Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Diari e lettere

Per Paula. Lettere dal mondo

Libro

editore: Feltrinelli

anno edizione: 2008

pagine: 96

Le vicende raccontate da Isabel Allende in "Paula" hanno suscitato un'attenzione che è andata ben oltre i confini del successo editoriale e di stampa. Dall'uscita del libro in poi Isabel Allende ha cominciato a ricevere lettere che, con modalità e forme diverse, testimoniavano una partecipazione profonda, una intensità di lettura straordinaria. Feltrinelli, come già ha fatto Suhrkamp in Germania, ne pubblica una selezione: arrivano da tutto il mondo e, per lo più, chi le scrive ha un dramma simile da raccontare, piccoli episodi di sofferenza quotidiana da comunicare, una timidezza da spezzare.
6,00 5,70
Caro bastardo. Raccolta di lettere a quel lui che ti ha fatto del male

Caro bastardo. Raccolta di lettere a quel lui che ti ha fatto del male

Libro: Libro in brossura

editore: Segni e Parole

anno edizione: 2024

pagine: 160

Nella vita di ogni essere umano c'è, oppure c'è stato, un "bastardo" dal quale ha ricevuto soprusi o vessazioni. In alcuni casi il bastardo si è annidato tra le mura domestiche e si è palesato con gravi forme di violenza verbale, psicologica, fisica, sessuale. Altre volte lo si è incontrato a scuola, sul luogo di lavoro e in tantissime situazioni, le più diverse. Chi è stato vittima di un bastardo avverte forte il bisogno di urlargli in faccia tutto il suo disprezzo misto a dolore. Spesso, le circostanze della vita o la paura, portano le vittime a rimanere mute, con ferite assiepate in una porzione di anima che non smettono di sanguinare. Mai. Il Concorso "Caro Bastardo", nato nel 2022 a Omegna (Vb), ha voluto offrire ai propri partecipanti - uomini e donne - la possibilità di mettere nero su bianco le proprie emozioni, indirizzando una missiva alla persona o a ciò che ha fatto loro del male. Il libro è una raccolta di lettere che hanno partecipato al Concorso.
16,00
Napoli a occhio nudo. Lettere ad un amico

Napoli a occhio nudo. Lettere ad un amico

Renato Fucini

Libro: Libro in brossura

editore: Diogene Edizioni

anno edizione: 2023

pagine: 180

La prima impressione che si riceve entrando in Napoli, è quella d'una città in festa. Quel chiasso, quello strepito, quella turba di veicoli e di pedoni che si affollano per le vie, ti sembra, a prima vista, che debba essere cosa transitoria, un fatto fuori dell'ordinario, una sommossa, una dimostrazione o che so io. Volti gli occhi in aria: una miriade di finestre ed altrettanti balconi e tende che sventolano al sole e fronde e fiori e persone fra quelli affacciate, ti confermano nella illusione. Il frastuono, le grida, gli scoppi di frusta ti assordano; la luce ti abbaglia; il tuo cervello comincia a provare i sintomi della vertigine, i tuoi polmoni si allargano; ti senti portato a prender parte alla entusiastica dimostrazione, ad applaudire, a gridare – evviva! – ma a chi? La scena che si svolge davanti ai tuoi occhi non ha nulla di eccezionale, nulla di straordinario; la calma è perfetta, nessuna forte passione politica agita questo popolo, ognuno va per le sue faccende, parla de' suoi affari; è una giornata come tutte le altre, è la vita di Napoli nella sua perfetta normalità e nulla più.
14,00
Un carteggio su socialismo e democrazia 1978-2000

Un carteggio su socialismo e democrazia 1978-2000

Norberto Bobbio, Gregorio Peces-Barba

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2023

pagine: 308

«Sono convinto che il PSOE abbia la funzione storica di far mettere salde radici alla democrazia in un paese che, come l’Italia, ha vissuto la lunga notte del fascismo. In paesi come i nostri, la democrazia, di per se stessa “vulnerabile”, e da noi storicamente fragile, viene prima del socialismo. Da quel che mi pare di capire, siete sulla buona strada». (Norberto Bobbio a Gregorio Peces-Barba, 1983) La Spagna ritornava tra le democrazie europee dopo la dittatura di Francisco Franco nel 1975 e con la costituzione democratica nel 1978. E proprio nel 1978 inizia il carteggio tra Norberto Bobbio (1909-2004) e Gregorio Peces-Barba (1938-2012), entrambi filosofi del diritto nell’università e socialisti nella vita politica. Nelle 71 lettere qui raccolte si intersecano la nascita di un’amicizia, la partecipazione alle vicende politiche – Peces-Barba come presidente del parlamento spagnolo e Bobbio come senatore a vita – e il susseguirsi delle pubblicazioni non solo scientifiche. Cinque appendici documentano il dibattito sull’eurocomunismo, le critiche spagnole a Bobbio (anche da sinistra) e il commosso ricordo di Peces-Barba.
25,00
Caro nipote ti scrivo... Riflessioni serie, mai seriose, di un nonno su «gli anni che verranno»

Caro nipote ti scrivo... Riflessioni serie, mai seriose, di un nonno su «gli anni che verranno»

Patrizio Arpetti, Simone Pierallini

Libro: Libro in brossura

editore: Carabba

anno edizione: 2023

pagine: 336

Il rapporto nonno-nipote mantiene nella geografia, spesso una giungla, dei rapporti parentali una importanza fondamentale. Anzi decisiva. Perché il mondo di noi nonni, dopo tutta un’esistenza, è, per i nipoti, come un mare di cui loro avvertono – lo sentiamo, lo capiamo ogni giorno – l’ampiezza senza conoscerne la profondità. Questo libro è una grande finestra che fa entrare la luce della vita. Questo libro, naturalmente, è dedicato anche a tutti, come noi, i nonni-apprendisti.
25,00
Era mio nonno. La storia di un fante con il suo diario di guerra. Da un'inutile vittoria alle tragiche esperienze vissute nei Balcani fino all'incontro con un frate di nome… Francesco Forgione da Pietrelcina

Era mio nonno. La storia di un fante con il suo diario di guerra. Da un'inutile vittoria alle tragiche esperienze vissute nei Balcani fino all'incontro con un frate di nome… Francesco Forgione da Pietrelcina

Luca Perone

Libro: Libro in brossura

editore: Passione Scrittore selfpublishing

anno edizione: 2023

pagine: 338

“Questo libro racconta del diario di guerra lasciato in eredità da mio nonno, Saverio Perone, nato nel 1920, scritto durante la sua milizia nella Seconda Guerra Mondiale dal 1940 al 1943. È un resoconto di una guerra fatta di sacrifici estremi e avventure orrende, vissuta in luoghi e momenti tanto impensabili quanto impossibili da immaginare. Nonostante temperature gelide fino a 30 gradi sottozero, mio nonno riuscì a trasformare le sue esperienze in parole, al fine di farci comprendere un giorno cosa significhi davvero la guerra, come ci si sente a viverla e a combatterla, e soprattutto in quali condizioni estreme venne combattuta. Il diario ci mostra cosa sia realmente difendere la Patria e i suoi colori, ma anche la sensazione di abbandono al proprio destino che spesso accompagna chi affronta un conflitto così terribile. Poi, quasi alla fine della guerra, durante il ritorno in patria sulle montagne pugliesi, avvenne un incontro improvviso e casuale che cambiò tutto: mio nonno si trovò di fronte a un giovane frate di servizio a San Giovanni Rotondo, il cui nome era Francesco Forgione da Pietrelcina, destinato a diventare noto come Padre Pio. Questo incontro, che sembrava casuale, avrebbe avuto un impatto profondo sul corso delle loro vite e sulla loro fede, segnando un momento di svolta irripetibile”.
20,00
Dear Gigi. Sondaggi nel carteggio di Luigi Meneghello conservato alla Biblioteca civica Bertoliana di Vicenza

Dear Gigi. Sondaggi nel carteggio di Luigi Meneghello conservato alla Biblioteca civica Bertoliana di Vicenza

Filippo Cerantola

Libro: Libro in brossura

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2023

pagine: 200

Luigi Meneghello ha organizzato un fondo documentario delle proprie carte, provvedendo poi a dividerlo tra più soggetti conservatori. Il fondo più cospicuo è conservato all’Università di Pavia, mentre nuclei minori si trovano a Reading, a Malo e a Vicenza. Il libro analizza quest’ultimo fondo, denominato “Carte Meneghello”, conservato alla Biblioteca civica Bertoliana. I materiali visionati hanno messo in evidenza una natura molto frammentaria. Emerge dagli stessi, infatti, una folla di interlocutori: alcuni di loro sono sconosciuti, mentre altri costituiscono l’intellettualità vicentina (e non solo) del suo tempo: si spazia, ad esempio, dalle missive di amici d’infanzia alle raffinate lettere di accademici e letterati (tra gli altri, Norberto Bobbio, Maria Corti, Ettore Gallo, Primo Levi, Claudio Magris, Goffredo Parise, Neri Pozza e Andrea Zanzotto). Le missive del fondo vicentino, così ricche di informazioni, spunti e riflessioni sono state combinate con una storia delle opere meneghelliane e della loro ricezione, al fine di far meglio comprendere l’universo di Meneghello e il suo ruolo nel panorama letterario italiano. Prefazione di Lorenzo Renzi.
15,00
Carteggio Croce-Carducci 1887-1906

Carteggio Croce-Carducci 1887-1906

Libro

editore: Aragno

anno edizione: 2023

Le lettere che compongono il carteggio intercorso fra Benedetto Croce e Giosue Carducci sfuggono, per l'una e l'altra parte, alle classificazioni dell'epistolografia e vari sono i motivi: la limitata consistenza delle lettere, in tutto ventiquattro, inclusive di carte da visita e telegramma, che si susseguono, talvolta a lunghi intervalli e in numero decrescente, nell'arco di tempo 1887-1906; la distanza anagrafica che si dà tra i due interlocutori: l'uno, il 'poeta vate' che alla data dell'incontro, pur ancora in piena attività, inizia o ha già iniziato la sua parabola di lento declino; l'altro, il brillante dotto erudito e futuro filosofo, ma già orientato a studiare la scienza estetica attraverso il filosofare sulla storia, che, nel pieno delle forze intellettuali, percorre la propria con agilità. […] Non frammenti di vita privata, non sfumature psicologiche, non ideologie politiche, non teorie filosofiche emergono da questo carteggio bensì, salvo rari gesti di cortesia, esigenze di ordine intellettuale, di ricerca e di studio. L'impressione che se ne ricava è comunque quella di entrare nell''officina' dei due 'grandi operai' della cultura. E, sotto questo aspetto, il carteggio acquista interesse, innanzi tutto per la statura dei personaggi, due titani del sapere, e, in secondo luogo, proprio in ragione di quei tempi 'vuoti' o 'morti' che interrompono il flusso temporale dello scambio di lettere, ma che si rivelano 'pieni' ove si ricorra alla saggistica di entrambe le parti, che ha attinenza con gli argomenti trattati e che instaura un 'dialogo' tra lettere e opere. Un dialogo che trova anche consistenza e validità attraverso il manufatto, il 'libro', ovvero le edizioni a stampa delle proprie opere delle quali i due interlocutori avrebbero fatto dono l'un l'altro.
28,00
Corrispondenza: 1857-1874, 1875-1885

Corrispondenza: 1857-1874, 1875-1885

Paul Verlaine

Libro: Prodotto composito per la vendita al dettaglio

editore: Aragno

anno edizione: 2023

Questa corrispondenza, che copre un arco di quasi vent'anni (1857-1885), si snoda e si aggroviglia attorno ai due esseri che più rilevanza hanno avuto nella vita e nell'opera di Verlaine. Nell'improvvisa determinazione di sposare la «spirituale e leggiadra» Mathilde, Verlaine ha intravisto la promessa di una rigenerazione fisica e morale, un ancoraggio alla norma contro la deriva, contro i disordini dell'alcolismo, contro l'omosessualità vissuta e mai totalmente accettata. Ma l'arrivo a Parigi di Rimbaud farà deflagrare tutte le contraddizioni insite in una scelta quanto meno azzardata. E la scelta di aderire alla più stretta morale borghese si rivelerà presto un altro modo di precipitarsi verso l'abisso. La virtù può costituire a volte una variante inedita della caduta.
60,00
Le lettere

Le lettere

Fileto

Libro: Libro in brossura

editore: Associazione Giordano Bruno

anno edizione: 2023

pagine: 400

15,00
Come la fenice. Dal diario di una ragazza con DSA
13,00
Lettere sulle rotte oceaniche di due imprenditori toscani del XIX secolo

Lettere sulle rotte oceaniche di due imprenditori toscani del XIX secolo

Angelo Piermattei

Libro: Libro in brossura

editore: Post Horn

anno edizione: 2023

pagine: 168

Imbattersi in un antico carteggio di lettere appartenute ad una famiglia di imprenditori, come i Viti di Volterra, invita a conoscere i percorsi dei documenti postali attraverso gli oceani, da un continente all'altro e le motivazioni di chi scriveva. I successi ottenuti con la vendita dell’alabastro volterrano da parte del signor Vito (1787-1866) e suo nipote Giuseppe (1816-1860) sono documentati da circa 300 lettere che vanno dal 1833 al 1874, viaggiate lungo tre oceani, che testimoniano la geopolitica del tempo, i segreti commerciali, le ansie, i tentativi di incontro con altri mercanti. Vito si stabilì a Filadelfia conseguendo un elevato successo a seguito della sua rapida integrazione nel tessuto socioeconomico, Giuseppe raggiunse circa 40 località nel mondo in soli 25 anni, ritornando a Volterra con il titolo di Emiro del Nepal.
40,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.