Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

EDIFIR

Il restauro del fregio di Andrea Pucci Sardi da Empoli. La rilettura di una orificeria trecentesca per il Battistero di Firenze

Il restauro del fregio di Andrea Pucci Sardi da Empoli. La rilettura di una orificeria trecentesca per il Battistero di Firenze

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2024

pagine: 120

«Il lavoro raccontato in questo volume e gli studi che lo accompagnano, frutto del lavoro di colleghi che sono anche amici, ci accostano a un manufatto arduo. Per tipologia; per la storia, che ce lo ha consegnato in un assetto diminuito, plausibile, ma non sicuro, né nella sequenza iconografica né nella struttura; per essere l'unica opera nota del suo autore; per appartenere ad un complesso di ricostruzione tutt'altro che pacifica. Insomma, una salita con pochi appigli, e incerti. Il testo propone un avvicinamento progressivo, che dalla lettura attenta dell'oggetto - una lunga e a prima vista monotona sequenza di immagini a mezzo busto - ad alla definizione dell'ambiente culturale del suo autore, delle sue intenzioni espressive, passa alla rassegna di ipotesi su quello che poteva essere, tra XIII e XIV secolo, l'arredo dell'area presbiteriale nel Battistero fiorentino per poi tornare al fregio, analizzando tecniche esecutive e materiali costitutivi. Da tutti questi dati derivano le scelte di un restauro improntato alla cautela». Presentazioni di Emanuela Daffra e Paola D'Agostino.
34,00
Arte effimera e distruzione dell'opera. Quando e come restaurare e musealizzare l'arte contemporanea

Arte effimera e distruzione dell'opera. Quando e come restaurare e musealizzare l'arte contemporanea

Andrea Donninelli

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2024

pagine: 112

L’arte contemporanea effimera comporta un’ulteriore sfida per i restauratori di oggi: come riuscire a conservare e tramandare questo tipo di arte? Quando le opere stesse per realizzarsi prevedono la loro distruzione. Le possibilità di intervento si complicano. In questo libro si cerca di offrire varie possibilità di intervento, derivate da differenti approcci all’interno del mondo del restauro. Dopo una breve introduzione alle arti effimere e le possibili soluzioni per conservarla, si prenderanno in considerazione opere irrestaurabili per la loro stessa essenza; infine, verranno analizzati metodi per conservare e musealizzare questo particolare tipo di arte.
20,00
Beirut

Beirut

Roberto Reali

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2024

pagine: 120

Roberto Reali con questa raccolta di fotografie ci racconta Beirut, terra che è stata protagonista di avvenimenti drammatici e che ancora ad oggi ne porta i segni. Sono stati necessari due viaggi, uno alla fine del 2022 e l'altro ad agosto del 2023, per cercare di capirla, le villette e la ricchezza di alcuni a contrasto con la povertà e le difficoltà di molti. Beirut come una complessità di suoni e sapori che rimangono impressi nel cuore di chi la visita.
25,00
Il grande gioco delle risorse. I minerali del futuro e la maledizione ecologica

Il grande gioco delle risorse. I minerali del futuro e la maledizione ecologica

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2024

pagine: 108

Questo libro vuole far conoscere al grande pubblico cosa sono le terre rare e le risorse minerarie, quali sono le opportunità e i possibili rischi di questo “petrolio del 21° secolo” e quali dinamiche geopolitiche e sociali si celano dietro alla loro produzione. Le cosiddette terre rare sono un gruppo di 17 elementi facenti parte della famiglia dei metalli. Oggi sono al centro di importanti interessi economici e conflitti geopolitici perché il loro uso è necessario per la produzione di superconduttori, batterie, microchip e fibre ottiche, componenti fondamentali di importanti tecnologie digitali come smartphone e computer, dispositivi che oggi sono fondamentali e insostituibili. Dopo aver spiegato cosa sono queste risorse minerarie e il loro utilizzo, il libro approfondisce il tema assumendo un punto di vista inusuale per il giornalismo, l’editoria e in generale l’opinione pubblica italiana: il punto di vista del sud del mondo. Africa Subsahariana e Centro-Sud America ospitano la maggior parte delle risorse minerarie essenziali per la transizione ecologica e digitale. Per questo motivo, il sud globale è sempre più al centro degli interessi delle grandi potenze - Stati Uniti, Cina, e Unione Europea - che esercitano il loro potere economico e militare al fine di estrarre e impadronirsi di queste risorse. Questo fenomeno viene spesso letto in chiave di rivalità tra grandi potenze, che si esaurisce in un dibattito su chi sia designato a governare l’ordine mondiale. Il volume problematizza questa narrativa, adottando una prospettiva africana e centro-sud americana. Così facendo, il libro illustra come il processo estrattivo delle grandi potenze sia indice di un nuovo colonialismo, legato a fenomeni nazionali e internazionali di violazioni dei diritti umani, conflitti armati e degrado delle risorse naturali. Contestualizzando il processo estrattivo all’interno di un panorama globale caratterizzato da nuove e vecchie tensioni, il libro descrive il profondo impatto sociale e ambientale dei processi estrattivi delle risorse naturali.
9,50
E la giostra va. Conversazioni con Gianni Tangucci

E la giostra va. Conversazioni con Gianni Tangucci

Francesco Libetta

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2024

pagine: 132

Negli uffici dei grandi teatri storici si prendono incessantemente decisioni di ogni genere. Scelta del repertorio, di coreografi, registi, cantanti, compositori, scenografi, strumentisti, direttori, grafici. Coordinare consapevolmente questo microcosmo artistico richiede competenze particolari e talenti specifici. Questo libro è basato su ricordi personali di una vita professionale. Nato a Pesaro, Gianni Tangucci si è diplomato in pianoforte a Venezia, la città dove vive tuttora. È stato direttore artistico dei teatri di Bologna, Venezia, Roma, Firenze, vicedirettore artistico del Teatro alla Scala di Milano, consulente artistico all’Arena di Verona, a Genova, Treviso, Parma, Napoli. Attraverso racconti e retroscena di tanti spettacoli rimasti nella leggenda (la Nona di Béjart in piazza San Marco, Outis di Berio alla Scala, il Prometeo di Nono, Lorenzaccio di Bussotti…) si evince quanto sia importante la lettura e la comprensione delle circostanze culturali ed economiche di una città perché il teatro possa svolgere appieno quella sua particolarissima funzione di specchio del mondo, della vita interiore e anche della vita sociale dell’uomo.
18,00
Il Museo Novecento di Firenze. Ediz. CAA

Il Museo Novecento di Firenze. Ediz. CAA

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 60

Questa guida del Museo Novecento di Firenze è un in-book, ossia un libro inclusivo, che si prefigge lo scopo di rendere la cultura, l’arte e il museo più aperti e accessibili a tutti. Tramite l’uso dei simboli PCS, la comunicazione CAA crea nuove modalità comunicative (Aumentativa) diverse dal linguaggio parlato (Alternativa). La Guida CAA del Museo Novecento è uno strumento di accessibilità per le persone al Museo, di cui racconta la storia, gli scopi e le opere principali. In questo modo, coloro che hanno difficoltà nella lettura potranno finalmente visitare questo importante spazio culturale e conoscere meglio l’arte contemporanea e le maggiori espressioni culturali di oggi.
15,00
Progettare i paesaggi periurbani. Criteri, strategie e azioni

Progettare i paesaggi periurbani. Criteri, strategie e azioni

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 130

Questa pubblicazione raccoglie gli esiti di una ricerca elaborata nel corso dell'anno 2013 dalla Sezione Toscana Umbria Marche di AIAPP, Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, e realizzata grazie ad un contributo della Regione Toscana ottenuto nell'ambito dell'iniziativa regionale "Interventi in materia di paesaggio". Il volume ha per tema i paesaggi del periurbano, di cui esplora vari scenari di trasformazione attraverso una ricognizione di significativi casi studio italiani ed europei, e si propone come uno strumento di orientamento alla cultura del progetto di paesaggio, da condividere con Enti, Istituzioni, Ordini Professionali e altre Associazioni. Hanno contribuito: Giuseppe Bagnoli, Nicoletta Boccardi, Cecilia Caldini, Adele Caucci, Maurizio Condorelli, Franca Cecilia Franchi, Silvia Galluzzi, Anna Lambertini, Sara Lateana, Tessa Matteini, Andrea Meli, Emanuela Morelli, Mauro Mugnai, Silvia Nerí, Marco Pacini, Simona Paladini, Luciano Piazza, Antonella Valentini, Matteo Vallauri.
9,22
Il restauro archeologico (o dei materiali archeologici). Una guida per archeologici, museografi e direttori museali

Il restauro archeologico (o dei materiali archeologici). Una guida per archeologici, museografi e direttori museali

Andrea Camilli

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 284

Il restauro archeologico (o dei materiali archeologici) ha una serie di peculiarità che necessitano di una definizione, sia in relazione alla normativa corrente che alla strutturazione delle responsabilità nell’ambito delle opere pubbliche. La presente guida non è quindi principalmente rivolta ai restauratori, ma soprattutto a chi si assume la responsabilità della custodia e salvaguardia dei beni archeologici: archeologi sul campo, responsabili dei depositi, progettisti e direttori di musei. Ad una trattazione teorica delle specificità della disciplina, segue un esame della relazione tra gli interventi di restauro archeologico e la normativa dei lavori pubblici. Si affrontano quindi le modalità di valutazione del degrado, e le varie classi di materiali, fornendo le nozioni di base per comprendere e valutare le modalità di intervento sui beni. Seguono indicazioni sulle modalità di intervento sul campo, di immagazzinamento e di valutazione degli ambienti museali in relazione alla conservazione dei beni. Il volume, corredato da un nutrito gruppo di casi di studio tratti principalmente dalla esperienza maturata dall’Autore come Direttore del Cantiere delle Navi Antiche di Pisa, del Museo delle Navi e del centro di restauro ad esso collegato, è concluso da una serie di schede tecniche di intervento, disponibili anche per la consultazione on line, utili agli operatori per definire rischi e prime modalità di intervento sul campo.
28,00
Urban landscape in the third Rome. Raphael's villa and Mussolini's forum

Urban landscape in the third Rome. Raphael's villa and Mussolini's forum

Yvonne Elet

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 264

36,00
La collezione Ambron nella Galleria d'arte moderna di Firenze. Volume Vol. 2

La collezione Ambron nella Galleria d'arte moderna di Firenze. Volume Vol. 2

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 240

Il secondo volume della collana raccoglie circa cento opere del XX secolo del «La collezione Ambron conservate alla Galleria d'Arte Moderna di Firenze». Noto per la sua importante raccolta di tele macchiaiole, Leone Ambron fu anche attento e fine conoscitore dell'arte del suo tempo, come dimostra l'importante nucleo di opere del novecento donate a Pitti, che offre una rassegna pressoché completa di tutte le scuole pittoriche italiane della prima metà del secolo.
35,00
Feudi fiorentini in Grecia tra XIV e XV secolo. Economia, guerra e ideali cortesi

Feudi fiorentini in Grecia tra XIV e XV secolo. Economia, guerra e ideali cortesi

Nicolò Budini Gattai

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 168

Le radici della materia trattata, inutile dirlo, stanno nella grande e c'è da chiedersi quanto fortunata avventura della quarta crociata. A partire da allora, gli interessi fiorentini in Oriente avevano dato luogo a dei veri e propri piccoli "imperi" coloniali in mano ad alcune famiglie cittadine che fin dall'indomani della quarta crociata avevano guardato con crescente interesse alla Grecia, alle isole dell'Egeo e alle coste anatoliche per impiantarvi fondachi e basi commerciali ma anche per ottenervi, soprattutto con il favore veneziano o angioino, delle vere e proprie signorie. Tra tutte le famiglie che svilupparono attività di questo tipo, particolare importanza è rivestita dagli Acciaioli: il più illustre fra essi, Niccolò da Giovanna I d'Angiò insignito del titolo di Gran Siniscalco del regno di Napoli, con i proventi delle sue attività oltremare intraprese nel 1338 la costruzione della grande Certosa del Galluzzo. Amici e imparentati con gli Acciaioli, parteciparono in differente misura all'avventura fiorentina orientale anche i casati dei Buondelmonti, dei Peruzzi, dei Baroncelli. Gli Acciaioli furono anche duchi d'Atene finché, nel 1451, la città non cadde sotto il diretto dominio turco: ed è probabile che questa signoria fiorentina su Atene, per quanto negli ultimi anni poco più che nominale, abbia avuto qualche peso sul crescere di quell'ammirazione per l'antica Ellade che fu una delle basi concettuali dell'umanesimo. (dalla Prefazione di Franco Cardini)
24,00
Con queste opere andò «acquistandosi ricchezze e nome». Tributo a Raffaellino del Colle. Catalogo della mostra (Sansepolcro, 15 settembre-15 dicembre 2023)

Con queste opere andò «acquistandosi ricchezze e nome». Tributo a Raffaellino del Colle. Catalogo della mostra (Sansepolcro, 15 settembre-15 dicembre 2023)

Libro: Libro in brossura

editore: EDIFIR

anno edizione: 2023

pagine: 128

«Con queste opere andò "acquistandosi ricchezze e nome"» è il catalogo della ricca e suggestiva mostra dedicata a Raffaellino del Colle, su iniziativa del Comune di Sansepolcro, che si tiene dal 15 settembre e sino al 15 dicembre presso il Museo Civico. Un autentico evento e assieme il tributo ad uno degli artisti di punta di Sansepolcro, tenuta in occasione del completamento del restauro della grande pala intitolata all'Assunzione e Incoronazione della Vergine. "Raffaellino del Colle è uno dei maggiori artisti del Cinquecento a Sansepolcro, una città già vivace, come è stata nel secolo precedente, dal punto di vista artistico, che vanta anche un allievo di qualità del Nostro come Cristoforo Gherardi detto il Doceno, famiglie come quelle degli Alberti, che avrà successo a Roma, dei Cungi e così avanti. Siamo a cinquecento anni dal rientro a Sansepolcro di Raffaellino, prima a Roma, al lavoro nella prestigiosa bottega raffaellesca, e oggi celebriamo questa ricorrenza con una mostra a lui dedicata, l'unica che Sansepolcro ha dedicato a questo suo figlio, e la seconda in assoluto dopo quella di Urbino del 2019, a cura di Vittorio Sgarbi. La mostra risulta focalizzata dunque sul rientro in patria dell'artista e si articola in due sezioni intorno ai restauri delle maggiori opere di questa fase, la Resurrezione, della Cattedrale della Città, e l'Assunzione e incoronazione della Vergine del Museo Civico di Sansepolcro."
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.