Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sport e vita all'aperto

Per salire bisogna crederci. Itinerari di fede e montagna

Alfredo Tradigo

Copertina rigida

editore: MIMEP-DOCETE

anno edizione: 2019

pagine: 304

La montagna per sua natura ha sempre avuto un aspetto attrattivo e un grande legame simbolico con il mondo della Bibbia e con la fede cristiana. Nel presente volume sono magistralmente presentati i principali aspetti di questo millenario rapporto con fotografie anche inedite. Temi trattati: la montagna nella Bibbia, Sinai, Oreb, Monte Carmelo Ararat. Punti di incontro con Dio; santuari d'alta quota, luoghi santi sulle cime dei monti dove fede e memoria si incontrano; un Papa in Adamello, Giovanni Paolo II teologo della montagna; i Papi alpinisti, Pio XI, Giovanni Paolo II; santi e beati alpinisti, don Carlo Gnocchi, don Gnifetti, Contardo Ferrini; la picozza di Frassati, il beato Pier Giorgio Frassati ha scalato molte cime; Croci di vetta, punti di arrivo sulle cime e simboli di fede e vita; l'esperienza della Giovane Montagna, associazione e rivista nata ai primi del 900; la montagna nell'arte, lo sguardo degli artisti, da Leonardo a Cézanne; preghiere e canti di montagna, (preghiere e cori alpini); sacri Monti luoghi di preghiera, luoghi di preghiera eretti tra il XVI e il XVII secolo; alpini testimoni di fede.
24,00 20,40

Franco Fassi. Come ho inventato il fitness

Alessandra Corti

Copertina morbida

editore: BOLIS

anno edizione: 2019

pagine: 176

18,00 15,30

La coppa degli immortali. Milan 1989: la leggenda della squadra più forte di tutti i tempi raccontata da chi la inventò

Arrigo Sacchi, Luigi Garlando

Copertina morbida

editore: Baldini + Castoldi

anno edizione: 2019

pagine: 293

«Ho sempre pensato che il calcio non fosse un fatto solo difensivo o solo offensivo. Il calcio era saper fare tutto.» Nel calcio di Arrigo Sacchi conta lo spettacolo, non il risultato a ogni costo. Anche se ciò comporta rischiare qualcosa di più. Con questa filosofia e modo di intendere il football, il «profeta di Fusignano» è entrato nella storia del calcio e l'ha cambiata, introducendo princìpi e concetti mai visti prima, diventati scuola preziosa per la maggior parte dei suoi successori. Così, l'allenatore più eretico di sempre, è riuscito a creare una squadra formidabile, passata alla storia come «Gli Immortali» e che è considerata universalmente la più forte di tutti i tempi. A trent'anni esatti dalla conquista della leggendaria Coppa dei Campioni del 1989, Sacchi racconta l'impresa che ha segnato il calcio moderno: dalla nebbia di Belgrado al 4 a 0 della finale di Barcellona, dai gol «fantasma» contro Stella Rossa e Werder Brema, al 5 a 0 zero al mitico Real Madrid a San Siro, vera epopea del «sacchismo». Episodi e testimonianze inediti, aneddoti gustosissimi: tutto narrato grazie alla penna di Luigi Garlando (Gazzetta dello Sport).
18,00 15,30

Il romanzo del grande Torino. La storia esaltante di una memorabile e irripetibile squadra di calcio e dei suoi campioni che il fato ha trasformato in leggenda

Franco Ossola, Renato Tavella

Copertina morbida

editore: Newton Compton

anno edizione: 2019

pagine: 287

4 maggio 1949: precipita sulla collina di Superga l'aereo su cui viaggiavano i calciatori del grande Torino. Sgomento e dolore negli italiani. Con la terribile sciagura scompaiono gli uomini ma le loro gesta divengono subito leggenda. La storia della mitica squadra che ci fece sognare e soffrire in un periodo particolarmente difficile per il Paese viene riportata in vita in queste pagine con autentico entusiasmo e commossa partecipazione. Dopo avere raccolto materiale di ogni genere e soprattutto dopo avere ascoltato, custodito e confrontato tante diverse narrazioni, i due autori l'hanno ricostruita con dovizia di particolari umani e sportivi, attenti a descrivere le singole memorabili personalità. La nascita della squadra, la lungimiranza del Presidente Novo nell'acquisto di tanti prestigiosi fuoriclasse, il successo e le vittorie nei campionati italiani fino al tragico epilogo del '49 vengono ripercorsi da chi ha condiviso la magia prima e il dolore poi di un capitolo fondamentale del calcio e del costume italiani.
9,90 8,42

Il calcio e lo scolapasta. Zio Billy e i suoi amici

Alessandro Costacurta, Marco Cattaneo

Copertina rigida

editore: SALANI

anno edizione: 2019

pagine: 134

Il calcio tutto da ridere con due punte d'eccezione! Da quando un asteroide a forma di pallone è misteriosamente precipitato nel giardino di casa sua, Camillo ha un superpotere: è diventato il più grande esperto di calcio al mondo, o almeno così dice in giro. Pare che basti pronunciare una qualsiasi parola, persino 'scolapasta', perché lui racconti, tra realtà e fantasia, aneddoti incredibili (alcuni davvero troppo incredibili) su partite epiche e personaggi surreali legati allo sport più amato. Sarà un mito del calcio italiano in carne e ossa, cioè Billy Costacurta, lo Zio Billy, a rimettere in riga Camillo e a svelare i retroscena più divertenti e appassionanti raccolti in vent'anni di carriera, contagiando anche i più piccoli con l'entusiasmo di chi ama il calcio e ne difende i valori positivi. Età di lettura: da 7 anni.
12,00 10,20

Coppiebartali. Una storia italiana raccontata ai miei figli

Ennio Doris, Pier Augusto Stagi

Copertina rigida

editore: Solferino

anno edizione: 2019

pagine: 345

Abbiamo l'Italia di Coppiebartali come abbiamo quella di Vivaverdi. Conserviamo con nostalgia l'Italia di Pepponeedoncamillo, quel certo clima politico che scodellava tra mille travagli la nostra Repubblica. E poi l'Italia di Battistiebaglioni, Gimondiemerckx e Bearzotepertini. Fausto Coppi e Gino Bartali, quei due immensi campioni, rivali sulla pista ma amici nella vita, molto più di quanto la leggenda riporti, hanno incarnato lo spirito di un Paese e di un'epoca, e la loro storia li restituisce con l'immediatezza di un film. Tutti abbiamo un papà, un nonno, uno zio che ci ha raccontato l'Italia di Coppiebartali. Due atleti in cui tutto il Paese si è immedesimato fino a farne simboli tanto dei successi quanto dei traguardi mancati. Anche Massimo e Sara Doris hanno un papà di questa risma, che squaderna loro da sempre le sue memorie più care. Ennio ha però una particolarità tutta sua. Raccontando la sua Italia di Coppi e di Bartali, fornisce anche un'impareggiabile documentazione in prima persona su un prototipo assoluto della nostra identità nazionale: l'italiano che affronta una guerra, cammina tra i ruderi, non perde l'entusiasmo, si volta le maniche, riparte da capo. L'italiano che ce la fa. Ennio Doris è uno dei pezzi più pregiati di questa raccolta, perché la sua storia riassume in sé molte storie. È la parabola di un uomo partito dall'estrema provincia veneta che arriva ai vertici nazionali. Un uomo che si è fatto da solo, tutto d'un pezzo: conosciamo benissimo il genere, perché è molto italiano. Ed è il frutto migliore del Paese di Coppiebartali. Prefazione di Angelo Costa.
17,00 14,45

Capolavori. Allenare, allenarsi, guardare altrove

Mauro Berruto

Copertina morbida

editore: ADD Editore

anno edizione: 2019

pagine: 206

Quando si parla di capolavori, il primo pensiero va all'arte: pittura, scultura, architettura, cinema, teatro, musica o letteratura, ma difficilmente pensiamo allo sport. Non è così per Mauro Berruto, allenatore della nazionale italiana di pallavolo che ha vinto il bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012. In queste pagine Diego Armando Maradona palleggia con Michelangelo, Jury Chechi sfida Yves Klein, Muhammad Ali e Kostantinos Kavafis recitano insieme poesie, perché atleti, artisti e poeti fanno parte della stessa squadra: uno spazio in cui ogni individuo può esprimere il proprio talento e costruire il proprio personale capolavoro. A metà fra racconto e biografia, "Capolavori" è una mappa per trasformare il potenziale in eccellenza. Un libro per chi sogna di vincere una medaglia, di dipingere un'opera d'arte, di raggiungere un budget, di conquistare una quota di mercato oppure, semplicemente, di poter dare il meglio di sé in ogni occasione.
16,00 13,60

Ciclopedia. Guida infografica al ciclismo

Robert Dineen

Copertina morbida

editore: Il Castello

anno edizione: 2019

pagine: 191

Chi è stato il miglior scalatore di sempre? Quale velocista è stato protagonista delle volate più fulminee? Quanti ciclisti servono per alimentare un'asciugatrice? Chi ha avuto i baffi più creativi? A tutti gli appassionati di ciclismo, agli esperti di divise in lycra che tengono la bici da corsa in salotto: preparatevi a una lunga volata piena dì fatti stranissimi, statistiche sorprendenti e leggende della storia di questo sport che non tutti conoscono. Tra record che lasciano senza parole e divise kitsch, "Ciclopedia" vi porterà alla scoperta di informazioni bizzarre e affascinanti sul mondo del ciclismo amatoriale e professionistico. Quali sono state le vittorie più sudate al Tour de France? Quali corridori hanno i soprannomi più strani? Quali sono state le più grandi risse in gara? E chi ha avuto i baffi più creativi? Nel libro troverete tutto questo e molto altro. "Ciclopedia" analizza e presenta la straordinaria storia del ciclismo su strada e su pista con i suoi personaggi più carismatici. E lo fa attraverso illustrazioni e infografiche che stimolano la mente.
18,00 15,30

Superga 1949. Il destino del grande Torino, ultima epopea dell'Italia unita

Giuseppe Culicchia

Copertina rigida

editore: Solferino

anno edizione: 2019

pagine: 123

«In tutta l'Italia c'era chi pur non avendo mai potuto mettere piede al "Filadelfia" sognava di vedere e cercava di replicare le incursioni di Grezar e le reti di Ossola, i tackle di Ballarin e i dribbling di Maroso, la grinta di Castigliano e la classe di Menti, per tacere ovviamente delle imprese già leggendarie di Mazzola.» Almeno fino a quella maldetta domenica di maggio di settantant'anni fa quando, dopo una partita amichevole con la squadra del Benfica, l'intera squadra del Torino Calcio salì sul trimotore I-Elce per fare ritorno a casa e finì invece per schiantarsi contro la Basilica di Superga, avvolta nella nebbia. Quella sera scompare una squadra leggendaria, capace di dominare il calcio italiano e di conquistare grande prestigio internazionale. Fu un lutto non solo per i tifosi «granata» e per i torinesi, ma per l'Italia intera. Come racconta Giuseppe Culicchia in queste pagine emozionanti, il Grande Torino era da tempo al di sopra del tifo campanilistico: un orgoglio per tutti e il simbolo della rinascita di un Paese uscito distrutto dalla guerra. Nella narrazione di quei giorni, del dramma e dei suoi protagonisti, riscopriamo una pagina della nostra storia che è un inno all'impegno della gioventù e alla lealtà di uno sport che vorremmo più pulito e capace di unire anziché di dividere.
10,00 8,50

Casimiro Ferrari. L'ultimo re della Patagonia

Alberto Benini

Copertina morbida

editore: Alpine Studio

anno edizione: 2019

pagine: 189

Il 13 gennaio 1974 quattro alpinisti, membri di punta del Gruppo dei Ragni di Lecco, sbucano sulla cima del Certo Torre, una delle montagne più belle e difficili del mondo, il simbolo dell'alpinismo in Patagonia. Capocordata è Casimiro Ferrari, un alpinista che fino a quel momento era quasi sconosciuto, ma che ha imparato giovanissimo ad arrampicare sulle pareti delle Grigne. La sua evoluzione nel mondo dell'alpinismo è folgorante e in pochi anni si ritrova con una serie di impressionanti ascensioni nelle Dolomiti, nel Masino e in Bregaglia, e infine al Monte Bianco, sia in estate che in inverno. Di carattere imprevedibile, burrascoso e indomabile, Ferrari si innamora della Patagonia, una terra di contrasti decisi, dove però trova la sua vera natura. In questa terra alla fine del mondo, Casimiro Ferrari trascorre forse la parte più importante della sua vita, aprendo vie nuove su pareti ancora inviolate come sull'Alpamayo, il Fitz Roy, il Cerro Murallon, il Cerro Riso Patron e soprattutto il Cerro Torre per la sua parete ovest, la conquista che lo ha reso celebre in tutto il mondo.
19,00 16,15

Lo spazio della libertà. Da Michels a Guardiola, il viaggio dell'idea che ha rivoluzionato il calcio

Fabrizio Tanzilli

Copertina morbida

editore: ULTRA

anno edizione: 2019

pagine: 162

"Lo spazio della libertà" racconta un affascinante viaggio nel tempo, nel calcio e nella società contemporanea, seguendo il percorso dell'idea rivoluzionaria nata in Olanda intorno alla metà degli anni Sessanta insieme ai primi frutti della ribellione giovanile e poi inveratasi, in una continua evoluzione di se stessa, in diversi modi, tempi e luoghi: dall'Ajax di Rinus Michels al Feyenoord di Ernst Happel, passando per la Dinamo Kiev di Lobanovskij e i miracolosi Derby County e Nottingham Forest di Brian Clough, per arrivare al Milan di Sacchi e al Barcellona a tinte arancioni di Cruijff, van Gaal e Rijkaard, premesse ineludibili del ciclo straordinario di Pep Guardiola. Ed è proprio con Guardiola che - e qui la storia diventa cronaca in presa diretta - l'idea approda infine nella Germania dell'inarrestabile Bayern Monaco e della Nazionale campione del mondo. Fabrizio Tanzilli ripercorre con passione e competenza queste storie sorprendenti, ognuna caratterizzata da una splendida unicità, tutte accomunate dalla medesima concezione avanguardistica del calcio. Quella che, piantando le sue radici nelle fondamenta della società olandese, nella sua etica nobile e pura e nella visione dello spazio e del tempo che caratterizza il popolo dei polder, è riuscita a trasportare il suo slancio rivoluzionario sul rettangolo di gioco e, abbinando estetica ed efficacia, visione tattica e forza atletica, a lasciare a bocca aperta intere generazioni di appassionati, in ogni regione del pianeta calcio.
12,90 10,97

Coppi l'ultimo mistero. Le verità mai raccontate sul tramonto del Campionissimo

Paolo Viberti, Adriano Laiolo

Copertina morbida

editore: EDICICLO

anno edizione: 2019

pagine: 200

Quali furono le reali circostanze della morte di Fausto Coppi? Cosa successe intorno a lui in quegli ultimi, frenetici giorni in corsa per la vita? Cosa accadde a chi denunciò colpe e responsabilità? E ancora: le due donne che lasciarono un segno nel cuore del Campionissimo, Bruna e Giulia, come condizionarono la sua fine? Ben dieci sono i misteri svelati in questo libro, appassionante come un giallo e preciso come un saggio storico, scritto da Paolo Viberti, nota firma del giornalismo sportivo italiano e in particolare del ciclismo, e Adriano Laiolo, amico di Coppi lontano dal mondo dei pedali, uno degli ultimi che lo vide ancora in sella in Africa, nell'Alto Volta, ora Burkina Faso, testimone di fatti mai raccontati e custode di un archivio fotografico e video esclusivo.
15,00 12,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.