Il tuo browser non supporta JavaScript!

Fotografia e fotografi

Mauro Fiorese. Treasure rooms. Catalogo della mostra (Verona, 5 aprile-2 settembre 2019). Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: FRANCO COSIMO PANINI

anno edizione: 2019

pagine: 96

La collaborazione di Mauro Fiorese con il Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri si è sviluppata nel corso degli anni con modalità diverse, ma con molti tratti comuni. Ci si può azzardare a dire che la crescita professionale di Mauro sia coincisa con la parallela crescita dell'esperienza del Centro degli Scavi Scaligeri. L'esordio è nel 2001 con Two spirits: una mostra nella quale Fiorese, poco più che trentenne, presenta il suo lavoro di fotografo, facendolo dialogare - e qui si vede già in nuce quella attitudine per la curatela che sarà poi il segno distintivo della sua collaborazione con il Centro - con le opere di un autore americano, Keith Carter, in una mostra particolare e molto intima, giocata solo sul bianco e nero. Carter e Fiorese sono due spiriti che si riconoscono nella ricerca di una fotografia che sappia cogliere nei minuti particolari della quotidianità quel senso di mistero e di poesia che costringe, anche solo per un istante, a fermarsi e riflettere. Di nuovo, nel 2008 un suo lavoro sulla boxe comparirà nella mostra collettiva Young Days, dedicata ai giovani fotografi di Verona che lui, con il suo lavoro di insegnante presso l'Accademia e all'Università, molto aveva contribuito a catalizzare nell'associazione Larterìa.
25,00

Doisneau e la musica

Clémentine Deroudille

Libro: Copertina morbida

editore: JACA BOOK

anno edizione: 2019

pagine: 189

La passione di Robert Doisneau per l'energia e la gioia che il mondo della musica sprigiona prende vita nelle pagine di questo libro, in una galleria di immagini che copre l'intero spettro musicale: dalla musica classica al jazz, dal be-bop alle radici del rap moderno e del rock alternativo. Macchina fotografica alla mano, Doisneau ha percorso Parigi in lungo e in largo, cogliendo attimi musicali nelle strade e nei bistrot, catturando momenti privati di star della musica come Eartha Kitt in un jazz club, Django Reinhardt a casa e Yehudi Menuhin nel backstage, o sorprendendo la Callas, Messiaen e Poulenc. Chiamato a ritrarre Georges Brassens, Juliette Gréco, Charles Aznavour e Claude François, ha immortalato una nuova generazione di musicisti negli anni '80, tra cui Rita Mitsouko e Les Négresses Vertes. L'amico di lunga data di Doisneau, Maurice Baquet, ha posato per lui con il suo violoncello, dando vita a iconiche improvvisazioni fotografiche. Questo libro mostra in una nuova prospettiva il talento e la maestria di Doisneau con oltre cento fotografie - molte delle quali inedite che attestano la padronanza dell'artista nelle tecniche di fotomontaggio, collage, editing e distorsioni fotografiche. Oltre a offrire, in un ponte tra fotografia e musica, un ritratto unico della Parigi degli anni '50-'80.
50,00

Lewis Carroll fotografo

Libro: Copertina morbida

editore: ABSCONDITA

anno edizione: 2019

pagine: 160

"Sino ad alcuni decenni or sono si ignorava che l'autore di 'Alice's adventures in Wonderland' fosse anche uno straordinario fotografo. Solo nel 1949 lo storico della fotografia Helmut Gernsheim, mentre stava lavorando a un libro su Julia Margaret Cameron, trovò un album contenente centoquindici fotografie di un dilettante dell'epoca vittoriana che, con suo profondo stupore, scoprì essere Lewis Carroll. Alla sua morte, avvenuta nel 1898, il poeta aveva infatti lasciato trentatré album, dodici dei quali contenenti sue fotografie. Circa settecento immagini, di cui solo una parte sono state pubblicate. Alcuni pensano che la fotografia fu per Lewis Carroll soltanto un passatempo, uno svago. Ritengo invece che essa giocò un ruolo essenziale nella sua stessa esistenza. Già nel suo primo incontro la salutò come «la nuova meraviglia del mondo». Fu uno dei primi a vedere in essa un mezzo espressivo degno di interesse. Una grande affinità legava del resto il suo universo, popolato di trabocchetti, di giochi di specchi, di magiche trasformazioni, a quello della fotografia. Carroll si trovava perfettamente a suo agio nello spazio irreale della camera oscura, dove i raggi luminosi, fissandosi, ricreano le apparenze fuggevoli e impalpabili della realtà. Rivelare le immagini latenti, captarle, fissarle per sempre e materializzarle: questo è il prodigio della fotografia, che lo folgorò e l'indusse a coltivarla, ad amarla. La morte del soggetto, la sua resurrezione al di là del reale, l'arresto del tempo, la presenza di ciò che è assente e l'assenza di ciò che è presente, tutti questi paradossi Carroll li ha vissuti un'infinità di volte dietro il suo obiettivo." (dallo scritto di Brassaï)
34,00

Dal tramonto all'alba. Guida alla fotografia notturna

Glenn Randall

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo

anno edizione: 2019

pagine: 232

In passato la fotografia di paesaggio terminava quando l'ultima luce del crepuscolo svaniva dal cielo. Oggi, invece, il tramonto è il momento per iniziare. Le moderne fotocamere digitali hanno reso possibile la creazione di immagini notturne che ai tempi della pellicola e dei primi fotografi digitali si potevano solo sognare. Sempre più appassionati si avventurano nella notte, ben oltre il bagliore rassicurante delle luci della città, e ritornano con scatti spettacolari di luoghi familiari o sconosciuti, diversi da qualsiasi cosa vista prima. In questo volume riccamente illustrato Glenn Randall guida il lettore in un nuovo mondo fotografico, insegnando a progettare, scattare ed elaborare immagini di qualità professionale che ritraggono la Via Lattea, l'aurora boreale, le eclissi lunari, le piogge di meteore e le scie di stelle, oltre a paesaggi illuminati solo dalla luce della luna. Nel corso dei capitoli l'autore mostra gli strumenti e le tecniche per integrare splendide rappresentazioni del cielo notturno con visioni altrettanto spettacolari del terreno sottostante, realizzando immagini che evocano un senso di meraviglia. Al termine del libro sarà giunto il momento di imbracciare l'attrezzatura e addentrarsi nell'oscurità, per iniziare a creare i propri capolavori.
29,90

Doppio sguardo. Conversazioni tra fotografi

Silvia Camporesi

Libro: Copertina morbida

editore: Contrasto

anno edizione: 2019

pagine: 175

Le "conversazioni sulla fotografia" sono un ciclo di dialoghi che ogni anno Silvia Camporesi cura e propone e in cui nuove voci e nuove personalità discutono con lei intorno ai temi e agli stili del linguaggio fotografico. Di fronte a un pubblico attento e curioso, Silvia incontra i suoi maestri, i suoi coetanei, le voci nuove o consolidate della fotografia italiana intrecciando uno scambio fatto di dialogo, di curiosità e conoscenza, di approfondimento e di storie personali, di tecniche e stili. Questo libro raccoglie alcune tra le conversazioni più rappresentative realizzate nel tempo e testimonia, in un linguaggio fresco e diretto, quanto la fotografia italiana sia fatta di una pluralità di voci e di tante, diverse, personalità affascinanti.
21,90

Dentro l'inquadratura. Viaggio alla scoperta della visione fotografica

David Duchemin

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo

anno edizione: 2019

pagine: 286

Tutti gli insegnamenti del testo sono un perfetto bilanciamento tra testa e cuore, capacità tecniche e visione, e da questo nasce il processo creativo che consente di scattare immagini piene di significato. A corollario si trovano suggerimenti da mettere subito in pratica, esercizi per stimolare la creatività e naturalmente fotografie avvincenti. In ogni capitolo l'autore sembra dire al lettore: "Come io inseguo la mia visione, tu devi inseguire la tua nei posti che sono per te più congeniali, l'importante è che tu lo faccia coscientemente, con passione e senza scendere a compromessi". Quindi mostra come fotografare persone, località e culture con originalità e autenticità, condividendo la sua esperienza nell'approcciarsi a soggetti diversi, scoprire nuovi luoghi, catturare paesaggi oppure aspetti che raccontano una società nel suo intimo, come il cibo, l'arte e la fede. Ma soprattutto, duChemin non perde mai di vista il tema cruciale della visione e aiuta a coltivarla spingendo il lettore a portarla dentro l'inquadratura.
29,90

Come fare con Photoshop. La cassetta degli attrezzi con maschere di livello, pennelli e metodi di fusione

Glyn Dewis

Libro

editore: Apogeo

anno edizione: 2019

pagine: 240

"Photoshop è il più potente software di fotoelaborazione mai creato, ma è anche difficile da apprendere, mentre è quasi impossibile padroneggiare le centinaia di funzioni e opzioni di cui è dotato. Per questo molti fotografi scelgono di affidarsi esclusivamente a Lightroom. Rinunciare a Photoshop significa però privarsi della possibilità di portare la propria creatività a un livello completamente nuovo. In questo manuale l'autore si concentra sulle tre funzionalità chiave di Photoshop: maschere di livello, pennelli e metodi di fusione. Una volta acquisiti questi tre strumenti, non c'è nulla che possa limitare o impedire di raggiungere il risultato desiderato. L'obiettivo è insegnare non solo le procedure che permettono di ottenere un determinato effetto ma anche le logiche che le governano, imparando così a ipotizzare cosa succederebbe se le stesse tecniche fossero usate su immagini diverse. Un manuale pratico e ricco di esempi da seguire passo passo, ideale per chi ha poco tempo ed esperienza e vuole costruire la propria "cassetta degli attrezzi" per iniziare a lavorare con Photoshop.
29,90

Piranesi Roma Basilico

Gabriele Basilico, G. Battista Piranesi

Libro: Copertina rigida

editore: Contrasto

anno edizione: 2019

pagine: 168

Questo catalogo, che presenta una selezione di 67 fotografie di Gabriele Basilico, affiancate da altrettante vedute di Piranesi della collezione Fondazione Cini.
55,00

Confini di umanità

PAOLO; PELLEGRIN

Libro: Copertina morbida

editore: Contrasto

anno edizione: 2019

pagine: 103

"Il mio ruolo - ha scritto Pellegrin - è quello di creare dei documenti per la nostra memoria collettiva". Il fotografo, infatti, nella sua ormai consolidata carriera si è dedicato al racconto di guerre, dei migranti, della tragedia umana che quest'epoca vive; ma lo ha fatto ponendo sempre l'attenzione sull'uomo, sul dettaglio, su ciò che non siamo abituati a osservare. Le emozioni, le storie, la dimensione più intima dell'individuo sono i protagonisti delle immagini di Pellegrin. Quei pochi elementi mostrati dalle fotografie si fanno simbolo della condizione umana; i particolari diventano la parte che rappresenta il tutto, e che costringono chi guarda a ricercare e ricostruire il dramma storico dei nostri tempi. Gli uomini, con la loro cultura, il loro passato e il loro futuro - spesso lontano e diverso - convivono sullo stesso pianeta non sempre pacificamente. Questo viaggio tra le fotografie di Pellegrin ci racconta una umanità divisa e spezzata. Il volume si arricchisce dei testi di Giulia Cogoli, Marco Aime e Marco Belpoliti: le loro parole riflettono sul ruolo della fotografia di Pellegrin e provano a raccontare quel bianco e nero struggente che ritrae la quotidianità di un pianeta dolorante e sconfitto dalle guerre.
24,90

Franco Fontana. Sintesi. Catalogo della mostra (Modena, 23 marzo-25 agosto 2019). Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: FRANCO COSIMO PANINI

anno edizione: 2019

pagine: 128

"Fondazione Modena Arti Visive rende omaggio a Franco Fontana nella sua città, Modena, con la mostra Sintesi, che ripercorre oltre sessant'anni di carriera dell'artista e traccia i suoi rapporti con alcuni dei più importati autori della fotografia del Novecento. Allestita contemporaneamente nella Sala Grande di Palazzo Santa Margherita, alla Palazzina dei Giardini e al MATA - Ex Manifattura Tabacchi che costituiscono, insieme al Museo della Figurina, le sedi espositive gestite dalla Fondazione - questa mostra è un giusto riconoscimento a uno degli artisti modenesi più conosciuti a livello nazionale e internazionale. L'esposizione è suddivisa in due sezioni. La prima, curata da Diana Baldon, direttrice di Fondazione Modena Arti Visive, e allestita a Palazzo Santa Margherita e nella Palazzina dei Giardini, rappresenta la vera sintesi - come recita il titolo - del percorso artistico di Franco Fontana, attraverso trenta opere, la maggior parte delle quali inedite, realizzate tra il 1961 e il 2017, selezionate dal vasto archivio fotografico dell'artista. Questo nucleo si concentra su quei lavori che costituiscono la vera cifra espressiva di Fontana. La seconda sezione, curata dallo stesso Franco Fontana, ospitata al MATA Ex Manifattura Tabacchi, propone circa centoventi fotografie selezionate dal fondo di 1600 opere che Franco Fontana ha donato a partire dal 1991 al Comune di Modena e alla Galleria Civica, che costituisce un'importante costola del patrimonio collezionistico, ora gestito da Fondazione Modena Arti Visive. Tale collezione delinea i rapporti intrecciati dall'artista con i grandi protagonisti della fotografia: da Mario Giacomelli a Luigi Ghirri e Gianni Berengo Gardin, da Arnold Newman a Josef Koudelka e Sebastiào Salgado. In una recente intervista Fontana ha affermato che per diventare bravi fotografi occorrono "umiltà, passione, tempo e coraggio". Non è un caso che le doti poste in evidenza dall'artista siano quelle caratteristiche della terra dove è nato, il suo back-ground fatto di immaginazione e pragmatismo, creatività e determinazione." (Gino Lugli Presidente, Fondazione Modena Arti Visive)
25,00

La fotografia soprattutto. In conversazione con Silvia Paoli

Italo Zannier, Silvia Paoli

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 80

Nella conversazione con Silvia Paoli, Italo Zannier ripercorre - attraverso gli incontri, le collaborazioni, l'insegnamento e le committenze - la sua intera carriera, dagli esordi fino agli scritti più recenti, esito di uno straordinario percorso condotto tra ricerca storica, impegno critico e riflessione militante.
8,00

Perché ti piace questa foto? La scienza della percezione applicata alla fotografia

Brian Dilg

Libro: Copertina morbida

editore: GRIBAUDO

anno edizione: 2019

pagine: 160

A volte ciò che vedi è diverso da quello che credi di vedere... Mentre osservi una foto, "dietro le quinte" succedono molte cose. Per esempio, qualcosa sta comunicando al tuo cervello un'idea di movimento, anche se la foto è statica. Come è possibile? O ancora, un'immagine ti cattura per il netto contrasto tra un nero profondo e un bianco limpidissimo. Ma che cosa rende questo contrasto degno di nota? Perché una foto soddisfa, o delude, le nostre aspettative? Come nascono tali aspettative? Che cosa ci fa definire "bella" una foto? Per rispondere a queste e a molte altre domande, il direttore della fotografia Brian Dilg coniuga i fondamenti della tecnica fotografica con quelli della psicologia e delle neuroscienze. Il risultato è un emozionante viaggio visivo e testuale, che racconta al lettore come "funziona" una foto e come la percepisce la mente. Il libro comprende, inoltre, i lavori di oltre 50 celebri fotografi, dai maestri del Novecento agli ultimi innovatori, fra i quali: Paul Caponigro, Martin Parr, Pier Paolo Cito, Hilla & Bernd Becher, Jim Brandenburg, Edward Weston, James Casebere, Kevin Lamarque, Elliott Erwitt, Matt Stuart, George DeWolfe, Pentti Sammallahti, Garry Winogrand, Steve McCurry, Michael Crouser, Bjarte Bjørkum, David Burnett, Dorothea Lange, Raymond Meeks, Ragnhild Kjetland, Josef Koudelka, Bruce Gilden, Pixy Yijun Liao, Elinor Carucci, Chris Bucklow, André Kertész, J A Mortram, Isadora Kosofsky, Todd Heisler, Alfred Eisenstaedt, Tim Hetherington, Damon Winter, Martin Schoeller, Stuart Franklin.
16,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.