fa' la cosa giusta", "Malcolm X" e "La 25a ora" (primo film girato a New York dopo l'11 settembre), che al botteghino alterna grandiosi flop e successi clamorosi. Così è il suo cinema, capace di guardare con distacco, ma mai con estraneità, alla complessa società americana, evidenziandone conflitti, contraddizioni e pregiudizi. Spike Lee. Orgoglio e pregiudizio nella società americana è la più completa monografia sul regista mai uscita in Italia, analisi dettagliata della sua intera produzione cinematografica, pubblicitaria e televisiva: dalle pietre miliari Lola Darling e Jungle Fever fino all'ultimo, acclamatissimo BlacKkKlansman (Gran Prix Speciale della Giuria a Cannes 2018 e Premio del Pubblico al Festival di Locarno 2018), passando per documentari e tv-movie, spot e videoclip. In ogni capitolo una riflessione sulle scottanti questioni razziali e di gender sollevate da Lee, per uno studio originale che si scosta dai giudizi affrettati di certa critica e restituisce una cinematografia i cui temi, in tempi di migranti e #MeToo, sono più che mai attuali.
22,00 18,70

Vecchi, vecchie e vecchiaie nella letteratura e nel cinema

Guglielmo Giumelli

Libro in brossura

editore: Il Nuovo Melangolo

anno edizione: 2018

pagine: 174

Vecchio e vecchia sono termini che fanno paura, fanno rabbrividire; sono parole cariche di inquietudini, di debolezze e, talvolta, anche di angosce. Vecchiaia è un termine difficile da definire poiché è un continuum ondulato, fatto di adattamenti/riadattamenti che inizia nel momento in cui si nasce e termina con la morte. Vecchiaia è una condizione che ha indotto, molto spesso, alla costruzione di immagini pesanti, cattive e ributtanti inducendo chi non la sta ancora vivendo ad allontanarla o a nasconderla in vari modi e chi la sta vivendo a 'dimenticare' che la vecchiaia è una condizione e una fase della vita che interessa tutti. Forse, si vorrebbe vivere la vecchiaia da 'non-vecchi' o la vecchiaia 'senza vecchi'. Reinventare la vecchiaia non può ridursi a un ingenuo e illusorio tentativo di aggirarla, scavalcarla e non incorrere negli 'ostacoli' che, inevitabilmente, l'accompagnano. Forse si deve 'uccidere' la vecchiaia vedendo in tale 'delitto' il passaggio necessario e obbligato per rimetterla in gioco e, quindi, viverla con tutti i suoi 'ostacoli' e percorrere il suo sentiero, più o meno lungo. Reinventare la vecchiaia deve passare anche attraverso la costruzione di una diversa immagine del vecchio e della vecchia, dopo avere 'sepolto' quelle passate in cui ci si imbatte ancora.
18,00 15,30

Super Robot Files 1982-2018. L'età d'oro dei robot giapponesi nella storia degli anime e del collezionismo

Fabrizio Modina

Libro in brossura

editore: Edizioni BD

anno edizione: 2018

pagine: 300

Con questo volume si conclude un percorso di ricerca e analisi che, a partire dalla pubblicazione di Super Robot Files-1963/1978 nel 2014, ha tracciato le linee guida della storia dei Super Robot dell'animazione giapponese, guadagnandosi la menzione di unica enciclopedia in una lingua occidentale dedicata a tale tematica. Super Robot Files-1982/2018, aprendo con il fenomeno mediatico Chojiku Yosai Macross, giunto in Italia nella forma americanizzata di Robotech, si concentra innanzitutto su due anni particolarmente intensi a livello produttivo, un periodo che vede nel 1984 l'anno nel quale la parabola or storica dei giganti d'acciaio incontra una graduale quanto inevitabile flessione, nonostante la presenza di serie innovative come Seisenshi Dunbine e Soko Kihei Votoms, opere che declinano il mecha nel fantasy e nell'iperrealismo. Seppur lentamente, l'evoluzione dei Super Robot continua, generando opere memorabili e mature, qui trattate come un epilogo che affronta i migliori titoli prodotti a partire dal 1985 sino al 2018, includendo i fondamentali Shin Seiki Evangelion, Kido Keisatsu Patlabor, Code Geass: Hangyaku no Lelouch, Sidonia no Kishi, oltre che la ludica Yusha Series e l'epopea dei Transformers, tutti eredi di un passato glorioso che ha segnato in maniera indelebile non solo la storia degli anime, ma l'intera narrazione fantascientifica. Trait d'union tra la "Goldrake Generation" e i fan del nuovo millennio, Super Robot Files-1982/2018 vi accompagnerà in un viaggio alla scoperta di capolavori a volte noti, a volte del tutto inediti nel nostro Paese, chiudendo un cerchio di creatività unico nel suo genere. Prefazione a cura di Jacopo Costa Buranelli.
27,00 22,95

Fata Morgana Web 2018. Un anno di visioni

Libro

editore: PELLEGRINI

anno edizione: 2018

pagine: 668

Da "Dogman" di Garrone a "The Post" di Spielberg a "Loro" di Sorrentino, dal "nuovo" film di Orson Welles, "The Other Side of the Wind", ai film di Eastwood, Polanski, Anderson, Soderbergh, Rohrwacher e Martone, da serie tv come "Gomorra" e "The Americans" a due speciali, uno sui film del Sessantotto e un altro, cuore del presente annuario, dedicato al cinema italiano contemporaneo, questo volume racconta tutto ciò che di importante e degno di memoria è apparso sugli schermi del cinema, e non solo, nel 2018.
30,00 25,50

La realtà attraverso lo sguardo di Michelangelo Antonioni. Residui filmici

Stefano Usardi

Libro

editore: MIMESIS

anno edizione: 2018

pagine: 288

La presente tesi cerca di individuare, all'interno della fenomenologia percettiva dello spettatore cinematografico, una permanenza attiva di residui filmici, ovvero tracce simboliche, consce e inconsce, che ne condizionano la percezione della realtà circostante. Inserendo lo spettatore in un circolo creativo, nel quale svolgono parte attiva le sue esperienze regresse e le sue costruzioni cognitive, l'opera filmica assume un valore dinamico e cerca, all'interno dell'atmosfera cinematografica, di stimolare un coinvolgimento creativo del fruitore. Analizzando, anche prettamente dal punto di vista della tecnica, i tre film della maturità di Michelangelo Antonioni si giunge a individuarne le caratteristiche intrinseche che ne esaltano l'interazione con lo spettatore e permettono l'individuazione di una complessa struttura espressiva che ne accentua l'attualità.
22,00 18,70

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.