Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

Afghanistan Picture Show ovvero, come ho salvato il mondo

sconto
5%
Afghanistan Picture Show ovvero, come ho salvato il mondo
titolo Afghanistan Picture Show ovvero, come ho salvato il mondo
autore
traduttore
argomento Narrativa Narrativa moderna e contemporanea (dopo il 1945)
collana Sotterranei
editore Minimum Fax
formato Libro: Copertina morbida
pagine 382
pubblicazione 02/2020
ISBN 9788833891347
 
Promozione valida fino al 16/05/2021
19,00 18,05
 
risparmi: € 0,95
0 copie in libreria
Disponibile normalmente in 24/48h
Nel 1979, ventenne, William Vollmann si appassiona alle sorti dell'Afghanistan invaso dalle truppe sovietiche e decide di affiancare i mujahiddin nella loro lotta di liberazione contro i russi. Nel 1982 parte alla volta del Pakistan, dove trascorrerà buona parte del suo soggiorno in casa di un generale afgano in esilio, parlando con i capi della resistenza, con funzionari pakistani e internazionali che gestiscono gli aiuti per i profughi, e con i profughi stessi, sia quelli più fortunati che si possono pagare la permanenza in città sia i moltissimi costretti a vivere in condizioni pietose nei campi. Un'esperienza in larga parte fallimentare, che "Afghanistan Picture Show" racconta a posteriori attraverso lo sguardo di un Vollmann più adulto e consapevole, capace di guardare con ironia e affetto il proprio io più giovane e ingenuo, che riesce sempre a porre le domande più sbagliate alle persone sbagliate, mentre si contorce tra i dolori della dissenteria. Tra conversazioni piene di equivoci ed estenuanti camminate nell'impervio territorio afgano, trascinato e talvolta trasportato pietosamente dai mujahiddin, Vollmann mette in scena l'idealismo ingenuo e il colonialismo dello sguardo americano sul mondo, in un'opera ibrida che si muove tra romanzo e diario, saggio storico e reportage.
 

Libri dello stesso autore

Chi ha cercato questo ha cercato anche...

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.