Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sociologia e antropologia

Contro l'ideologia del merito

Mauro Boarelli

Copertina morbida

editore: Laterza

anno edizione: 2019

pagine: 146

Cosa significa esattamente merito? Questa parola seducente mantiene ciò che promette? Oppure è una parola ambigua? Grattando la superficie, il merito mostra la sua vera natura: quella di una ideologia che sta trasformando la scuola, l'università, il sistema sanitario, la pubblica amministrazione, il mondo del lavoro nel nome della concorrenza e del mercato. Il concetto di cittadinanza è messo a rischio, e con esso il principio dell'uguaglianza sociale. Dietro al merito si nascondono questioni cruciali per comprendere il nostro tempo.
14,00

Fondamenti di zooantropologia

Roberto Marchesini

editore: Safarà Editore

anno edizione: 2019

pagine: 513

50,00

Filosofia del denaro

Georg Simmel

Copertina morbida

editore: LEDIZIONI

anno edizione: 2019

pagine: 439

Il primo scritto simmeliano sul denaro («Zur Psychologie des Geldes»)risale al 1889 e precede di undici anni la prima edizione della «Filosofia del denaro» (1900). La riflessione sul denaro occupa quindi un tratto consistente del percorso intellettuale di Georg Simmel, un decennio cruciale nella evoluzione del suo pensiero sociologico e filosofico. Accolta fin dall'inizio come un'opera stimolante e controversa, la «Filosofia del denaro» ha goduto nell'area di lingua tedesca di un interesse abbastanza persistente nel tempo: nel 1907 esce la seconda edizione riveduta e ampliata (ad essa si riferisce la presente traduzione italiana) alla quale seguono cinque ristampe (1920, 1922, 1930, 1958, 1977). In altre lingue sono apparsi numerosi frammenti, ma le uniche traduzioni integrali sono quella polacca del 1904, quella inglese del 1978 e questa italiana. Dai primi studi simmeliani è passato quindi più di un secolo ed è non solo legittimo, ma addirittura doveroso, chiedersi, e cercare di chiarire, che senso ha oggi invitare un pubblico degli anni 2000 alla lettura di un'opera quale quella simmeliana. Il ritorno simmeliano di questi ultimi anni ha ragioni più profonde e sostanziali. È fin troppo facile additare in Simmel il filosofo della crisi e individuare in questo aspetto le ragioni dell'affinità tra il suo tempo, e il suo modo di esserne interprete, e la fase attuale. Non sono, o non sono soltanto, le tentazioni irrazionalistiche e vitalistiche che emergono dalla crisi (impietosamente additate da Lukàcs) a costituire il fascino attuale di Simmel, quanto la sua visione della crisi come possibilità permanente, mai definitivamente superabile, il rifiuto di schemi chiusi e «compatti» di pensiero che pretendano di fornire soluzioni e che non siano semplicemente costruzioni provvisorie, punti di orientamento in un processo senza fine di interpretazione.
39,00

Smarrita occupazione. Giovani, territorio e il lavoro che non c'è

Mauro Zangola

Copertina rigida

editore: Edizioni SEB27

anno edizione: 2019

pagine: 136

Questo volume fornisce un'analisi della condizione lavorativa dei giovani tra i 15 e i 34 anni. Si occupa ovviamente di quelli che lavorano, per capire quanti sono, che caratteristiche hanno, in che settori operano, che tipo di attività svolgono, con quale contratto e con quale durata nel caso dei lavoratori dipendenti, con quale tipologia imprenditoriale o professionale nel caso dei lavoratori autonomi. Ma accanto a questi giovani che almeno per una volta hanno iniziato un rapporto di lavoro, pur se precario, ve ne sono altri che al lavoro sembrano non aver accesso e sono a rischio di esclusione sociale. Proprio a quest'ultimi è dedicato l'approfondendo dell'indagine sulla diffusione della povertà nelle metropoli del Nord postindustriale - prendendo come modello di studio la "città laboratorio" di Torino - a causa della mancanza di lavoro e sui paradossi che, in tale realtà, coinvolgono direttamente i giovani: l'esplosione della precarietà e l'allungarsi dei tempi di passaggio dalla scuola al lavoro; le imprese che fanno fatica a trovare le competenze di cui hanno bisogno; il fenomeno della sovraistruzione e le conseguenze che derivano da una domanda di lavoro che riguarda in misura crescente qualifiche medio basse. Tutto ciò senza dimenticare uno sguardo in prospettiva cercando di considerare le possibili ricadute sull'occupazione giovanile della quarta rivoluzione tecnologica che va sotto il nome di "industria 4.0".
16,00

L'incidenza positiva dello sport nella prevenzione dei tumori

Silvia Bartaletti

Libro in brossura

editore: Giapeto

anno edizione: 2019

pagine: 84

L'esercizio fisico e la sedentarietà risultano ormai costituire rispettivamente fattore protettivo e di rischio per molte malattie croniche degenerative dell'uomo e in particolare fattori coinvolti nell'epidemia di gravi malattie come le cardiovascolari e il diabete non-insulino dipendente (tipo II). Le evidenze scientifiche sia epidemiologiche che sperimentali di associazione fra tumori e sedentarietà o attività motoria risultano ormai molteplici, convergenti e tali da fornire linee-guida preventive dei tumori che comprendano la lotta alla sedentarietà l'incentivazione all'esercizio fisico, ad una sana alimentazione e ad un corretto stile di vita. In questi ultimi anni, infatti, proliferano ricerche per individuare il peso dell'esercizio fisico nella eziopatogenesi di alcune specifiche forme tumorali. Da questa breve rassegna condotta sulle ricerche epidemiologiche, che a livello mondiale hanno saggiato i rapporti tra attività motoria e neoplasie maligne, emergono dati di notevole interesse scientifico. Tali evidenze scientifiche potrebbero agevolmente tradursi in linee guida e strategie di prevenzione del cancro basate sull'attività fisica.
12,50

Le ancore di carriera. La natura mutevole del lavoro e della carriera. Uno strumento di auto-valutazione

Edgar H. Schein, John Van Maanen

Libro in brossura

editore: Giorgio Pozzi Editore

anno edizione: 2019

pagine: 93

Cosa ci spinge a compiere una certa scelta di carriera escludendone altre? Perché accettiamo più facilmente alcuni impieghi e rifiutiamo altre opportunità? Per Edgar Schein, massimo esperto nel campo della cultura di impresa, e per John Van Maanen, la risposta sta nelle ancore di carriera, definite dagli autori come l'insieme dei nostri talenti, bisogni e valori. Allo stesso modo di un'imbarcazione, l'àncora di carriera trattiene, stabilizza e centra la persona verso i suoi veri talenti e le sue motivazioni più profonde. Conoscere la propria àncora significa orientare la carriera verso obiettivi precisi e coerenti con il proprio sé professionale. Schein individua otto ancore di carriera e, attraverso un semplice questionario di autovalutazione, guida il lettore alla scoperta della propria. Il libro non è diretto soltanto a chi desidera raggiungere una maggiore consapevolezza di sé, ma si rivolge in particolare agli specialisti delle risorse umane, che tramite questi test possono ottenere profili più completi sulla forza lavoro della loro azienda.
16,00

Il responsabile dei servizi demografici

Angela Marcella

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2019

pagine: 432

I Servizi Demografici hanno il delicato compito di rilevare gli eventi più importanti della vita delle persone, eventi in grado di incidere sul riconoscimento di diritti fondamentali dell'individuo costituzionalmente tutelati. Proprio in considerazione della centralità delle funzioni assegnate, queste ultime rientrano tra quelle fondamentali svolte per conto dello Stato, come previsto dall'art. 14 del d.lgs. n. 267/2000: "Il Comune gestisce i servizi elettorali, di stato civile, di anagrafe, di leva militare e di statistica". Al Responsabile dei Servizi Demografici si chiede, pertanto, oltre ad una preparazione e una professionalità specifica, ottenibile tramite appositi percorsi formativi abilitanti, di attuare gli obiettivi e i programmi dell'Amministrazione, di dirigere l'ufficio o il servizio secondo criteri e modalità fissati da leggi, statuto e regolamenti, gli si affida la gestione amministrativa, tecnica e finanziaria delle risorse, compresa l'organizzazione e la gestione delle risorse umane. Il volume intende proporsi come supporto al lavoro del Responsabile dei Servizi Demografici nella complessa gestione e organizzazione delle risorse, anche umane, oltre che come strumento per risolvere le numerose questioni pratiche e operative che quotidianamente gli si presentano, avendo sempre come riferimento la normativa vigente e le più importanti pronunce giurisprudenziali.
68,00

Umani, prede e predatori

Natan Feltrin, Federica Lovato

Libro in brossura

editore: Graphe.it

anno edizione: 2019

pagine: 72

Un seme per il futuro è un'idea coraggiosa che, al di là del suolo a volte gerbido a volte fertile, deve essere gettata in un mondo non ancora in grado di comprendere il valore dei possibili frutti venturi. Così, il seme-idea si fa segno per un mondo a venire, testimone presente di quel che potrebbe essere, ente costitutivamente moderno poiché in anticipo sui tempi della percezione comune. In questo primo ritaglio di futuro vi è uno sguardo al passato volto a ridefinire in senso critico i ruoli di preda e predatore troppo sovente cristallizzati in una narrazione schiettamente antropocentrica. Natan Feltrin rompe, con toni eretici, la tradizionale prospettiva dell'uomo come indiscusso predatore alpha puntando dritto al cuore degli effetti socio-culturali che sono emersi dai meccanismi antipredatori di Homo sapiens. Federica Lovato porta il lettore in un viaggio genealogico dell'attitudine venatoria onde scalfirne i presupposti di naturalità e moralità. Al termine di questo volume chi sia preda, chi predatore e cosa comporti pensare l'altro in termini di «bottino» sono tutte questioni spalancate verso un orizzonte di rinnovamento etico. Introduzione di Nicola Zengiaro. Postfazione di Leonardo Caffo.
10,00

Amore mio come sei cambiato. Innamoramento e amore 40 anni dopo

Francesco Alberoni, Cristina Cattaneo

Libro rilegato

editore: Piemme

anno edizione: 2019

pagine: 315

Ha fatto scalpore la notizia delle quattordici donne tutte fidanzate, senza saperlo, con lo stesso ragazzo conosciuto su Facebook. Nessuna dubitava di lui. Tutte si sentivano amate e innamorate a loro volta di quest'uomo speciale. Dopo la rivoluzione sessuale, non è stato solo il web a stravolgere le dinamiche affettive, e molto c'è da comprendere sulle nuove modalità di formazione della coppia e dell'identità sessuale, sui processi del desiderio, sull'intimità e la costruzione di una storia amorosa durevole nel tempo. Molte aree oscure devono essere illuminate da uno sguardo libero da preconcetti ideologici e al contempo attento alle peculiarità di uomini e donne. Mentre per millenni si sono amplificate le differenze fra i due sessi, negli ultimi cinquant'anni si è diffusa l'ideologia dell'uguaglianza. Ma né l'uno né l'altro dei due concetti esemplificano una realtà complessa. Vi sono infatti domande che continuamente ritornano: uomini e donne sono più uguali o più diversi? Cercano nell'altro le affinità o le differenze? E queste affinità o differenze affondano nella natura o nella cultura? E la rivoluzione comunicativa di Internet e dei social come ha cambiato i processi dell'innamoramento e dell'amore? Con un apparato di coinvolgenti case-histories, Alberoni e la giovane ricercatrice Cristina Cattaneo ci portano nelle pieghe più profonde del più profondo e affascinante dei misteri umani.
17,50

Innovatori sociali. La sindrome di prometeo nell'Italia che cambia

Filippo Barbera, Tania Parisi

Libro in brossura

editore: Il Mulino

anno edizione: 2019

pagine: 221

Economia collaborativa e digitale, economia green, impresa sociale, cooperative di comunità, nuove manifatture: queste le nuove forme di riarticolazione del tessuto sociale e produttivo emerse dalla crisi del 2008. Agenti del cambiamento sono giovani-adulti ormai esperti nell'uso delle tecnologie informatiche e comunicative, per i quali i valori civici, la fiducia e il capitale culturale rappresentano dimensioni qualificanti. Il libro tratteggia un accurato panorama degli «innovatori sociali» in Italia: presenti in tutte le regioni, con esperienze professionali trasversali al settore profit e non profit, ambiscono a coniugare l'impatto economico con la sostenibilità ambientale e la responsabilità verso il territorio e la società, interrogando in modo non convenzionale la politica e l'azione pubblica.
21,00

Resti tra noi. Etnografia di un manicomio criminale

Luigi Giovanni Quarta

Libro in brossura

editore: Meltemi

anno edizione: 2019

pagine: 315

L'ospedale psichiatrico giudiziario, manicomio e prigione, è l'ultimo residuo istituzionale di una tradizione di contenimento e cura della devianza. Molti l'hanno considerato l'esempio par excellence delle istituzioni totali, luogo in cui scompare una marginalità pericolosa e indesiderata. L'etnografia svolta all'interno di uno di essi vuole però restituirne i confini frastagliati, concentrandosi sui soggetti che a lungo l'hanno abitato e che in esso hanno visto nascere speranze, affetti, relazioni. Per nulla totale, l'OPG è un mondo sociale molteplice e cangiante - un campo di battaglia che fa delle pratiche di continua negoziazione e della plasticità dei ruoli e degli spazi la propria ragion d'essere. L'istituzione totale, insieme a certe riletture di Basaglia, Goffman, Foucault, Bourdieu, deve cedere il posto, allora, a una rappresentazione più sfumata, attenta alle zone grigie in cui i soggetti si muovono, descrizione che l'etnografia aiuta a costruire e restituire.
24,00

Italiani poca gente. Il Paese ai tempi del malessere demografico

Antonio Golini, Marco Valerio Lo Prete

Libro in brossura

editore: Luiss University Press

anno edizione: 2019

pagine: 221

L'Italia, tra record negativo di nascite e rapido invecchiamento, è ormai un caso studiato ovunque nel mondo. La crisi demografica costringe a ripensare tutto: sviluppo economico, lavoro, welfare e politica estera. Questo libro racconta come siamo arrivati fin qui e come si può invertire la rotta. Prefazione di Piero Angela.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.