Il tuo browser non supporta JavaScript!

Musica

Tralummescuro. Ballata per un paese al tramonto

Francesco Guccini

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2019

pagine: 288

"Radici" è il titolo di uno dei primi album di Francesco Guccini, e radici è la parola che forse più di tutte rappresenta il cuore della sua ispirazione artistica. Radici sono quelle che lo legano a Pàvana - piccolo paese tra Emilia e Toscana dove sorge il mulino di famiglia, vera Macondo appenninica ormai viva nel cuore dei lettori - e radici sono quelle che sa rintracciare dentro le parole, giocando con le etimologie fra l'italiano e il dialetto, come da sempre ama fare. Oggi Pàvana è ormai quasi disabitata, i tetti delle case non fumano più. È in questo silenzio che il narratore evoca per noi i suoni di un tempo lontano, in cui la montagna era luogo laborioso e vivo, terra dura ma accogliente per chi la sapeva rispettare. Rinascono così personaggi, mestieri, suoni, speranze: gli artigiani all'opera in paese o lungo il fiume, i primi sguardi scambiati con le ragazze in vacanza, i giochi, gli animali e i frutti della terra, un orizzonte piccolo ma proprio per questo aperto all'infinito della fantasia. Tra elegia e ballata, queste pagine sono percorse da una continua ricerca delle parole giuste per nominare ricordi, cose e persone del tempo perduto; la malinconia è sempre temperata dalla capacità di sorridere delle umane cose e dalla precisione con cui vengono rievocati gesti, atmosfere, vite non illustri eppure piene di significato. Francesco Guccini non canta più, ma la sua voce si leva di nuovo per noi, alta, forte, piena di poesia, per consegnarci un'opera che è testamento e testimone da raccogliere, in attesa di una nuova aurora del giorno.
19,00

La storia della disco music

Andrea Angeli Bufalini, Giovanni Savastano

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2019

pagine: 480

Il volume analizza genesi e sviluppo di un melting pot sonoro, culturale e sociale dalle innumerevoli diramazioni creative: un fenomeno molto amato, ma anche molto osteggiato, che, da movimento underground per minoranze di razza, sesso e ceto sociale, si è¨ evoluto in carismatico trend-setter di massa. Per la prima volta in Italia viene narrata, da prospettive nuove rivolte al contesto socio-culturale dell'epoca, la storia completa della disco music risalendo alle sue radici afro, R&B, soul, funk fino alle contaminazioni con l'elettronica dell'Eurodisco, con un occhio di riguardo riservato alla prima Italo Disco, approfondendo altresì il proliferare delle originarie discotheques che, da Parigi, sono esplose a New York, centro gravitazionale della club culture (The Loft, Studio 54, Paradise Garage) e trampolino di lancio dei nuovi ministri del suono, i DJ e i loro vinili a 12 pollici. Una mappa per orientarsi tra le varie correnti assurte a fama mondiale: dalle origini afro di Manu Dibango e della Lafayette Afro Rock Band al solare Miami Sound, dalla disco-stomp di Bohannon alla Febbre del Sabato Sera, dall'orchestrale Philly Sound all'elettronica del Munich Sound di Giorgio Moroder, dalle superstar (Donna Summer, Bee Gees, Chic, Gloria Gaynor, Barry White, Amii Stewart) alle iconiche hits delle meteore (~Ring My Bellâ", "Born To Be Alive", "Funky Town") e dei personaggi più oscuri, dal gay-clubbing di Sylvester e Grace Jones agli "alieni" atterrati sul Dancefloor dai pianeti rock, funk e jazz. Con un focus incentrato nel periodo 1974-1980 (prodromi ed epigoni annessi), "La storia della disco music" è una narrazione completa, ricca di racconti, aneddoti e citazioni, sul caleidoscopico genere che ha contribuito in modo fondamentale all'evoluzione della musica moderna.
29,90 26,91

Il ragazzo di vetro. Cajkovskij

Nina Berberova

Libro: Copertina morbida

editore: GUANDA

anno edizione: 2019

pagine: 233

Attorno alla figura di P.I. Cajkovskij permane, sebbene su di lui sia stato scritto molto, un alone di mistero. Vari gli aspetti della sua vita che si prestano alla costruzione di un personaggio quasi romanzesco: il rapporto con la madre e la tragica fine di questa, l'omosessualità, il disastroso matrimonio, la relazione con la signora von Meck, sua ricchissima mecenate, durata quattordici anni senza che i due si incontrassero neppure una volta, la morte, con l'enigma del presunto suicidio. E la musica: finora quella di Cajkovskij è stata la musica romantica per eccellenza. Nina Berberova, affidandosi ai documenti d'epoca ma soprattutto ai suoi preziosi colloqui con le persone che avevano conosciuto Cajkovskij, e ricomponendo il tutto con sensibilità e intelligenza, ci regala un ritratto del grande musicista per molti aspetti inedito. Il bambino dalla morbosa sensibilità, il «ragazzo di vetro», come lo definì la governante francese Fanny, e l'uomo di mondo che indossa sempre una maschera; la persona desiderosa di quiete e delle gioie semplici della vita familiare e il grande musicista, riverito e applaudito nelle capitali d'Europa. La Berberova ricostruisce la figura di un uomo tormentato ed estremamente consapevole, colto e aperto alle suggestioni europee, ricco di contraddizioni ma anche capace di risolverle tutte nella sua musica. Una biografia impeccabilmente documentata, cui il talento di scrittrice di Nina Berberova dà qualità narrativa.
18,00

Elton John. Rocket Man in immagini, musica e parole

Chris Roberts

Libro: Copertina rigida

editore: Mondadori Electa

anno edizione: 2019

pagine: 240

Uno degli artisti più prolifici e di successo nella storia della musica pop, nel corso della sua ultracinquantennale carriera Elton John ha vinto sei Grammy Awards, cinque Brit Awards e ha venduto più di 300 milioni di dischi. "Candle in the Wind" 1997 è tuttora il singolo più venduto di sempre. In occasione del tour mondiale d'addio, questa sontuosa retrospettiva ne celebra l'incredibile storia e carriera. Riccamente illustrato, il volume - che racchiude oltre 235 immagini, incluse fotografie rare e finora inedite - ripercorre la sua infanzia da bambino prodigio del pianoforte, i primi concerti nel West End, il fortunato incontro e il successivo inossidabile sodalizio con il paroliere Bernie Taupin. Dalla canzone che ha dato il via a tutto, Your Song, all'inarrestabile ascesa nello star system, fino alle sfide che ha dovuto affrontare e al suo instancabile impegno in beneficenza con la Elton John AIDS Foundation.
35,00

The Beatles 1962-1969. Da Liverpool ad Abbey Road

Ernesto Assante

Libro: Copertina rigida

editore: WHITE STAR

anno edizione: 2019

pagine: 208

Magici anni '60... Sono passati più di cinquant'anni da quando i Beatles registrarono il loro primo album e diedero il via a una vera e propria rivoluzione, non solo nell'ambito della musica ma anche in quello della cultura, della moda e della comunicazione. La società è cambiata perché i Beatles sono stati i primi a mettere al centro dell'attenzione la gioventù, una categoria sociale che era praticamente inesistente prima dell'arrivo del gruppo sulla scena. Questo straordinario volume ripercorre la loro storia, anno dopo anno, attraverso una raccolta di eventi, storie, canzoni e aneddoti. Perché la loro leggenda sopravvive in tutti noi ancora oggi. I Beatles sono nel nostro DNA.
29,90

Queen. Opera omnia. Le storie dietro le canzoni

Roberto De Ponti

Libro: Copertina rigida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2019

pagine: 480

Questo libro affronta tutte le canzoni dei Queen. Un'impresa titanica, un'opera puntigliosa e straordinaria, un vero e proprio viaggio alla scoperta profonda del "mito". Roberto De Ponti ha raccolto informazioni su ogni singolo brano, dai primi germi di idea alla messa in nastro, dal racconto del lavoro in studio agli eventuali sviluppi sulla scena. Si parla dell'accoglienza dei fans, non si dimenticano i giudizi della stampa, ma soprattutto spiccano le parole dei diretti interessati, scelte con cura appassionata dalle migliaia di interviste rilasciate nel corso degli anni. Un mosaico che vale non solo come immenso repertorio di consultazione ma anche come importante traccia biografica. Il risultato è un libro completo, esaustivo e sorprendente che racconta una delle leggende più belle e indimenticabili della storia del rock.
24,00

Genesis. The Lamb

Jon Kirkman, Mino Profumo

Libro: Copertina rigida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2019

pagine: 304

Cofanetto edizione speciale a tiratura limitata. Ogni copia è numerata progressivamente. Contiene: 8 foto inedite stampate su carta pregiata inserite in folder opaco trasparente; un trentaduesimo di foto extra e un poster originale del Tour 1974/1975. Reduci dal successo di "Selling England By The Pound", i Genesis si lanciarono in quella che sarebbe stata la loro opera più ambiziosa. Frutto di una folgorante visione di Peter Gabriel, "The Lamb Lies Down On Broadway" divenne il primo concept album del gruppo e diede vita a un tour in cui emerse in pieno l'incredibile genio multiforme del frontman, che ideò uno show pieno di effetti speciali e costumi, durante il quale oltre 1100 diapositive venivano proiettate su tre schermi in perfetta sincronia con la musica. Un mix di suoni e visioni che ha riscritto il modo di pensare il live. Di quest'album, tra i più significativi della storia del rock, fino a oggi non esisteva una memoria visiva degna di questo nome. Nessuno degli oltre 100 concerti del tour fu mai ripreso da una troupe professionale. Finalmente, grazie a questo libro, gli estimatori dei Genesis hanno a disposizione una narrazione completa ed esaustiva di quel tour leggendario: una raccolta di splendide immagini mai viste, capaci di restituire la complessità e l'energia di quel live, ma anche un'intensa serie di preziosi contributi di testimoni d'eccezione come Carlo Massarini e Armando Gallo, di retroscena raccontati da protagonisti come Steve Hackett, di attente ricostruzioni di esperti del calibro di Mino Profumo e Serge Morissette e di insostituibili interventi come quello di Aubrey Powell di Hipgnosis, il quale ha scelto di condividere ben otto pagine di appunti che lo stesso Peter Gabriel gli scrisse per guidarlo nella realizzazione della copertina del disco, più una settantina di scatti preparatori del tutto inediti. "The Lamb" è molto più di un libro fotografico. È il racconto vivo e pulsante di uno dei più coraggiosi esperimenti musicali nella storia del rock.
100,00

Genesis. The Lamb

Jon Kirkman, Mino Profumo

Libro: Copertina rigida

editore: Rizzoli Lizard

anno edizione: 2019

pagine: 304

Reduci dal successo di Selling England By The Pound, i Genesis si lanciarono in quella che sarebbe stata la loro opera più ambiziosa. Frutto di una folgorante visione di Peter Gabriel, The Lamb Lies Down On Broadway divenne il primo concept album del gruppo e diede vita a un tour in cui emerse in pieno l'incredibile genio multiforme del frontman, che ideò uno show pieno di effetti speciali e costumi, durante il quale oltre 1100 diapositive venivano proiettate su tre schermi in perfetta sincronia con la musica. Un mix di suoni e visioni che ha riscritto il modo di pensare il live. Di quest'album, tra i più significativi della storia del rock, fino a oggi non esisteva una memoria visiva degna di questo nome. Nessuno degli oltre 100 concerti del tour fu mai ripreso da una troupe professionale. Finalmente, grazie a questo libro, gli estimatori dei Genesis hanno a disposizione una narrazione completa ed esaustiva di quel tour leggendario: una raccolta di splendide immagini mai viste, capaci di restituire la complessità e l'energia di quella performance, ma anche un'intensa serie di preziosi contributi di testimoni d'eccezione come Carlo Massarini e Armando Gallo, di retroscena raccontati da protagonisti come Steve Hackett, di attente ricostruzioni di esperti del calibro di Mino Profumo e Serge Morissette e di insostituibili interventi come quello di Aubrey Powell di Hipgnosis, il quale ha scelto di condividere per la prima volta ben otto pagine di appunti che lo stesso Peter Gabriel gli scrisse per guidarlo nella realizzazione della copertina del disco, più una settantina di scatti preparatori del tutto inediti. The Lamb è molto più di un libro fotografico. È il racconto vivo e pulsante di uno dei più coraggiosi esperimenti musicali nella storia del rock.
59,00

Route 69. Il 1969 a 33 giri

Mox Cristadoro

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 240

1969. Un'annata magica: simultaneamente "termine" e "preludio" per due decadi fondamentali nella storia del costume, dell'arte e della società del ventesimo secolo. Nella sua cronologia ritroviamo sorprendenti raduni (Woodstock e Altamont in USA o Hyde Park a Londra), il primo approdo umano sulla Luna, l'e erato delitto di Beverly Hills per mano della Manson Family che sconvolse l'America e il mondo intero, la strage di Piazza Fontana a Milano; poi l'uscita in edicola di Alan Ford e il Gruppo TNT, o l'esordio del Mistero Bu o del premio Nobel Dario Fo,... mentre al cinema si consacra Easy Rider, come emblema dei road movie. Un resoconto del periodo attraverso la pubblicazione di un'incommensurabile serie di dischi epocali, o comunque degni dello status d'immortalità in virtù di enormi dosi d'innovazione e indiscutibile fascino, grazie ai quali si (ri)scoprono indelebili tracce appartenenti ai più svariati linguaggi musicali.
19,00

I ribelli della musica classica. Una playlist rivoluzionaria

James Rhodes

Libro: Copertina rigida

editore: GALLUCCI

anno edizione: 2019

pagine: 72

Bach. Mozart. Beethoven. Sono loro le prime rockstar della storia. E questo libro ti spiega perché. Nella sua sfolgorante introduzione alla musica classica, il pianista James Rhodes presenta i geni ribelli che hanno creato i più grandi capolavori e svela come ogni brano presente oggi sul tuo smartphone sia in fin dei conti merito loro. Lasciati trasportare dall'ascolto della playlist (gratuita) online. Scoprirai che la musica ha un potere straordinario: può cambiare l'umore... e anche la mente!
19,90

Why Don't We. Sotto i riflettori

Libro: Copertina rigida

editore: HarperCollins Italia

anno edizione: 2019

pagine: 232

Nel 2016 cinque musicisti hanno deciso di suonare insieme, e si sono resi conto di non essere affatto male. Così, quando qualcuno ha proposto loro di formare una band, si sono guardati e si sono detti: "Hey, why don't we?". E quello è diventato il loro nome ufficiale. Da quel momento il gruppo ha registrato il tutto esaurito a ogni concerto, si è esibito al Madison Square Garden, ha firmato un contratto con la Atlantic Records e ha conquistato milioni di fan. I sogni di questi cinque ragazzi si sono realizzati prima di quanto potessero immaginare... ed è solo l'inizio. Questa è l'autobiografia ufficiale dei Why Don't We: corredata di foto inedite e di curiosi retroscena su Corbyn, Daniel, Zach, Jonah e Jack, racconta i segreti che i componenti del gruppo non hanno mai condiviso prima con i fan, compresi alcuni tra i più imbarazzanti aneddoti della loro infanzia, ciò che cercano in una ragazza e come ci si sente ad avere una vita completamente diversa. Fin qui è stato un percorso incredibile... e diventa sempre meglio! Perché non ti unisci a loro in questo straordinario viaggio? Gira la copertina e scopri il fantastico poster dei Why don't we!
16,90

Let's go (so we can get back). Una storia di dischi e discordie con i Wilco (e non solo)

Jeff Tweedy

Libro: Copertina morbida

editore: Sur

anno edizione: 2019

pagine: 322

Jeff Tweedy è la voce (e la testa) dei Wilco, uno dei gruppi più rappresentativi del rock alternativo esploso tra gli anni Novanta e i Duemila. Nato e cresciuto nel Midwest, incarna un ideale vagamente romantico dell'artista di provincia, che guarda con divertita lontananza il glamour dello star-system, e lo mostra tanto nel suo personaggio pubblico quanto nella musica e nei testi che scrive, malinconici e poetici ma animati sempre dal nonsense e da un originalissimo senso dell'ironia. Superata la soglia dei cinquant'anni,Tweedy sceglie di mettersi a nudo in un libro, soffermandosi sugli aspetti noti e meno noti della sua lunga storia, dall'esordio con gli Uncle Tupelo alla consacrazione con i Wilco, fino ai recenti progetti solisti. Spiega la genesi delle canzoni e il processo di lavorazione dei dischi; racconta relazioni professionali, amicizie e dolorosi allontanamenti; condivide curiose intuizioni sull'arbitrarietà del suo metodo creativo; descrive l'esperienza delle droghe e la lotta contro la dipendenza; riflette sull'importanza della famiglia rispetto a quella della carriera, prendendosi gioco degli stereotipi che circondano la figura del musicista e del «maschio» americano (senza mai risparmiare sé stesso). Fa tutto questo con acume e intelligenza, e strappando al lettore più di una risata. Selezionato da Rolling Stone e da Pitchfork come uno dei migliori libri di musica dell'anno, Let's Go (So We Can Get Back) è un memoir disincantato e toccante, uno sguardo personalissimo su cosa significa essere una rockstar nell'era della morte del rock.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.