Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Sociologia e antropologia

Il disagio della postmodernità

Zygmunt Bauman

Libro: Libro in brossura

editore: Laterza

anno edizione: 2024

pagine: 360

Non esistono guadagni senza perdite, e il sogno di una felicità per il guadagno, depurata del dispiacere per la perdita, è altrettanto vano della proverbiale speranza di un pranzo gratis. I guadagni e le perdite connessi a ognuno dei vari sistemi di convivenza umana vanno accuratamente conteggiati, per tentare di pareggiarli il più felicemente possibile. Ma non è mai esistito, e mai esisterà, un bilancio dove ci sia la voce dell''avere', ma non quella del 'dare'. La gioia della vita civile si ottiene solo insieme alla sofferenza, la soddisfazione va sottobraccio al disagio e l'obbedienza alla ribellione. La civiltà, quest'ordine artificiale imposto sul disordine naturale dell'umanità, è un baratto, un compromesso sempre rimesso in questione e volta a volta rinegoziato. "Il disagio della postmodernità" è uno dei libri fondamentali di Bauman. Una lettura imprescindibile per chiunque voglia capire il suo tempo in tutte le sue implicazioni e le sue contraddizioni.
15,00 14,25
18,00 17,10

L'inchiesta metropolitana

Antonio Negri

Libro

editore: Manifestolibri

anno edizione: 2023

pagine: 240

18,00 17,10

Per un'antropologia delle scritture del sé. Autobiografie, lettere, diari

Anna Iuso

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2023

pagine: 112

Ciascuno di noi riflette sulle proprie azioni, racconta ciò che fa, si chiede che senso abbia avuto la propria vita, e spesso lo fa per iscritto. Ma qual è la differenza fra autobiografia, lettere e diari? Quali caratteristiche e quali funzioni hanno? Chi scrive? Quando, come, perché? Il volume è il primo tentativo unitario di mettere ordine nel discorso sulle scritture del sé. Ripercorrendo testi autobiografici sia di scrittori sia di gente comune, ricostruisce lo sviluppo, l'affermazione, le implicazioni e la funzione delle scritture del sé intendendole non come genere letterario, ma come pratica sociale, sintomo di specifiche configurazioni culturali della nostra modernità, forme emblematiche e complesse dei mutamenti antropologici delle società europee.
13,00 12,35

Un'altra via. Scritti su agire sociale e organizzazione dedicati a Bruno Maggi

Giovanni Masino, Angelo Salento, Francesco Maria Barbini, Giovanni Rulli, Massimo Neri, Marco Zamarian

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2023

pagine: 152

Nel volume sei studiosi di varia appartenenza disciplinare – organizzazione, sociologia, medicina – riflettono sull'influenza che l'opera di Bruno Maggi ha avuto sul loro percorso di ricerca e sulla loro produzione teorica. I temi trattati, che riguardano il cambiamento organizzativo nelle imprese e nel lavoro, e i suoi rapporti con la tecnologia, la negoziazione, l'apprendimento, la regolazione giuridica, la salute, richiamano il percorso scientifico di Maggi, rendendo omaggio al suo originale contributo all'interpretazione dell'agire sociale: la teoria dell'agire organizzativo. La sua riflessione teorica, la sua attività di ricerca e di insegnamento hanno mostrato come, seguendo quanto ha chiaramente indicato l'epistemologia delle scienze umane e sociali, si possa percorrere un'altra via rispetto alle consuete e opposte visioni dell'oggettivismo e del soggettivismo.
18,00 17,10

Terra in fermento. Il paesaggio culturale e antropico della Falanghina DOC come bene immateriale UNESCO

Libro: Libro in brossura

editore: Il Mulino

anno edizione: 2023

pagine: 232

Negli anni Settanta alcuni viticultori del Sannio beneventano individuano nella Falanghina un potenziale enologico ancora acerbo, ma suscettibile di fruttuosi sviluppi. Ha così inizio il processo di valorizzazione di questo vitigno autoctono, prima a livello aziendale e poi corale, che dura ormai da mezzo secolo e che ha attivato una trasformazione del paesaggio produttivo e antropico. La presenza storica e ben radicata di quest'uva sul territorio ha offerto la possibilità ai coltivatori e ai produttori, grandi e piccoli, di ampliare l'areale vitato a Falanghina, di aumentarne la produzione complessiva e di renderlo sostenibile, fino a trasformare la Falanghina in una cultivar identitaria. Il prodotto enologico si è intrecciato alle feste, ai riti e alle narrazioni della comunità come i pampini ai tralci. La vite si è innestata nella vita, al punto che oggi si può identificare un vero e proprio patrimonio culturale, materiale e immateriale, che ruota intorno al vino Falanghina, e una comunità patrimoniale, consapevole e attiva, che si adopera a buon diritto per la candidatura Unesco di questo bene comunitario. Il volume analizza la dimensione economica e storico-antropologica di questa straordinaria risorsa del Sannio beneventano.
22,00 20,90

Nascita del professionista. Saggio di semantica storico-sociologica

Marco Santoro

Libro

editore: Meltemi

anno edizione: 2023

pagine: 258

Il libro offre una ricostruzione storica e teorica di una categoria centrale nel discorso contemporaneo, quella di “professione” (con i suoi derivati “professionista”, “professionismo”, “professionalità” e “professionalizzazione”). Percorrendo la storia sociale dei concetti e delle parole, la storia della storiografia e la storia della teoria sociale – dove la categoria analitica di “professione” ha inizialmente preso forma per poi attestarsi quale concetto cruciale e insieme problematico del lessico sociologico –, l’autore traccia le coordinate di quel denso spazio semantico, analitico e ideologico implicitamente o esplicitamente mobilitato ogni qual volta siano in discussione competenze, qualità ed expertise, ma anche privilegi, monopoli e difese corporative.
20,00 19,00

La fine della morte. Vita eterna nell'era dell'intelligenza artificiale

Moritz Riesewieck, Hans Block

Libro: Libro in brossura

editore: Tlon

anno edizione: 2023

pagine: 392

Da sempre l'umanità sogna di sfuggire alla morte. Il pulviscolo di dati che lasciamo sul web tutti i giorni permetterebbe già di creare cloni digitali capaci di riprodurre il nostro modo di parlare e comportarci, forse persino la nostra anima. Ma cosa accade all'essere umano quando viene meno la certezza della propria morte? E cosa resta dell'atto del ricordare se non perdiamo più nessuno? Per cercare di rispondere a queste e altre domande, Moritz Riesewieck e Hans Block hanno raccolto le testimonianze di chi è entrato nel mondo eccentrico, visionario e a tratti inquietante dell'immortalità digitale. Cosa faremmo se ricevessimo una telefonata da una persona cara che non c'è più? Avremmo la lucidità di dirci che non è davvero lei, o risponderemmo?
20,00 19,00

L'educazione nell'età elettronica

Marshall McLuhan

Libro: Libro in brossura

editore: Edizioni ETS

anno edizione: 2023

pagine: 148

Noto ai più come studioso dei media o profeta visionario del futuro, Marshall McLuhan resta tra i più influenti pensatori del XX secolo, ma è ancora poco nota la portata innovativa delle sue teorie sull’educazione. Lo studioso del “villaggio globale” spazia tra diversi campi del sapere, dalla nascente massmediologia alla sociologia, passando per la psicologia e la storia dell’educazione, attraverso metafore folgoranti e uno stile aforistico. Secondo McLuhan “l’uomo elettronico” è un uomo nuovo: primi esempi ne sono i bambini che, nati in un mondo (tele) visivo, hanno bisogno anche di una nuova educazione, che sia al passo con la velocità delle informazioni.
13,00 12,35

Spazio, ambiente, territorio. Teorie, metodi e prospettive di ricerca in sociologia

Giovanni Carrosio, Alessandra Landi

Libro: Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2023

pagine: 312

Il volume offre un quadro analitico per interpretare la crisi ambientale da un punto di vista sociospaziale, nella convinzione che, per comprendere la società, e ancora di più i problemi socioecologici, lo spazio ha un ruolo rilevante. Dopo avere delineato le coordinate teoriche e concettuali, il libro individua i punti di incontro fra le teorie della sociologia dello sviluppo, l'ambiente e il territorio; si concentra sulla città, per indagare le relazioni tra dimensioni morfologiche e sostenibilità degli insediamenti urbani; si occupa di confini: da un lato, affrontando le diverse concezioni di sostenibilità che coesistono nella nostra società e utilizzando l'espediente dei confini cognitivi, dall'altro, guardando alla relazione tra i confini creati dall'uomo e quelli della natura; approfondisce il tema della giustizia ambientale, mostrando come essa si intersechi sempre con questioni sociospaziali. Infine, si focalizza sulle politiche, individuando i principali approcci con i quali esse fronteggiano la questione ambientale e mettendo in evidenza soprattutto quelli place-based.
31,00 29,45

Il marxismo davanti alle società «primitive»

Emmanuel Terray

Libro: Libro in brossura

editore: Pgreco

anno edizione: 2023

pagine: 178

Il marxismo davanti alle società "primitive”, qui ripubblicato con la Postfazione, inedita in italiano, alla seconda edizione francese del 1979, è senza dubbio un classico, uno dei testi fondanti dell'antropologia marxista francese. Composto da due studi indipendenti – "Morgan e l'antropologia contemporanea" e Il materialismo storico e le società successorie e segmentali”, nel primo dei quali Emmanuel Terray rilegge criticamente Morgan facendone emergere il positivo contributo al materialismo storico, mentre nel secondo applica una “lettura sintomale", sull'esempio di Louis Althusser, all'etnografia di Claude Meillassoux sui Gouro della Costa d'Avorio – il volume si pone come una decisa presa di posizione riguardo alla possibilità e alle potenzialità di una rigorosa analisi marxista delle società non-capitaliste e, soprattutto, come uno stimolo al dibattito sui modi di produzione e sul concetto di classe. Grazie al vigore del suo approccio althusseriano, Il marxismo davanti alle società "primitive" è uno dei testi più citati e discussi di una stagione, quella del sorgere dell'antropologia marxista francese, che continua a fornire stimoli concettuali e a presentarsi come un modello di rigore intellettuale coniugato con l'impegno militante. Prefazione di Carlo Capello.
16,00 15,20

Il calcio storico fiorentino. La rievocazione tra patrimonio e «identità»

Dario Nardini

Libro: Libro in brossura

editore: Olschki

anno edizione: 2023

pagine: 258

Basato su una ricerca etnografica finanziata dall'ICPI, il libro ricostruisce la storia e gli aspetti di interesse demoetnoantropologico della rievocazione del gioco del Calcio Storico Fiorentino. Per la passione che alimenta e per la ricchezza di temi mobilitati, la manifestazione offre un contributo peculiare e significativo alla riflessione antropologica su temi quali il patrimonio, la tradizione, le identità territoriali e la relazione tra la città e i suoi abitanti.
25,00 23,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.