Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Sociologia e antropologia

L'acculturazione dei popoli primitivi

Mario Forno

Libro

editore: Studium

anno edizione: 1976

pagine: 192

5,17 4,91

Ambiente ed evoluzione culturale

Mario Forno

Libro

editore: Studium

anno edizione: 1976

pagine: 176

5,17 4,91

Il dominio del dono

Alain Caillé

Libro

editore: UTET Università

anno edizione: 2024

23,00 21,85

Men on women. A collection of thought-provoking perspectives

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 156

"Una raccolta di prospettive stimolanti" ci accompagna in un viaggio accattivante attraverso il vasto spettro di esperienze, emozioni e intuizioni che gli uomini hanno portato alla ribalta scrivendo di donne. Se l'apporto femminile è storicamente sottorappresentato nel canone di diverse discipline accademiche, l'inclusione di punti di vista maschili apre un dialogo prezioso che amplifica le voci delle protagoniste dei saggi e illumina le varie sfaccettature del loro lavoro per ricordare che la letteratura non è legata al genere e che anche gli uomini hanno un ruolo cruciale da svolgere nel sostenere le narrazioni delle donne. I saggi proposti in "Men on Women" non solo celebrano il ruolo unico delle donne nel plasmare il mondo, spesso in circostanze difficili, esplorando le complessità dell'amore, dell'identità, dell'empowerment, della vulnerabilità e della resilienza che affrontano e sperimentano nel corso della loro vita; affrontano, anche, temi legati alla disuguaglianza di genere, alle aspettative sociali e alle lotte personali, affinché lettori e lettrici possano meglio comprendere le numerose sfaccettature della femminilità e promuovere una comprensione più profonda delle donne nella loro vita. Scritti di: L. Cantatore, M. Catarci & M. Fiorucci, D. Coco, M.-M. Cris, E.M. De Tommaso, M. Loconsole, F. Luppi, U. Maiorca, G.M. Pinna.
22,00

Sentieri del ben-essere

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 150

L'attuale rivoluzione del concetto di benessere che, da essere quasi esclusivamente inteso come assenza di patologie e perlopiù incentrato sul mondo del lavoro, si è espanso fino a divenire l'intersezione di più dimensioni, dal benessere fisico e mentale a quello emozionale, ambientale, lavorativo e finanziario, ha conseguentemente condotto ad una serie di interrogativi legati ai molteplici fattori che incidono sullo stile di vita. I vari saggi, di cui si compone il volume, tentano di rispondere a tali interrogativi proponendo modelli teorici e sperimentali di tali problematiche, raccolti per sentieri volti a dimostrare come il benessere non debba essere parcellizzato, bensì affrontato in una prospettiva olistica. Interlocutori sono, pertanto, esperti e non esperti del settore, così come docenti e studenti, genitori e figli, chi, insomma, intenda allargare lo sguardo alla corrente riflessione critica sul benessere.
21,00

La comunità educante come percorso d'infrastrutturazione sociale. Uno studio di caso multiplo per la valutazione d'impatto

Ivan Galligani

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 164

L'infrastrutturazione sociale e le strategie di rivitalizzazione delle capacità protettive e promozionali delle "comunità" sono sempre più al centro delle riflessioni sulle pratiche e sulle architetture locali del welfare. Anche nel dibattito sul contrasto alla povertà educativa si è fatta strada una strategia d'intervento, quella della "comunità educante", che vede nel contesto comunitario e nella collaborazione tra attori con competenze diverse i perimetri e i mezzi prediletti per favorire l'inclusione socio-educativa dei minori. Valutare l'impatto di queste iniziative si costituisce come un'operazione complessa. In ciascun contesto, infatti, gli attori devono cercare la migliore combinazione delle risorse e delle competenze disponibili per rispondere alle specificità dei bisogni di un determinato contesto. Questa collaborazione non potrà che essere animata da una visione trasformativa capace di mediare e valorizzare i differenti obbiettivi, risorse, culture organizzative di cui ciascun partecipante è portatore. Attraverso la valutazione si dovrà comprendere dunque non solo se queste configurazioni locali di comunità educante siano efficaci, ma anche se le infrastrutture sociali così faticosamente costruite saranno sostenibili e capaci quindi di dare continuità all'azione comunitaria. In questa prospettiva, il volume sviluppa e applica una proposta innovativa d'analisi e valutazione dell'impatto di strategie in cui il concetto di comunità educante riveste il ruolo sia di modello organizzativo che di obbiettivo finale "da costruire". Lo studio di caso multiplo valutativo proposto delinea un disegno di ricerca misto che combina varie tecniche per analizzare sia le caratteristiche "strutturali" (es. le reti partenariali) che quelle "processuali" (la visione progettuale, l'esperienza d'implementazione, etc.), che sostanziano queste progettualità trasformative.
22,50 21,38

Percorsi di sociologia del lavoro. Da Taylor alla società dei lavori

Giorgio Gosetti

Libro: Libro in brossura

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2024

pagine: 346

Partendo da Taylor per giungere alla digitalizzazione del lavoro e al consolidamento di una società dei lavori, il volume traccia un itinerario fatto di percorsi che si succedono e si intersecano. Sono molte le evidenze empiriche che ci parlano da tempo di una pluralizzazione del lavoro di matrice fordista in tanti lavori differenziati, sotto molteplici profili. L'obiettivo è quello di individuare i cambiamenti nei modelli di organizzazione del lavoro e nei contenuti delle attività, ma soprattutto nelle condizioni delle persone, singole e aggregate, che dentro questo itinerario direttamente hanno vissuto, e vivono, i mutamenti del lavoro. Il libro vuole ripercorrerne le varie tappe, partendo direttamente dalle riflessioni che alcuni autori, sociologi e non - per esempio Taylor e Mayo -, ci hanno presentato, rintracciando al loro interno elementi sociologici per desumere evidenze sulle condizioni lavorative. Per fare questo, si è deciso di dare ampio spazio alle argomentazioni degli autori, cercando di entrare in dialogo con loro. Ciascuno dei sette capitoli, pensato per poter attivare ulteriori percorsi di approfondimento, vede al proprio interno un filo rosso che intende tenere assieme gli argomenti sviluppati. Un altro filo, intrecciato al primo e di colore diverso, lega tutti i capitoli, ed è quello della persona al lavoro, un filo che esprime il rapporto, concreto e quotidiano, vissuto dalle persone al lavoro. Di fatto, al centro del volume c'è una persona in relazione con altre e con i diversi modelli organizzativi che si sono succeduti nel mondo del lavoro. L'ambizione è quella di mettere a disposizione strumenti per riflettere, dal punto di vista sociologico, sulla relazione fra persona e lavoro, e creare le condizioni conoscitive per procedere successivamente a comprendere la qualità della vita lavorativa.
40,00 38,00

I terroni dell'impero. Viaggio nel profondo sud degli Stati Uniti

Marco D'Eramo

Libro: Libro in brossura

editore: Marietti 1820

anno edizione: 2024

pagine: 288

Anche gli Stati Uniti d’America hanno i loro «terroni», e Marco D’Eramo li incontra a sud, dove l’America profonda e ostinata trova ancora la sua verità indicibile; un’esplorazione antropologica che non nasconde il suo cuore di tenebra, un luogo in cui le strutture mentali, i riflessi sociali, i comportamenti restano costanti e descrivono il razzismo più spietato e il bigottismo più fondamentalista di una nazione fondata sull’integralismo. Di autostrada in autostrada, incontrando un’umanità allegra, sofferente, sbruffona, malinconica, nel profondo delle campagne come ai piedi dei grattacieli, in improbabili parchi a tema o tra le vestigia archeologiche di un futuro spaziale, D’Eramo racconta "I terroni dell’Impero" con la sua penna sagace e caustica, in un reportage scritto agli inizi degli anni Duemila e oggi completamente aggiornato.
19,00 18,05

Il «Festino» per Santa Rosalia. 400 anni di culto e di storia

Libro

editore: CIE

anno edizione: 2024

pagine: 55

25,00

36° Rapporto Italia 2024. Percorsi di ricerca nella società italiana

Libro: Libro in brossura

editore: Rubbettino

anno edizione: 2024

pagine: 900

La società complessa sembra opporre forte resistenza al lavoro di ricerca sociale; ogni lettura ideologica forte è destinata ad essere in breve falsificata dall’altissimo numero di fattori in gioco e dall’inestricabile rete che li intreccia e li organizza su piani diversi. Ciò non significa, tuttavia, che si debba rinunciare a priori ad una lettura macro-sociologica della realtà, ad una lettura per blocchi di fenomeni e per grandi processi di trasformazione. Quel che sembra inevitabile è, piuttosto, abbandonare la pretesa di possedere la verità nella sua intaccabile interezza. Il crollo delle sicurezze socio-ideologiche degli ultimi decenni dovrebbe averci insegnato almeno questo: una maggior consapevolezza ed un maggior grado di modestia. Siamo impegnati in un lavoro di conoscenza che si definisce progressivamente, che costantemente rivede i propri strumenti operativi, le proprie “verità”, i confini della propria esperienza. Alla base del Rapporto Italia c’è questa consapevolezza e la conseguente volontà di non cedere al fascino di un punto di osservazione forzosamente unificante. Il nostro lavoro è, piuttosto, il tentativo di compenetrare fra loro prospettive diverse, di seguire, finché le tracce lo rendano plausibile, diversi percorsi, di costruire provvisori piani di comprensione e spiegazione dei fatti. Come strumenti di lavoro e di orientamento (ma solo in quanto tali) quest’anno abbiamo isolato sei polarità sociali che, per ragioni diverse, ci sono sembrate decisive nell’attualità del caso-Italia, benché, in nessun caso “decisivo” voglia dire “unico” o “insostituibile”: La prima cosa che bisogna dire circa la struttura del Rapporto riguarda, dunque, la scelta metodologica e culturale di individuare quella che abbiamo chiamato “la dialettica degli opposti”. La scelta merita una qualche spiegazione. Nella difficoltà di rappresentare la complessità, abbiamo operato sui luoghi “estremi” dei processi sociali, nella convinzione che ai confini le logiche sociali si decantino e mostrino con maggiore evidenza la loro forza o la loro debolezza. La dialettica degli opposti ha questo innegabile vantaggio che, abbandonato il sogno statistico della media, mostra le polarità e gli intrecci fra i termini estremi. Ovviamente, c’è anche un limite: quello di tenere in minore considerazione il corpo centrale della problematica, ma questo è il prezzo che il Rapporto ha deciso di pagare allorché ha fatto la sua scelta metodologica e culturale. Si tratta di un metodo che può non essere condiviso, che può essere criticato in nome di altri possibili metodi, ma che a noi è sembrato particolarmente istruttivo e, soprattutto, rispondente alla linea di lavoro che il nostro Istituto persegue attraverso le sue ricerche. Detto questo, si potrebbe credere che i singoli saggi dedicati alle diverse polarità individuate pretendano di possedere una qualche esaustività. In verità, le cose non stanno in questo modo. Sarebbe stato praticamente impossibile pensare di esaudire le diverse questioni con un saggio breve: ogni punto preso in considerazione dal nostro Rapporto avrebbe meritato ben altro spazio. I diversi saggi operano, al proprio interno, un taglio di lettura, disegnano un percorso di riflessione. Si può dire che essi stanno, rispetto al tema considerato, tanto in una relazione di carattere generale che in una di carattere specifico e particolare. Questo carattere parziale e, quindi, di proposta dei singoli saggi ha richiesto che la struttura del Rapporto venisse arricchita da ulteriori elementi: le schede. Le diverse schede realizzate sono tutte riconducibili ai saggi base, ne costituiscono, per così dire, il prolungamento fenomenologico, ma, al tempo stesso, rappresentano il punto di partenza concreto per una lettura critica dei saggi stessi.
59,00 56,05

L'evoluzione dell'Homo Sapiens. Dagli alberi alle grotte, dai grattacieli ai bunker

Saverio Caprioli

Libro: Libro in brossura

editore: Photo Travel

anno edizione: 2024

pagine: 80

Tra le tante risposte che si generano dalla lettura del libro, la domanda finale sorge spontanea: dove arriveremo? Ed è così che l’uomo sarà protagonista del processo inverso che, se ben 200 mila anni or sono l’ha portato a essere, oggi lo porterà a non-essere. Questo è il destino della razza umana: una involuzione continua celata dall’eccitante nome di evoluzione che alla fin dei conti è una distruzione di un prodotto che è non essere ma emulazione dell’essere. Grazie all’ipertrofia del nostro io, che più banalmente possiamo chiamare egoismo, ci ritroveremo come cavernicoli in grotte a poppare i pollici. Non progredi est regredi, chi non avanza, indietreggia.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.