Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

I Libri di Emil

Idrogeno, il nuovo oro. Sole, vento, elettricità, idrogeno. L'energia del nostro futuro

Nicola Conenna

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2023

pagine: 272

Gli accordi internazionali in tema di clima ed energia, anche se nettamente insufficienti, richiedono nei prossimi decenni un cambiamento epocale. Le emissioni climalteranti, CO2 in primo luogo, dovranno essere azzerate entro la metà del secolo corrente, per cercare di contrastare il cambiamento climatico in atto. I combustibili fossili dovranno essere abbandonati e sostituiti con energia pulita. Si tratta di una rivoluzione energetica che non ha precedenti nella storia dell'umanità. Le energie rinnovabili senza combustioni a effetto di serra dovranno sostituire l'attuale sistema energetico: questo significa che la penetrazione dell'energia elettrica dovrà aumentare. Ma le rinnovabili più diffuse hanno carattere discontinuo e l'elettricità non è in grado di coprire tutti i settori energetici e industriali. Abbiamo bisogno di un altro vettore, che sia una molecola priva di carbonio. L'idrogeno fa al caso nostro: potrà assolvere a vari compiti nel nuovo sistema energetico, è completamente pulito e si ossida producendo acqua. Le tecnologie esistono già tutte, i costi cominceranno ad essere competitivi tra qualche anno: bisognerà far presto, il riscaldamento globale e la crisi energetica incombono: l'idrogeno sarà il nuovo oro del XXI secolo. Con saggi di: Maurizio Buccarella, Paolo Scudieri, Emma Chiaia, Antonio Salvatore Trevisi, Angelo Consoli, Dario Tamburrano, Lorenzo Consoli, Iginio Benedetti, Giampiero De Meo, Pasquale Murgante, Gianni Tamino, Gianna Elisa Berlingerio.
24,00 22,80
Teoria sociologica dell'educazione

Teoria sociologica dell'educazione

Giorgio Manfré, Valerio Manieri

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2024

pagine: 272

All’interno di questo libro circola, tenacemente, una teoria di matrice emotiva. E ciò nel senso che, tutto quello che essa genera sul piano delle idee e dell’astrazione, viene ogni volta messo in moto da una scintilla di natura sensibile che, non appena elaborata (dall’emozione al sentimento), rivela la propria forma espressiva lungo corrispondenti sentieri cognitivi. Più in generale, il filo rosso che attraversa i quattro contributi presentati in questo volume, e che li unisce organicamente tra loro, è costituito dalla ricerca dei presupposti e dei principi che definiscono i molteplici strumenti di analisi utilizzati rispetto ad alcuni temi a nostro avviso particolarmente rilevanti della (e per la) Teoria sociologica dell’educazione, allo scopo di farne emergere tanto la diversa concezione, quanto ciò che li accomuna. Proprio tramite questa indagine gli autori arrivano a sostenere che la questione educativa è intrinseca alla costruzione delle teorie dei processi culturali e comunicativi e non soltanto una caratteristica complementare a quest’ultime. In ogni caso, e nonostante l’elevata spinta strutturale alla generalizzazione che oggi infondono i vari sistemi sociali (compreso lo stesso sistema educativo), il riproporre con una certa convinzione il tema teorico dell’educazione, tramite questo studio monografico, può costituire un contributo e uno spunto per una ripresa di interesse, non soltanto in sede sociologica, nei confronti della dimensione della vita al singolare e della sua umana specificità intesa come sapere. L’educazione è il sapere della vita che si compie in sé e per sé.
20,00
Johan Huizinga a cent'anni dall’«Autunno del Medioevo»

Johan Huizinga a cent'anni dall’«Autunno del Medioevo»

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2023

pagine: 112

L’”Autunno del Medioevo” di Johan Huizinga ha valicato barriere linguistiche, culturali, sociali, mediali, riuscendo ad acquisire uno status di classico “globale” in genere precluso alla storiografia. Un’opera tanto eccentrica, tanto stupefacente, tanto criticata sin dal suo primo apparire, quanto amata e citata. Di tale successo sono un buon indicatore le traduzioni, e ritraduzioni, del saggio dalla sua pubblicazione in neerlandese (“Herfsttij der Middeleeuwen”, 1919) a oggi. Alle prime s’interessò Huizinga stesso. Specialmente in anni recenti si può notare un momento favorevole alle ritraduzioni, intensificatesi da quando sono scaduti i diritti d’autore. Pur con notevoli differenze, in generale si nota la tendenza a legittimare queste operazioni con la necessità di un nuovo e più consapevole confronto con il testo originale – di per sé non immobile, in quanto rivisto dall’autore – e con le sfide estetiche che propone. Particolare è il caso dell’Italia, in cui continuano a convivere sul mercato diverse traduzioni: la prima pubblicata da Sansoni nel 1940, dovuta all’orientalista olandese Bernardo (Bernardus) Jasink e in parte censurata da Delio Cantimori, la seconda a opera di Franco Paris (Newton Company, 1992), rivista per Feltrinelli nel 2020. Nella versione di Paris si apprezzano la finezza della resa della prosa artistica di Huizinga, spesso sinestetica nel fondere sensazioni relative a differenti campi percettivi, e la sensibilità verso il ritmo della prosa. La presente raccolta di saggi prende le mosse dagli interessi linguistici del primo Huizinga, di cui si trova traccia anche in alcune scelte lessicali dell’”Autunno”, per arrivare agli anni Trenta, quando lo storico assunse una postura di intellettuale pubblico. Ne “La crisi della civiltà” (in originale: “In de schaduwen van morgen”, “Nelle ombre del domani”), Huizinga proponeva infatti un’amara disamina della crisi in cui un mondo “ossessionato”, esasperato dai nazionalismi, stava precipitando. In Italia non mancarono le voci critiche del pamphlet, destinato a divenire un classico nel Dopoguerra. Anche in Olanda lo spettro delle reazioni fu ampio. Il poeta Martinus Nijhoff si sentì chiamato a rispondere con un atto creativo, suscitato dal titolo del libro: il ciclo di sonetti “Prima che faccia luce” (“Voor dag en dauw”), qui presentato in traduzione italiana.
16,00
Adattare e riscrivere a fumetti. Nuove conversazioni a vignetta. Incontri con Chiara Lagani, Mara Cerri, Erik Kriek, Delphin Panique, Rebecca Dautremer

Adattare e riscrivere a fumetti. Nuove conversazioni a vignetta. Incontri con Chiara Lagani, Mara Cerri, Erik Kriek, Delphin Panique, Rebecca Dautremer

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2023

pagine: 142

Cinque interviste sugli adattamenti e sulle riscritture a fumetti. Chiara Lagani, Mara Cerri, Delphine Panique, Erik Kriek, Rébecca Dautremer raccontano come hanno lavorato sui testi di Elena Ferrante, Virginia Woolf, H.P. Lovecraft e John Steinbeck in conversazioni pubbliche con Daniele Brolli, Matteo Gaspari, Elisabetta Mongardi, Sara Sullam, Gino Scatasta, Ilaria Tontardini ed Emilio Varrà. Autori di fama internazionale riflettono su come il fumetto e l'illustrazione possano leggere e interpretare testi letterari, classici moderni e contemporanei, con la forza della narrazione per immagini.
17,00
Terminologia e interculturalità. Problematiche e Prospettive

Terminologia e interculturalità. Problematiche e Prospettive

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2023

pagine: 248

La terminologia contribuisce al consolidamento di patrimoni linguistici e culturali mentre la sua diffusione intra- e interlinguistica favorisce la costruzione di dialoghi interdisciplinari, evolvendo in parallelo a nuovi bisogni e contesti. Queste dinamiche si innestano nelle problematiche della comunicazione interculturale, tanto nelle pratiche dell’espressione quanto in quelle della traduzione interlinguistica. In questo volume, studiose e studiosi, specialiste e specialisti di terminologia presentano le loro riflessioni su queste tematiche, indagando la dimensione culturale e interculturale della ricerca terminologica e delle sue pratiche, interrogando tutti i fenomeni relativi all’incontro fra culture in atto nella realizzazione discorsiva di ambito specialistico. Tali riflessioni considerano ogni dimensione della testualità, fino agli spazi digitali, che offrono strumenti di analisi oltre i limiti della materialità, offrendo così un panorama ampio nel dibattito in corso, un terreno fertile per la verifica teorica alle questioni di ricerca in ambito terminologico. I contributi raccolti nel volume approfondiscono le seguenti prospettive: • indagini metodologiche in relazione allo stato dell’arte nella riflessione sull’interculturalità, tramite lo studio di diversi casi significativi che mettono in luce l’importanza della relazione fra terminologia e interculturalità; riflessioni che analizzano le forme di resistenza e di apertura nei confronti delle alterità linguistico-culturali, con un focus specifico sui rapporti fra lingua-cultura di partenza e lingua-cultura di arrivo nella pratica terminologica; pratiche delle attività terminologiche nelle sfide, prospettive e criticità relative all’utilizzo degli strumenti per l’elaborazione del linguaggio naturale (NLP) in contatto con la terminologia culturale.
24,00
Audrey Hepburn. La fiaba del Tulipano bianco

Audrey Hepburn. La fiaba del Tulipano bianco

Pascal Schembri

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2023

pagine: 166

In occasione del trentesimo anniversario della morte di Audrey Hepburn, questo nuovo saggio biografico avvia una riflessione sulla sua figura di donna e attrice, sulla sua essenza pubblica, in una indagine che cerca di offrire una lucida definizione dell’estetica cinematografica e popolare che presiede alla creazione di una star. Quale segreto si cela dietro la nascita di un modello mondiale di bellezza? Quali elementi concomitanti conducono al verificarsi di un miracolo di difficile ripetizione nel firmamento dell’immagine femminile e della moda? In una fase storica cruciale per il costume occidentale come il Secondo dopoguerra del Novecento, una creatura particolare, fatta di garbo e riservatezza, di grazia e intelligenza, di contenuta seduzione e irresistibile fascino, s’impone nel panorama internazionale dello spettacolo come rispondesse alla necessità di colmare un vuoto inaccettabile. È lecito supporre che l’incredibile bisogno d’amore emanato dalla gazzella con gli occhi di cerbiatto fosse ciò cui il mondo chiedeva di rispondere in quel periodo. È probabile che la necessità di offrire amore e aiuto a una creatura meravigliosamente adorabile, indifesa eppure di carattere, ingenua eppure arguta, deliziosa e pure provocante come Audrey Hepburn stesse convertendo le attività creative del pianeta Terra in favore del suo immenso successo. Come c’era stato bisogno del lacerante fascino erotico di una Marilyn Monroe, colma di disarmante umanità e procacità dolorosa, così ora c’era bisogno del suo contraltare in immagine, del cigno bruno dall’alterità affettuosa, del tulipano bianco proteso con i petali ad abbracciare il mondo in un largo sorriso composto. Tutte le dicotomie dell’essere si esaltano d’improvviso sulla figura di Audrey Hepburn, mettendo fuori gioco la seconda faccia della medaglia in direzione di una essenzialità non conseguibile in natura. In un universo basato sulla dualità, chi ha la capacità di far dimenticare il lato sovrabbondante dell’esistente grazie alla propria presenza è una specie di pietra filosofale vivente. Prefazione di Marco Ongaro.
16,00
Lei che «spia fin quel che si fa nel globo della Luna»: Francesco Maria Vialardi

Lei che «spia fin quel che si fa nel globo della Luna»: Francesco Maria Vialardi

Luca Vaccaro

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 317

Lo sfogo del vercellese Francesco Maria Vialardi, simile a un pianto rotto e malinconico, oggi scandito dalle diverse interruzioni che riempiono il recto dell'ultimo foglio di guardia di una copia di pregio della "Gerusalemme conquistata", da lui postillata durante i sei anni di reclusione trascorsi nelle carceri del Santo Uffizio romano, rende bene l'idea della parabola biografica di un letterato-informatore che fu al servizio di molti Signori, versato nelle Belle Lettere e nella filosofia, e interamente immerso nel vivere politico del suo tempo. Questo volume intende ricostruire l'itinerario biografico del letterato di Vercelli, le tappe principali del suo apprendistato di cortigiano, dedito particolarmente allo scrivere le cose del mondo.
25,00
Nata per difendere. Manualetto di retorica

Nata per difendere. Manualetto di retorica

Bruno Capaci, Chiara Festa, Paola Licheri, Valentina Sgroi

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 240

"Nata per difendere/Manualetto di retorica" è un libro dedicato, in particolare modo, al genere giudiziario e all'arte agonistica che si sviluppa nel discorso pubblico, nella competizione con un avversario reale, nella finalità di quella persuasione che produce consenso senza violenza. Secondo Socrate, la retorica è sempre politica, anzi, rappresenta un eidolon della politica (Gorgia: 462). Le connessioni tra la piazza e il tribunale sono vive fin dalla antichità: chiedere giustizia è forse uno dei più importanti atti politici della società, non di rado esercitato proprio nei confronti di chi ha governato la cosa pubblica. Rispettiamo Montesquieu e la separazione dei poteri (giudiziario, esecutivo e deliberativo), ma la storia ci ha insegnato con Socrate, Dante, Campanella, Giordano Bruno, Galileo, Guglielmo Piazza, il capitano Dreyfus e Enzo Tortora che la messa in stato di accusa spesso maschera, e nemmeno troppo bene, la volontà di perseguitare un nemico personale, del potere o della cultura dominante. Il volume si perfeziona in un manualetto di retorica, tratto dal volume "Trappole per topoi", arricchito con ampliamenti relativi alle voci "ipotiposi" e "sinestesia", per riprendere il dialogo costante tra antica e nuova retorica, senza dimenticare le escursioni nell'ambito letterario e i frequenti riferimenti alla dialogicità della vita quotidiana.
22,00
Manuale di formazione degli insegnanti Gentle Birth Yoga

Manuale di formazione degli insegnanti Gentle Birth Yoga

Anna Borsyakova

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 288

L’antico sistema di auto-aiuto dello yoga promuove il benessere e l’equilibrio mentale e fisico, che è vitale durante i periodi di transizione o incertezza. L’esperienza della gravidanza e del parto comporta grandi cambiamenti fisici ed emotivi e sapere come utilizzare e adattare le tecniche yoga per respirare, muoversi e rilassarsi durante questo periodo aiuterà molte donne a gettare fondamenta profonde per decenni di maternità. L’adattamento delle posizioni yoga alla gravidanza varia tra le diverse scuole di yoga, ma tutte sottolineano l’importanza del rilassamento e dell’adozione di precauzioni di sicurezza. Per quanto in forma ed esperti di yoga possano essere i tuoi studenti, Gentle Birth Yoga è fantastico in gravidanza per aiutare a tonificare i muscoli in profondità, promuovendo l’elasticità e la resilienza necessarie per fare spazio al bambino e per recuperare il benessere principale della madre dopo il parto. Il metodo Gentle Birth Yoga® offre il meraviglioso percorso verso la nascita che sostiene e prepara la mamma e il suo bambino ad un parto Dolce e Naturale, in salute e in piena connessione d’amore.
29,00
Est

Est

Pier Ugo Acerbi

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 394

Dal 1947 al 1989 la Cortina di Ferro ha diviso l'Ovest dall'Est. Dei tanti che fuggendo dall'impero comunista ripararono all'Ovest per ricominciare una vita, si è detto molto. Meno si è scritto dei quei pochi, e pur ci sono, che decisero di fare il percorso inverso. Tra questi un romagnolo: da Ca-sola Valsenio all'Ungheria con una vespa 50, e il confine attraversato clandestinamente di notte. In tasca poche lire e la tessera Partito Comunista Italiano. «...il traffico di persone e gli scambi commerciali tra l'occidente liberale e l'est comunista, erano due realtà molto limitate. Alle frontiere c'era tempo in abbondanza. Tutto veniva controllato con il massimo rigore: la verifica ansiosa tra due mondi contrapposti. Due mondi confinanti e tuttavia divisi e lontani. Venuti a conoscenza della situazione, i doganieri austriaci scambiarono tra loro poche parole, appena sorridendo. Poi, in un crescendo incontrollato, iniziarono a ridere sempre più forte... mi prendevano in giro. lo guardavo incredulo del fatto che la mia avventura potesse far ridere. Infine, il tenente richiamò la sua squadra all'ordine e fece tradurre in italiano la breve frase che mi rivolse. La sentenza non cambiava: - Senza visto lei di qui non passa! Ritorni da dove è venuto! - ».
17,00
Il fantastico, i fumetti e il senso della vita

Il fantastico, i fumetti e il senso della vita

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 160

Quattro interviste sulla narrazione a fumetti. Antoine Cossé, Gabriella Giandelli, Anders Nilsen, Frederik Peeters raccontano la loro storia, la loro ricerca e la loro poetica in conversazioni pubbliche con Laura Pugno, Matteo Gaspari, Alessio Trabacchini e Ilaria Tontardini. Autori di fama internazionale riflettono sulla creazione di storie a fumetti capaci di affrontare questioni complesse, esistenziali, con la forza della narrazione per immagini.
16,00
Noi cinque

Noi cinque

Aldo Boraschi

Libro: Libro in brossura

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2022

pagine: 178

Cinque amici, cinque compagni di strada, cinque vite antagoniste. Un solo giorno per cambiare i destini. La Storia li porta lontani, il passato, però, chiede loro il conto. Uno ad uno. «Mi piacerebbe che questo libro fosse letto dai giovani di oggi, che scampano da una pandemia per respirare l’aria brutale delle guerre. Per fargli capire che sbagliare abbiamo sbagliato anche noi, e provare a fare qualcosa, senza sapere bene cosa, l’abbiamo fatto. Che amare abbiamo amato, e siamo stati amati. Che ognuno vive il suo tempo, e bisogna farlo con meno paura possibile, anche se a ognuno che si affaccia alla fine della giovinezza il suo tempo gli appare più difficile di altri. Saper certo che anche i ragazzi di oggi, se vincessero la ritrosia a leggere, vorrebbero bene alla disperazione di quei loro coetanei di tanto tempo fa, alle loro pretese, alla loro confusione, perché tra ragazzi ci si capisce. Anche solo a sguardi…». (dalla Prefazione di Toni Capuozzo)
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.