Il tuo browser non supporta JavaScript!

Clinica e medicina interna

Nella zona grigia. Un neuroscienziato esplora il confine tra la vita e la morte

Adrian Owen

Copertina rigida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2019

pagine: 254

Quando, nel 2011, viene sottoposto a risonanza magnetica funzionale presso il Brain and Mind Institute della Western University, in Ontario, Scott è ritenuto privo di coscienza da ormai dodici anni. Un terribile incidente d'auto lo ha ridotto in stato vegetativo, e nessuno, a parte i suoi genitori, lo considera cosciente. Eppure, nel momento in cui il neuroscienziato Adrian Owen gli chiede di immaginare di giocare a tennis o di muoversi nella sua casa, il suo cervello esplode in una miriade di colori, dimostrando così di essere vigile. Scott è uno fra i pazienti con gravi lesioni al cervello, vittime di traumi o malattie, con i quali Owen è riuscito a stabilire un contatto e che, in alcuni casi, sono usciti dalla cosiddetta «zona grigia», tra la piena consapevolezza e la morte cerebrale. Collaborando con team di ricerca in Inghilterra e in Canada, negli ultimi vent'anni lo scienziato ha trasformato un'idea vaga, un'intuizione, nel fulcro di una tecnica di valutazione cognitiva che punta a svelare la struttura stessa della nostra coscienza. Utilizzando tecnologie di monitoraggio e scanning cerebrale e gli approcci della neuropsicologia, Owen ha messo a punto una serie di esperimenti per mappare l'attività del cervello di pazienti non fisicamente responsivi, in cerca di segni certi della loro consapevolezza. "Nella zona grigia" è il racconto di questa avventura, un percorso in cui esperienza professionale e storia personale si intrecciano, portando lo scienziato a misurarsi con il caso e la fortuna, i limiti di strutture e finanziamenti, l'attenzione dei media, lo scetticismo dei colleghi, le speranze e le sofferenze dei familiari dei pazienti e, soprattutto, l'irriducibile unicità di ogni singolo caso, di ogni persona. Da una posizione dichiaratamente atea, Owen affronta questioni cruciali sul significato dell'essere umano, sollevando interrogativi che riguardano tutti noi e coinvolgono il diritto, la filosofia, l'etica e la religione. Cosa significa «stato vegetativo»? Perché si entra nella «zona grigia»? A quale livello di funzionamento cerebrale si è coscienti? Cosa desidera chi resta intrappolato nel proprio corpo: vivere o morire? Chi ha diritto di decidere di «staccare la spina»? E perché solo alcuni ritornano dal «regno dei morti»? In un nuovo dialogo fra ricerca pura e cura terapeutica, fra scienza e tecnologia, le neuroscienze cognitive ci avvicinano alla comprensione del cervello, della coscienza e dei problemi legati a malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer, prospettando un futuro in cui sarà possibile comunicare da mente a mente.
20,00

Abbassa il volume! Come salvaguardare la salute dell'udito

Marie-Caroline Mabille

Libro in brossura

editore: NUOVA IPSA

anno edizione: 2019

pagine: 102

Come nascono i suoni, come li percepisce l'orecchio, quali sono i limiti del nostro udito, e quali semplici precauzioni adottare per proteggersi dai pericoli collegati ai rumori? L'autore ci avverte: a partire da 85 decibel (il frastuono di una mensa o il suono emesso da un pianoforte), l'ascolto prolungato diventa nocivo per l'orecchio umano - più di tre quarti dei soggetti trai 15 e i 30 anni accusa già disturbi uditivi. Fastidi temporanei, acufeni, iperacusia oppure perdita dell'udito, queste lesioni dell'orecchio hanno conseguenze sullo stato di salute: stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione, stress, ecc. Per prendere coscienza dell'impatto dell'ambiente sonoro sulla nostra vita quotidiana, questa guida pedagogica informa senza paternali, esplorando la relazione fra l'orecchio e la musica. Si serve dei consigli di specialisti, audiologi, medici, associazioni, e delle testimonianze di professionisti: cantanti, musicisti e DJ. Prefazione di Puel Jean-Luc.
19,00

La vita creativa del cervello. Le neuroscienze nell'era dell'innovazione

Elkhonon Goldberg

Libro in brossura

editore: PONTE ALLE GRAZIE

anno edizione: 2019

pagine: 413

Mai come oggi novità e innovazione conoscono un andamento esponenziale; mai come oggi la creatività umana sembra aver oltrepassato i confini dell'arte per trovare espressione nella tecnologia, chiamando ciascuno di noi a confrontarsi quotidianamente con nuove sfide. Ma di che cosa parliamo quando parliamo di creatività? Sinora le neuroscienze non sono riuscite a dare conto di quello che rimane in buona parte un affascinante mistero. Dal suo punto di vista privilegiato di pioniere nella ricerca incentrata sul rapporto tra novità e routine nel cervello, e mettendo in gioco le sue eccezionali qualità di divulgatore scientifico, Elkhonon Goldberg prova a dare una risposta che non si limita a chiamare in causa le neuroscienze, ma le fa continuamente interagire con l'antropologia, la biologia dell'evoluzione, la psicologia, la storia e, naturalmente, la psichiatria. Qual è il ruolo della fisiologia e dell'anatomia nella generazione della creatività? Perché è proprio il funzionamento delle aree cerebrali a spiegare che qualsiasi attività creativa non può prescindere dall'applicazione e dalla disciplina? Cos'avevano di particolare il cervello di Einstein e quello di Lenin? Perché sentiremo parlare sempre di più di creatività condivisa e perché è vitale per la scienza iniziare a confrontarsi con culture finora rimaste ai margini del mondo occidentale? Guidati da un grande scienziato che è anche un bravissimo scrittore, termineremo di leggere questo libro non solo più ricchi di conoscenze, ma anche più fiduciosi e più preparati ad affrontare il futuro.
22,00

La nascita: rischi reali, pericoli percepiti

Grazia Colombo, Anita Regalia

Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2019

pagine: 143

L'attuale cultura ostetrica considera il rischio come uno dei fattori principali che definiscono e condizionano le scelte assistenziali. Su tutte le nascite si fa pendere la spada di Damocle di una complicazione possibile per cui si prescrivono di routine esami e controlli medici senza modularli in base all'effettiva probabilità con cui possa manifestarsi in una specifica gravidanza. Tutto ciò non fa che aumentare l'ansia di operatori e partorienti. Senza voler suggerire che il rischio clinico sia un fattore da sottovalutare, le autrici propongono di analizzare in maniera critica l'eccessivo valore che esso ha assunto nell'assistenza ostetrica, con l'obiettivo di aiutare gli operatori a stabilire con le donne una nuova modalità relazionale, non unicamente prescrittiva di un comportamento, né sorda all'ascolto.
13,00

E come stanno i bimbi non vaccinati?

Françoise Berthoud

Libro

editore: AMRITA

anno edizione: 2018

pagine: 124

In un momento in cui ci si schiera, a livello nazionale e internazionale, pro o contro i vaccini, a suon di studi sulla salute dei bambini vaccinati, noi abbiamo voluto esplorare la salute dei bimbi non vaccinati, chiedendoci quali siano, se esistono, i benefici dell'astensione dalle vaccinazioni. L'autrice, pediatra, ci offre una ricerca su autorevoli studi pubblicati su questo argomento in molti paesi, i quali sostanzialmente confermano la sua lunga esperienza clinica.
14,00

Lo studio pediatrico. Migliorare l'organizzazione per lavorare (e vivere) meglio

Copertina morbida

editore: TECNICHE NUOVE

anno edizione: 2018

pagine: 374

Il Pediatra di Famiglia è uno specialista e quindi abile sul piano clinico, gli aspetti sui quali forse è stato meno preparato sia durante il percorso universitario che nella formazione post-laurea, sono invece quelli organizzativi e manageriali. La Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche ha raccolto le esperienze di alcuni colleghi Pediatri di Famiglia, integrate dai contributi di altri esperti, in questo libro incentrato sugli accorgimenti organizzativi dello studio pediatrico. Il volume si articola in quattro sezioni: normative e caratteristiche dell'ambulatorio, gestione, personale e attività. Nella prima sezione si affronta, tra l'altro, la privacy, la sicurezza e vi è un interessante capitolo sulle accortezze architettoniche e di arredamento. Parlando di gestione dell'ambulatorio si affrontano temi come le assicurazioni, l'attività digitale, i rifiuti speciali. Larga parte è dedicata al personale, sia come modalità di assunzione che come scelta, formazione e motivazione. Nell'ultima sezione troverete il self help, oltre alla gestione delle vaccinazioni e agli strumenti per fare un'efficace medicina d'iniziativa. Il libro è un valido aiuto per i giovani colleghi e colleghe che si accingano a intraprendere la professione di pediatra, ma anche per i pediatri già affermati che vogliano implementare o migliorare la loro organizzazione.
39,90

Dermatologia e malattie sessualmente trasmesse

Jean-Hilaire Saurat, Dan Lipsker, Luc Thomas, Luca Borradori, Jean-Marie Lachapelle

Libro rilegato

editore: EDRA

anno edizione: 2018

pagine: 1296

La dermatologia negli ultimi decenni è la branca della medicina che ha conosciuto mutamenti radicali. Le conoscenze della patogenesi delle diverse malattie ha subito un'evoluzione prepotente che hanno portato a progressi - nella terapia - sino a poco tempo fa impensabili. Ciascuna patologia cutanea è scritta in maniera chiara e dettagliata che segue la diagnosi di ragionamento del professionista: si parte dal sintomo, l'esame clinico, la diagnosi - ponendo l'attenzione sulle più moderne tecniche di indagine - e infine la terapia. Sono state prese in considerazione le più comuni affezioni cutanee secondo la loro classificazione tradizionale, ma con un'attenzione rivolta anche a quelle meno conosciute e a quelle tipiche delle diverse età della vita. Gli autori dei diversi capitoli - un team rinnovato rispetto alle precedenti edizioni - non si limitano alla descrizione dei singoli quadri patologici, ma guidano il lettore ad un approccio integrato e funzionale della malattia. Anche la descrizione della diagnosi differenziale è particolarmente accurata e schematica come pure la descrizione dell'approccio alle diverse alternative terapeutiche di cui sono descritte le modalità d'uso, le controindicazioni e gli effetti collaterali a breve e lungo termine. Uno strumento indispensabile, pragmatico e quindi utile per la pratica di una dermatologia clinica moderna.
179,00

La mente alterata. Cosa dicono di noi le anomalie del cervello

Eric R. Kandel

Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2018

pagine: 338

Il premio Nobel Eric Kandel ci porta alla scoperta di ciò che i disturbi cerebrali rivelano sulla natura umana. Lo studio della loro origine aiuta la ricerca di nuove terapie ma incoraggia anche un nuovo umanesimo, basato, almeno in parte, sulla conferma della natura biologica della nostra individualità. Kandel è uno dei pionieri delle moderne neuroscienze. Prendendo le mosse dalle sue ricerche, l'autore indaga una delle questioni fondamentali che dobbiamo affrontare: come nasce la nostra mente dalla materia fisica del cervello? Gli 86 miliardi di neuroni del cervello comunicano tra loro attraverso connessioni molto precise. Se queste connessioni sono interrotte o alterate, i processi cerebrali che danno origine alla nostra mente possono venirne disturbati, portando a malattie come la depressione, la schizofrenia e il morbo di Parkinson. La mente alterata illustra come i fondamentali studi di queste anomalie possano approfondire la nostra comprensione di pensiero, sentimento, comportamento, memoria e creatività, e forse portare, in futuro, alla formulazione di una teoria unificata della mente.
27,00

Emicrania

Oliver Sacks

Libro in brossura

editore: ADELPHI

anno edizione: 2018

pagine: 519

«Qualsiasi profano interessato in qualche modo alla relazione fra corpo e mente, anche se non lo capirà in ogni dettaglio, troverà questo libro affascinante come lo ho trovato io ... In tutti i casi di disturbi funzionali, è di primaria importanza il rapporto personale fra medico e paziente. "Ogni malattia è un problema musicale," diceva Novalis "e ogni guarigione è una soluzione musicale". Ciò significa, come scrive il dottor Sacks, che a prescindere dal metodo che il medico sceglie, o è costretto a scegliere, vige soltanto una regola fondamentale: "... bisogna sempre ascoltare il paziente. Perché se qualcosa affligge i pazienti emicranici, oltre all'emicrania, è il fatto di non essere ascoltati dai medici: osservati, analizzati, imbottiti di farmaci, spremuti, ma non ascoltati".» (W.H. Auden)
15,00

Sessuologia clinica. Modelli di intervento, diagnosi e terapie integrate

Fabio Veglia, Vieri Boncinelli, Mauro Rossetto

Copertina morbida

editore: ERICKSON

anno edizione: 2018

pagine: 360

La sessualità è il risultato di una convergenza di fenomeni biologici, psicologici e culturali. Per affrontarne le problematiche è quindi necessario un approccio interdisciplinare e integrato con il contributo e le competenze di discipline diverse, in una sintesi clinica che dia il senso più chiaro delle difficoltà dei pazienti. Il volume risponde alle esigenze di diverse figure professionali oltre che di studenti di scuole di specializzazione, corsi di laurea e master universitari. È utile come occasione di aggiornamento rispetto ai cambiamenti sempre più accelerati delle richieste di cura e ai progressi delle discipline mediche e psicologiche. Il manuale è articolato in due parti. Nella prima si accompagna l'operatore in ogni passaggio della terapia sessuale, dall'accoglienza della domanda alla diagnosi, alla formulazione del piano di cura. La seconda parte approfondisce diverse applicazioni relative a campi più specifici ed emergenti dell'intervento sessuologico e ridefinisce in modo puntuale alcuni trattamenti utilizzabili in situazioni cliniche complesse.
24,00

I racconti dell'Huntington. Voci per non perdersi nel bosco

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2018

pagine: 220

In questo libro prendono parola i malati di Huntington e chi è loro vicino: familiari, amici, professionisti della cura. I temi di queste pagine riguardano però tutti. Tutti noi, con o senza Huntington, nutriamo infatti relazioni affettive che ci gratificano o ci fanno soffrire, affrontiamo scelte vitali, ci confrontiamo con il desiderio di mettere al mondo figli. Può capitare a tutti di fare i conti con malattie e disabilità anche gravi, di vivere il lutto per la morte di persone care, di confrontarsi personalmente con un corpo che non ha più la forza di un tempo; a tutti succederà di morire. L'Huntington è una malattia rara, neurodegenerativa, ereditaria, caratterizzata da disturbi del movimento, alterazioni anche gravi del comportamento e progressivo deterioramento cognitivo. L'esordio, di solito in età adulta, porta alla morte dopo 15-20 anni. La probabilità di ogni figlio di ereditare la malattia è del 50% e spesso nella stessa famiglia convivono più malati. Ad oggi vi sono solo farmaci sintomatici, non in grado di prevenire, rallentare o bloccare la malattia. I racconti di donne e uomini, a confronto con una malattia che pone enormi sfide alla loro vita, rivelano il valore della "pietas". Non del "pietismo" ma delle virtù civili del rispetto e del riconoscimento dei diritti, fondati sull'affermazione dell'altro per quello che è, con la sua storia, affinché il suo destino non risulti indifferente. Questo è infatti il senso della parola "pietas": il modo in cui l'altro per noi è più o meno importante e significativo e il modo in cui noi sentiamo di esserlo per l'altro. Dare voce a questi racconti e a questo sentimento è la ragione del libro, che si rivolge a chiunque abbia una sensibilità per questi temi, ai malati e alle famiglie, agli operatori e specialisti del Welfare, al mondo universitario e ai ricercatori, a politici e amministratori.
27,00

La mente oltre il cranio. Prospettive di archeologia cognitiva

Emiliano Bruner

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2018

pagine: 128

Fossili, primati e resti archeologici forniscono le informazioni necessarie per analizzare l'evoluzione delle capacità spaziali nel genere umano, che includono il rapporto tra individuo e tecnologia. Il libro considera la relazione fra antropologia e neuroscienza, i cambiamenti dell'anatomia cerebrale, e le variazioni filogenetiche negli ominidi estinti. Segue l'analisi di quelle capacità cognitive generalmente indicate col nome di "integrazione visuospaziale", implicate nella connessione tra individuo e ambiente, tra corpo e visione, e nella gestione dei ricordi, della nozione di sé stessi e delle relazioni con gli altri. Il viaggio si conclude fuori dal cervello, estendendo le capacità cognitive al corpo stesso e alla tecnologia, parti integranti di quel processo tanto fondamentale quanto ancora vago e sconosciuto che chiamiamo "mente".
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.