Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Armillaria

Onde ribelli. La radio come trasformazione

Alessandro Canella

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2024

pagine: 250

La radio può essere uno strumento di cambiamento sociale? Secondo Alessandro Canella, direttore di Radio Città Fujiko, sì. Ce lo dimostra ripercorrendo contingenze storiche - regimi totalitari, terremoti, sommosse popolari - e attraverso la voce di chi, negli ultimi decenni, la radio l’ha fatta. Questo volume quindi raccoglie alcune esemplari esperienze di radio sociale: dagli istituti di salute mentale ai campesinos sudamericani, dalle scuole ai ghetti dei braccianti, dal femminismo alla mafia, la posizione privilegiata da insider di Canella tratteggia un quadro variegato di resistenza e immaginazione, audacia e lotta.
12,00 11,40

Voci. Storia di un corredo orale

Alice Mammola

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2022

pagine: 160

Dallo spazio apparentemente marginale della quotidianità e del domestico, le donne hanno trovato nel canto e nelle storie orali una delle espressioni più autentiche dei propri vissuti. Le donne hanno cantato e si sono fatte udire, con una voce critica tanto collettiva quanto plurale che poneva domande, raccontava e si raccontava, trasformava e creava, lottava, si schierava e resisteva. Eppure, la memoria della voce delle donne è tutta da colmare. Sono pochissimi i repertori specifici e pochissime le donne ricordate nel canto popolare. In questo profondo vuoto si inserisce la ricerca di Alice Mammola che rintraccia questa eredità sussurrata di voce in voce, intrecciando Storia e storie personali. Il corredo orale che le donne - mondine, lavandaie, contadine, operaie - si passano di generazione in generazione è ricco e pesante, parla di fatti specifici e si rivolge a una complessità di orecchie, grida in quelle dei padroni e di chi detiene il potere e si fa strumento di rivolta e di autoconsapevolezza. Recuperando e analizzando decine di canti popolari, da quelli quasi ignoti alle canzoni ormai iconiche, questo saggio diventa baule per tramandare la memoria di chi altrimenti è destinata all'invisibilizzazione.
12,00 11,40

L'accendino dell'Antropocene. Brevissima storia del disastro industriale

Alfonso Pinto

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2022

pagine: 130

Ormai ascoltiamo sempre più spesso il suono degli ultimi giorni cui sarà destinata l'umanità. Ma l'era dell'Antropocene è animata ancora da un riverbero di ostinazione. Se dietro il disastro si nasconde sempre una qualche filosofia, il modo migliore per interpretare la catastrofe dopo averne sentito parlare o dopo averla vissuta in prima persona è indagare i meccanismi crudeli e interrogare le intime responsabilità che l'hanno provocata. Tutt'altro che attraverso un percorso intellettualistico, Pinto rimette questi processi in questione seguendo un taglio interpretativo 'umanista' cioè incapace di omettere l'uomo come principale attore e responsabile. Progresso, visione, disastro ecologico e narrazioni della menzogna s'incontrano in un racconto della catastrofe che accompagnai i grandi numeri e che rende ancora più tragica e urgente la riflessione antropocenica. Una riflessione che prova a dileguare le scintille dei molti incendi già in corso.
12,00 11,40

Wonder Woman. Un'amazzone tra noi

F. Milo Cordeschi

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2021

Nel dicembre del 1941 - bella come Afrodite e saggia come Atena, con la velocità di Mercurio e la forza di Ercole - Wonder Woman arriva in edicola per squassare il sonno dei benpensanti americani. Lascia Paradiso e le consorelle Amazzoni per venire a salvare la Terra degli Uomini ma quello che fa davvero è compiere uno dei più clamorosi sabotaggi culturali del contemporaneo. Negli ottant’anni della sua carriera, Wonder Woman è stata riletta e reinterpretata tantissime volte. E Francesco Milo Cordeschi ci guida in questo viaggio dell’eroina con un saggio denso che indaga e celebra tutte le figurazioni di forza femminile che la Donna Meraviglia nei decenni ha incarnato. Perché Wonder Woman non è solo una delle icone più mainstream della cultura pop e del nostro immaginario ma è quintessenzialmente una storia del femminile e del femminismo, di cui cavalca e assorbe tutte le ondate.
12,00 11,40

Comunarde. Storie di donne sulle barricate

Federica Castelli

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2021

Formatesi politicamente e pubblicamente in un contesto storico che le negava in quanto donne, le Comunarde hanno lottato per un’idea di collettività nuova, seguendo percorsi inattesi, fuori dalle narrazioni misogine dell’epoca. Hanno immaginato una società radicata su altre basi, che permettesse uguaglianza e pieno esercizio della cittadinanza a stranieri e francesi, borghesi e proletari, uomini e donne. Nell’anno del 150° anniversario, questo saggio riconosce la voce delle donne che hanno dato vita alla Comune di Parigi e al radicale mutamento dell’immaginario politico mantenendo lo sguardo sui corpi, sulle esperienze materiali e sulle pratiche collettive. Alle generazioni successive ricordano che niente è mai acquisito quando si tratta di uguaglianza dei sessi, che il progetto politico deve orientarsi in modo plurale e che i rapporti di genere si danno sempre su piani intricati e stratificati. Tutto ciò comporta rileggere questa esperienza con una postura femminista per rintracciare parole e azioni che parlino alla nostra contemporaneità. Più di tutto, le Comunarde dimostrano che anche le donne hanno il diritto di essere rivoluzionarie.
12,00 11,40

Simbolo. Generare pensiero

Francesco Paparella

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2021

pagine: 182

Agendo in modo drammatico e radicale, il simbolo sollecita alla riflessione, "dà a pensare" come sostenne Paul Ricoeur. Trattare di simboli, affrontare parole familiari eppure sconosciute, significa confrontarsi con un'esperienza estrema in cui la normale visione del mondo viene meno e le categorie razionali intorno a cui è organizzata la vita risultano inadeguate. Oggetto di un'analisi costante e mai del tutto interrotta, il simbolo concerta la logica e le forme della razionalità in modo estremo, funzionando soprattutto da categoria polivalente per dispositivi linguistici come l'allegoria, la metafora, l'enigma, l'immagine. Senza prescindere dalla sua evoluzione tematica, qui si ripercorrono le tappe fondamentali di questa storia concettuale del simbolo in un percorso teorico che racconta similitudini e differenze, continuità e rielaborazioni di quello che rimane il tramite più indicato per affrontare la natura dell'umano, l'incontro con l'Altro, la natura dell'atto stesso del pensare.
12,00 11,40

Antropocene fantastico. Scrivere un altro mondo

Matteo Meschiari

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2020

Questo pamphlet è per chi vuole capire l'Antropocene usando l'immaginazione. In mezzo a visioni mute o invecchiate, in mezzo al collasso ambientale e al crollo dei saperi, non possiamo limitarci a immaginare l'Antropocene come una semplice distopia apocalittica. Quali alternative abbiamo? Quali tecniche possiamo ancora recuperare dal cumulo di detriti delle civiltà? L'idea che sta alla base di questo anti-manuale narrativo è semplice: scrivere nell'Antropocene non è una prerogativa riservata ai soli autori in cerca di storie attuali, ma è una pratica democratica, accessibile a chiunque, dove il linguaggio e l'immaginario sono strumenti centrali per inventare un "altro mondo" per tutti. Le riflessioni su generi narrativi, animalità, creature fantastiche, spazio onirico e tempo in frantumi sono altrettante zone di lavoro per costruirsi un kit di sopravvivenza poetica: comunque sarà l'Antropocene, dovremo imparare a raccontare storie forti e convincenti, per insegnare a un bambino come si fa a resistere alla durezza del mondo, per dare speranza alla nostra tribù, per costruire una visione del dopo alla portata dei nostri sogni.
12,00 11,40

Vinokrazia. Estetica del gusto e dell'impostura

Manlio Della Serra

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2020

pagine: 154

«Tutto ciò che non cambia, che non è moda, è verità. Piaceri e socialità raccontano il volto pubblico del vino, la sua vanità come avventura della forma che si propaga. Per derubare la sete o essere deposto come concetto, il vino assorbe il portato veritativo che una sola estetica del gusto non riesce a riassumere. Se con il vino è la questione della verità a farsi minacciosa, è dovere del vinokrate svelare l’inganno di tanti sogni andati in frantumi. In questa pratica sorta per inganno e astuzia, è chiamato a sostenere la necessità del gusto, l’ironia perversa della sua mercificazione, la complicità ammaliante della favola che incalza il bevitore con una forma di fascinazione irresistibile. Ma solo un assioma resterà saldamente issato sull’altare delle sue convinzioni. Che il vino è verità.»
12,00 11,40

Culturificio. Volume Vol. 0

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2019

pagine: 64

Dopo quattro anni di esistenza virtuale, la redazione del Culturificio ha pensato di tentare un esperimento cartaceo. Vorremmo scrivere di volta in volta intorno a un determinato verbo all’infinito. Il tema di questo primo numero è resistere, una parola molto importante che ci ha indotto a riflettere criticamente sul presente anche attraverso il passato. Ognuno di noi ha perciò coniugato questo verbo spaziando da una disciplina all’altra secondo un punto di vista personale e allo stesso tempo comune. Tutte le nostre interpretazioni del resistere nascono quindi da una domanda condivisa a cui abbiamo cercato più risposte: perché resistere? Ci è parso necessario domandarlo, scrivendo, anche ai nostri lettori.
8,00 7,60

La grande estinzione. Immaginare ai tempi del collasso

Matteo Meschiari

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2019

In che modo l’immaginazione può salvarci concretamente dal collasso ambientale? Quali pratiche possiamo escogitare per riaccendere nell’uomo un immaginario atrofizzato? Qual è l’efficacia del pensiero utopico, delle narrazioni fantastiche, del romanzo di anticipazione? Che ruolo hanno gli scrittori e gli artisti? E la gente? L’Antropocene ha generato una svolta antropologica irreversibile, determinando la nascita di un nuovo immaginario collettivo. Al centro di tutto c’è la messa in discussione del posto dell’uomo nel cosmo. L’imminenza della catastrofe, lo spirito di allarme che i mutamenti ambientali portano con sé, il senso di sempre maggiore precarietà sociale stanno producendo una vasta narrazione cosmologica che abbiamo appena cominciato a mappare. Ma prima di escogitare delle nuove tecnologie di sopravvivenza, che cosa si può fare di concreto? Come hanno fatto i nostri antenati a resistere a condizioni di vita critiche? Che nesso c’è tra immaginario e resistenza? In un pamphlet a cavallo tra antropologia politica, teoria letteraria e pensiero militante, Matteo Meschiari articola un nuovo paradigma: fiction is action.
10,00 9,50

Alien. Nascita di un nuovo immaginario

Boris Battaglia

Libro: Libro in brossura

editore: Armillaria

anno edizione: 2019

pagine: 140

Il 25 maggio 1979 nelle sale americane esce un film destinato a lasciare il segno, "Alien" di Ridley Scott. Sono passati quarant’anni e tre generazioni. Nonostante qualche soluzione tecnica mostri ormai il peso del tempo, resta un film che ha segnato ed educato lo sguardo di tutte e tre quelle generazioni, anche e soprattutto dell’ultima (sebbene il suo sguardo sia, delle tre, il più disincantato). Da questo sguardo dipendono il nostro rapporto e il nostro contatto con l’altro. Tanto, forse tutto ciò che, nel bene e nel male, la nostra società occidentale è oggi, è determinato da questo sguardo e da questo immaginario, educato (il primo) e costruito (il secondo) negli Anni Ottanta da film come Alien. In questo saggio, che sconfina nel pamphlet, attraverso l’analisi serrata del film e del contesto culturale in cui è stato realizzato, Boris Battaglia smonta i meccanismi che danno forma e realtà alla nostra attuale paura dell’altro.
12,00 11,40

Design. Una storia sbagliata

Maurizio Corrado

Libro

editore: Armillaria

anno edizione: 2019

pagine: 160

Tutto ciò che non è corpo, è design. Com'è cambiato il nostro mondo dopo l’arrivo dell’industria? Pervasivo, potente, ingombrante, autoreferenziale, esclusivo, il metodo di produzione industriale ha monopolizzato ogni spazio cambiando il nostro modo di vivere e vedere la vita. Oggi, guardandoci intorno, non troviamo più quasi nulla che non sia prodotto industrialmente. Tutto questo è design. Come ci siamo arrivati? Ci fa bene? Ci siamo persi qualcosa senza neppure accorgercene? Possiamo cambiare o finiremo anche noi con l’essere prodotti industrialmente? Cosa ha comportato questa trasformazione, oltre a maestose quantità di rifiuti che cominciano letteralmente a soffocarci? Costruiamo cose da tre milioni di anni e continuiamo a farlo, perché? Una cronaca scritta con il linguaggio dell’inchiesta giornalistica, date, luoghi, nomi di chi ha fatto cosa e perché. Una controstoria del design: segreti, peccati e virtù di una delle maggiori punte d’orgoglio del made in Italy.
12,00 11,40

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.