Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

Interesse locale, storia familiare, ricordi

Le vicende storiche di Eclano, Quintodecimo, Acquaputida, Mirabella

Antonio Ferri

Libro: Copertina morbida

editore: ROGIOSI

anno edizione: 2019

pagine: 133

L'Irpinia: terra d'incontaminata bellezza, tanto incantevole quanto "selvaggia", abitata dall'antica tribù degli Irpini, uno dei quattro maggiori gruppi che componevano il popolo dei Sanniti, che lega il suo nome all'animale sacro di questa popolazione: il lupo, "Hirpus" in lingua osca, simbolo del dio Marte. In questo volume l'autore ripercorre tutta la storia di questa terra abbracciata dal verde e costellata di preziosi luoghi d'interesse, scorci spettacolari, dove ogni angolo racconta storie e si fa specchio di un'antica saggezza, di duro lavoro e di devozione. Una ricostruzione storica, dall'orogenesi al Risorgimento, di tutta l'area comprendente, in particolare, Eclano, Mirabella, Quintodecimo, Acquaputida, Ariano.
15,00 14,25
20,00 19,00

Tutta n'ata storia

Diego Davide

Libro: Copertina morbida

editore: Inknot

anno edizione: 2019

pagine: 156

"Tutta n'ata storia" è il racconto onesto e leggero di luoghi, fatti e personaggi della storia moderna napoletana. È un libro per curiosi che si vogliono acculturare, è una guida per un'insolita visita di Napoli, è soprattutto, un libro di storia. Tutta n'ata storia, appunto. Con uno stile accattivante, ironico, divertente, utilizzando l'approccio della public history, nato in America ma ormai conosciuto nel mondo, Diego Davide ricostruisce la storia moderna napoletana in modo nuovo. Un approccio che permette anche ai meno avvezzi alla storia di restare affascinati da questi racconti, da questo nuovo punto di vista. E diventa inevitabile ridere quando i santi diventano i Batman, i Superman o l'Uomo Ragno dell'età moderna, quando il Regno di Napoli è paragonato a un criaturo del Biafra secco secco e con una capa tanta, quando Carlo di Borbone fa tredici figli perché sta dalla mattina alla sera con il "fattapposta" pronto. Protagonista è la storia e tutto ciò si racconta può essere verificato, e approfondito, grazie a un solido apparato di note. Il testo, scritto in italiano regionale, è farcito di termini particolarmente rappresentativi del napoletano.
12,00 11,40

L'argine racconta. Storie di vite vissute

Gianni Vidali

Libro: Copertina morbida

editore: Europa Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 325

Il Polesine è un luogo che, geograficamente parlando, potremmo definire quasi unico nel suo genere: una lingua di terra stretta e lunga racchiusa tra il Po e l'Adige, solcata da un'infinità di corsi d'acqua che, con le loro sinuose anse, intersezioni ed argini, disegnano il territorio medesimo. Quelle che vengono considerate le strade "storiche" della zona, si sviluppano proprio sugli argini dei rami del Po e del mare, che risultano rialzati rispetto al piano della campagna circostante. Attraverso tali vie passeggia ogni sera il nostro narratore, il quale, grazie a incontri sempre nuovi e imprevisti con pittoreschi personaggi locali, perlopiù operai e pescatori, ricostruisce la storia popolare degli ultimi sessant'anni non solo del Delta del Po, ma del Polesine intero. I ricordi alternano pagine buie, come la devastante alluvione del novembre 1966 che costrinse gran parte della popolazione ad abbandonare le proprie case e spostarsi altrove, a pagine di ironia, che indugiano su vicende bizzarre e folcloristiche collegate a temi seri, di grande attualità.
16,90 16,06

I Masetti de' Dainelli da Bagnano. San Miniato al Monte, il cimitero monumentale

Libro

editore: Pagnini

anno edizione: 2019

pagine: 120

Il libro rende omaggio al legame che è intercorso fra il monastero di San Miniato al Monte e la nobile famiglia Masetti de' Dainelli da Bagnano, testimoniato dai documenti conservati nell'archivio dei Masetti e da quelli dell'Opera degli Esercizi spirituali del Clero, a cui il granduca Pietro Leopoldo affidò la basilica e tutte le pertinenze. I documenti rivelano le vicende pubbliche e private del sodalizio fra la famiglia Masetti e S. Miniato al Monte, legame che ha donato alla città di Firenze il suo cimitero monumentale, la necropoli delle Porte Sante, universalmente ammirato.
18,00 17,10

Correva l'acqua e girava la ruota

Enrico Chiades

Libro: Copertina morbida

editore: Atene del Canavese

anno edizione: 2019

pagine: 316

"Dieci anni di ricerche sul paese di Pont Canavese per poter far tornare alla memoria storie passate e il più delle volte sconosciute. Avrei voluto tornare indietro nel tempo almeno di duecento anni ma i documenti trovati hanno stimolato la ricerca e ho avuto la possibilità di esaminare faldoni risalenti al XVII secolo. I manoscritti del 1600 e soprattutto del 1700 sono particolarmente interessanti in quanto molto descrittivi. Per scelta numerosi scritti sono stati praticamente lasciati integri. Capisco che possa talvolta essere difficile comprendere certe parti ma almeno entrerete un po' anche nel modo di pensare e scrivere dei nostri avi. La punteggiatura è quella del tempo e per finire una frase servirebbero polmoni degni di un campione di apnea. Di una cosa potete essere sicuri. Le storie raccontate sono tutte accadute realmente e nulla è nato dalla mia fantasia. Provate però a far viaggiare la vostra immaginazione e quando passeggiate in qualche luogo tentate di rivedere quegli edifici scomparsi, guardare quella gente che camminava, parlava, si lamentava, lavorava, soffriva o gioiva."
18,00 17,10

Il profumo della brina. Memorie di un bambino nella Valcellina degli anni '70

Franco Giordani

Libro: Copertina morbida

editore: Olmis

anno edizione: 2019

pagine: 88

8,00 7,60

Compagni al Flacco 60 anni fa

Libro: Copertina morbida

editore: ADDA

anno edizione: 2018

pagine: 256

Agli inizi del 2015 due attempati professori dell'Università di Bari decidono di riunire la classe con cui 60 anni prima avevano raggiunto la maturazione al Liceo Ginnasio Quinto Orazio Flacco di Bari. Grazie alla loro tenacia, in una bella serata di fine estate si sono ritrovati 14 compagni che avevano condiviso quella indimenticabile stagione della vita. Lasciatisi con l'impegno di ritrovarsi a cadenza annuale, essi decidono di mettere su carta i ricordi della loro classe e dei docenti di quegli anni, con un triplice obiettivo. Rendere il giusto tributo ai docenti che maggiormente li avevano formati alla vita - tra cui personaggi con trascorsi leggendari nella lotta al nazifascismo e per l'avvento della Repubblica - e agli studi classici, di cui oggi sempre più è messa in dubbio l'utilità formativa-culturale. Tentare di spiegare l'alchimia di quella classe, mai eguagliata sul piano quali-quantitativo nella storia di quel Liceo del Sud e che includeva soggetti di valore assoluto. Da ultimo, descrivere chi erano, cosa facevano, come vivevano quei ragazzi degli anni '50, per lasciarne traccia ai propri figli e nipoti. Questo libro, frutto di quella decisione, fornisce un amarcord non solo sentimentale, ma anche etico e sociopolitico di quel tempo e di quella generazione: quella del boom economico, la prima recente senza guerra in Italia. Esso riserva anche qualche sorpresa che merita di essere approfondita.
20,00 19,00

Fieschi. Feudalità e istituzioni. Il liber privilegiorum (1227-1465) (I). Vol. 2

Marina Firpo

Libro: Copertina morbida

editore: SAGEP

anno edizione: 2018

pagine: 240

Questa raccolta di documenti, pubblicati per la prima volta, rappresenta un unicum nella storia genovese. Si tratta di un manoscritto conservato in un archivio privato che raccoglie diplomi imperiali e bolle pontificie emanati fra XIII e XV secolo in favore dei conti di Lavagna e, particolarmente, dei Fieschi, famiglia tra le più eminenti appartenente al clan, oltre ad accordi tra questi e il comune di Genova e il ducato di Milano, sentenze di arbitri e giuristi per il riconoscimento dei privilegi goduti da questo antico casato. Un viaggio attraverso i secoli che porta il lettore a seguire il complesso rapporto di incontro/scontro tra le nascenti istituzioni comunali genovesi e le signorie territoriali pronte a difendere i loro diritti e privilegi, in quella differenziata dialettica che mette a confronto le autonomie fiscali di prerogativa signorile con l'affermarsi delle autonomie locali.
15,00 14,25

Compagnia Volontari Alpini Gemona. Gemonesi e cividalesi nella Grande Guerra

Marco Siega

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2018

pagine: 336

La storia dimenticata della Compagnia Volontari Alpini Gemona: un reparto di friulani del gemonese e cividalese, tutti volontari di guerra. Nato in tempo di pace nel 1913, mobilitato all'entrata in guerra del Regno d'Italia e sciolto nel 1917, tale reparto combatté sul fronte di Bordaglia, in comune di Forni Avoltri, e seppe distinguersi per spirito d'iniziativa. Dopo cento anni dalla fine della Grande Guerra, ne vengono analizzate nel dettaglio le vicende, portando alla luce anche la storia ei singoli soldati che ne fecero parte.
28,00 26,60

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.