Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Psicologia

La mente abituata. Perché le cose smettono di interessarci.

Massimo Turatto

Libro

editore: Zanichelli

anno edizione: 2021

pagine: 112

Il rumore della pioggia di un temporale improvviso ci distrae, ma dopo poco non lo sentiamo più. Ci invaghiamo di una persona, ma con il passare del tempo perdiamo interesse. Dopo mesi di bollettini medici quotidiani, l’ennesimo annuncio sui numeri della pandemia ci lascia quasi indifferenti. Che cosa è successo? Siamo caduti nell’abituazione: la ripetizione dello stesso stimolo o della stessa situazione non ci fa più effetto e smettiamo di rispondere. L’abituazione riflette un meccanismo automatico, presente in tutti gli animali, che permette di ignorare gli stimoli ripetitivi irrilevanti, ma che a volte può ridurre il nostro interesse anche nei confronti di stimoli importanti. Una forma di apprendimento basilare che può avere conseguenze inattese nella nostra vita: nei legami affettivi, nel rapporto con il cibo, nella risposta a farmaci e stupefacenti, nella nostra capacità di reagire emotivamente a notizie drammatiche ripetute. Non possiamo controllare l’abituazione, perché non dipende dalla nostra volontà, ma sapere che cos’è e come agisce può aiutarci a tenerla a bada e a imparare ad avere cura di tutto ciò che ci è caro.
13,00 12,35
Fondamenti di psicologia e psicoterapia cognitivo comportamentale. Modelli clinici e tecniche d'intervento

Fondamenti di psicologia e psicoterapia cognitivo comportamentale. Modelli clinici e tecniche d'intervento

Libro: Libro in brossura

editore: Erickson

anno edizione: 2018

pagine: 270

I modelli e le tecniche della terapia cognitivo-comportamentale sono tra gli approcci di psicologia clinica che hanno riscosso maggior successo, oltre che una diffusione mondiale. Saldamente ancorati alla ricerca scientifica, sono stati sottoposti a costante verifica sperimentale, subendo una costante evoluzione: dal primo comportamentismo, derivato dagli studi sui processi di apprendimento, fino ai moderni approcci della cosiddetta «terza generazione», caratterizzati da interventi basati sulla mindfulness e attenti ai processi metacognitivi più che ai contenuti cognitivi, e inoltre maggiormente orientati verso la comprensione e il trattamento dei disturbi di personalità. Il libro fornisce a chi si accosta per le prime volte a questi approcci una panoramica esaustiva di tutti i modelli, e delle strategie che ne derivano, afferenti a questa grande famiglia, con particolare attenzione alle ricadute applicative e con largo utilizzo di esemplificazioni pratiche. Un testo indispensabile per studenti universitari o specializzandi, ma anche per terapeuti formati ad altri orientamenti psicologici o più in generale per tutti coloro che intendano avvicinarsi a questa disciplina.
27,00

L'interpretazione dei sogni

Sigmund Freud

Libro

editore: Einaudi

anno edizione: 2014

pagine: 582

La notte tra il 23 e il 24 luglio 1895 Sigmund Freud sogna una sua paziente di nome Irma: la donna mostra i segni di un'infezione che si è propagata in gola, provocandole forti dolori. Ma né i sintomi della signora né l'aspetto dei medici che la circondano corrispondono al vero: nel sogno tutto sembra diverso, senza un motivo apparente. Ed è proprio con la cosiddetta "iniezione di Irma" che Freud abbandona definitivamente il metodo dell'ipnosi per lanciarsi in una nuova fase di studio dei processi mentali: una ricerca che renderà pubblica soltanto all'alba del nuovo secolo, dando alle stampe "L'interpretazione dei sogni". Ma il capolavoro della psicanalisi non è soltanto questo: sono rivelati numerosi episodi fondamentali della vicenda biografica di Sigmund Freud, dalle fantasie infantili alla drammatica morte del padre, dal timore degli insuccessi al complicato rapporto con il medico Wilhelm Fliess, il primo lettore, e censore, di quello che sarebbe diventato "il libro del XX secolo".
13,00 12,35

I miti del nostro tempo

Umberto Galimberti

Libro

editore: Feltrinelli

anno edizione: 2013

pagine: 416

Culto della giovinezza, idolatria dell'intelligenza, ossessione della crescita economica, tirannia della moda: sono alcuni dei miti di oggi che Umberto Galimberti passa in rassegna per smontarli e denunciarne la natura ingannevole, mostrando come i falsi miti siano in realtà "idee malate", non avvertite come tali, e quindi tanto più capaci di diffondere i loro effetti nefasti senza trovare la minima resistenza. Sono i miti del nostro tempo, le idee che più di altre ci pervadono e ci plasmano come individui e come società. Quelle che la pubblicità e i mezzi di comunicazione di massa propongono come valori e impongono come pratiche sociali, fornendo loro un linguaggio che le rende appetibili e desiderabili. I miti sono idee che ci possiedono e ci governano con mezzi non logici, ma psicologici, e quindi radicati nel profondo della nostra anima. Sono idee che abbiamo mitizzato perché non danno problemi, facilitano il giudizio, in una parola rassicurano. Eppure molte sofferenze, molti disturbi, molti malesseri nascono proprio dalle idee che, comodamente accovacciate nella pigrizia del nostro pensiero, non ci consentono più di comprendere il mondo in cui viviamo. Per recuperare la nostra presenza al mondo dobbiamo allora rivisitare i nostri miti, sia quelli individuali sia quelli collettivi, dobbiamo sottoporli al vaglio della critica perché i nostri problemi sono dentro la nostra vita, e la nostra vita vuole che si curino le idee con cui la interpretiamo.
14,00 13,30

Cinque conferenze sulla psicoanalisi-L'Io e l'Es-Compendio di psicoanalisi

Sigmund Freud

Libro: Libro in brossura

editore: Bollati Boringhieri

anno edizione: 2011

pagine: 272

Nei saggi generali sulla psicoanalisi qui raccolti Sigmund Freud presenta la somma del suo pensiero e le tappe fondamentali che ne scandirono lo sviluppo nel corso di tre decenni di ricerca e di meditazione (le Cinque conferenze sono del 1909, il Compendio del 1938, un anno prima della morte). Nell'insieme questi testi offrono una sintesi completa dell'intero campo psicoanalitico, dei suoi fondamenti teorici come delle sue applicazioni. I panni indossati da Freud sono anzitutto quelli dello scienziato che interpella il lettore e lo invita a riflettere, a imparare di più. Accostarsi a queste pagine vuol dire dunque fare uno sforzo severo di autoconoscenza, assumere elementi del tutto nuovi per l'interpretazione dei sentimenti umani.
9,00 8,55

Psicologia sociale

Livio Santoro

Libro: Libro in brossura

editore: Edises

anno edizione: 2011

pagine: 176

9,00 8,55

Filo diretto con il paradiso. Enrico: messaggi e prodigi

Edda Sartori

Libro

editore: Hermes Edizioni

anno edizione: 1995

pagine: 200

Edda Sartori con l'aiuto del figlio Enrico, morto per overdose nel 1985, descrive nel libro visioni, apporti, trance, viaggi fuori dal corpo, premonizioni, psicofonia e anche l'intervento diretto su immagini fotografiche. Sempre con l'aiuto del figlio Enrico pratica anche la pranoterapia. Edda Sartori considera queste facoltà un dono divino, del quale si ritiene uno strumento; afferma infatti che avendo ricevuto molto, sente di dover donare molto, pur nei limiti delle sue capacità umane.
12,91 12,26
Misurarsi con le dipendenze. Le sette dimensioni dell'equilibrio nell'esperienza terapeutica di Hands

Misurarsi con le dipendenze. Le sette dimensioni dell'equilibrio nell'esperienza terapeutica di Hands

Elisa Ravalli, Francesca Distaso, Bruno Marcato, Roberto Baccellini

Libro: Libro in brossura

editore: Retina Editore

anno edizione: 2024

pagine: 132

"Misurarsi con le dipendenze significa soprattutto misurarsi con sé stessi. Questo vale tanto per il paziente, quanto per il terapeuta. Ma in una società liquida come la nostra è, di fatto, impossibile l’identificazione di punti di riferimento stabili nel tempo: la continua accelerazione delle trasformazioni sociali impone la ricerca di equilibri dinamici. È, quindi, necessario un cambio di paradigma che non ricerchi un punto di equilibrio, ma definisca il perimetro di una dimensione entro la quale tale equilibrio dinamico possa essere monitorato. Gli autori hanno fatto propria questa sfida identificando sette dimensioni con cui costruire solidi bastioni atti a contrastare efficacemente una delle più insidiose afflizioni della nostra società. Piuttosto di confermare un’ipotesi o cercare dimostrazioni di un modello, questa ricerca si è aperta alla collaborazione critica, stabilendosi fin dall’inizio come un progetto orientato al cambiamento o miglioramento sia nella pratica terapeutica che nelle relazioni reciproche tra terapeuti e utenti." (Marco Gemignani)
16,00
Storia delle emozioni. Una breve introduzione

Storia delle emozioni. Una breve introduzione

Thomas Dixon

Libro: Libro in brossura

editore: EDB

anno edizione: 2024

pagine: 172

La storia delle emozioni è il luogo in cui la storia delle idee incontra la storia del corpo e la storia della soggettività incontra la storia sociale e culturale. In questa breve introduzione, Thomas Dixon traccia le origini storiche di sentimenti che vanno da quelli percepiti come negativi – il dolore, la malinconia, la rabbia, il terrore – a quelli vissuti con leggerezza – l’allegria, l’entusiasmo, la simpatia e l’amore. Il quadro che emerge è complesso e mostra che gli stati personali che chiamiamo «emozioni» sono il prodotto di lunghi e variegati cambiamenti storici nella lingua, nella cultura, nelle credenze e nei modi di vivere. L’ira di Achille nell’Iliade, la felicità iscritta nella Dichiarazione d’Indipendenza americana, l’amore per l’umanità, nel cui nome si sono combattute guerre e rivoluzioni lungo i secoli, e la rabbia dei moderni movimenti di protesta assumono accenti diversi se viste attraverso questa lente.
21,00
Invisibile. Come superare la solitudine, la mancanza di connessione e il timore di essere esclusi

Invisibile. Come superare la solitudine, la mancanza di connessione e il timore di essere esclusi

Janina Scarlet

Libro: Libro in brossura

editore: Corbaccio

anno edizione: 2024

pagine: 304

Se vi sentite soli, non siete i soli a sentirvi così... La sensazione tipo «nessuno mi apprezza per quel che sono, nessuno mi capisce veramente», si chiama solitudine. La verità è che tutti ci sentiamo soli, è un'emozione universale, che tutti abbiamo sperimentato in un momento o un altro della nostra vita, ma che spesso ci fa provare vergogna, come se esistesse uno stigma sociale sulla solitudine. Noi abbiamo bisogno di sentirci visibili, ascoltati e considerati: sono i tre elementi base che danno un senso di appartenenza. Essere visti vuol dire che qualcuno ti nota e ti include nel suo orizzonte; essere ascoltati significa che qualcuno sente le tue parole senza interromperti e senza aggredirti verbalmente, bensì con comprensione e con empatia; essere considerati significa che qualcuno ti tratta con rispetto. Noi essere umani per vivere abbiamo bisogno di queste cose come del cibo e dell'acqua. E abbiamo bisogno di senso di appartenenza, di comprensione e di sostegno. Invisibile ci insegna a non vergognarci se ci sentiamo soli, a gestire questo sentimento e a imparare a superarlo. Ci aiuta a identificare come e quando la solitudine può insorgere nella nostra vita, a comprendere che impatto ha su di noi e a identificare i passi da compiere per essere finalmente visti, ascoltati e compresi. Perché tutti lo meritiamo.
22,00
Resilienza: impariamo dalle piante

Resilienza: impariamo dalle piante

Paolo Ranalli

Libro: Libro in brossura

editore: Ledizioni

anno edizione: 2024

pagine: 87

Il mondo degli umani ha tanto in comune con quello delle piante: anche noi abbiamo bisogno di luce, acqua, ossigeno, calore e viviamo in simbiosi con l'ambiente esterno che ci circonda e ci fornisce il nutrimento. Anche le piante sono soggette a stress provocati dall'ambiente e da avversità parassitarie; al contrario degli esseri umani, però, hanno radici ben fissate nel suolo e non possono eludere un pericolo. Esse hanno dunque sviluppato molteplici strategie di resistenza al danno e di adattamento. Il superare un trauma senza perire, riuscendo a reagire con capacità di adattamento, rappresenta l'essenza della resilienza. La resilienza, termine ormai molto diffuso nella società contemporanea, investe pensieri e comportamenti che possono essere appresi e sviluppati da chiunque e richiede metodo, esercizio, tempo e intenzionalità. È possibile accrescere la resilienza negli umani? Sì, è possibile. Come? Migliorando alcune caratteristiche: la consapevolezza di sé, la pervicacia nel raggiungimento degli obiettivi, l'autostima e la fiducia nei propri punti di forza, vivendo una vita serena e adottando uno stile alimentare equilibrato. Cosa possiamo imparare dalle piante? Una considerazione è d'obbligo: se fiori e arbusti, che sono stanziali, riescono con diverse strategie ad essere resilienti, gli uomini che hanno possibilità di muoversi e che possiedono un cervello per ragionare hanno sicuramente maggiori potenzialità di superare le difficoltà della vita.
16,00
Neuropsychogical Trends. Volume Vol. 5

Neuropsychogical Trends. Volume Vol. 5

Libro: Libro in brossura

editore: LED Edizioni Universitarie

anno edizione: 2024

pagine: 188

25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.