Il tuo browser non supporta JavaScript!

Guerini Next

R-innovare il family business. L'intelligenza naturale dell'imprenditore come differenziale competitivo

Alessandro Scaglione

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 268

L'impresa familiare è la colonna portante dell'economia mondiale, non solo di quella italiana. La nostra capacità di fare impresa si è sviluppata all'incrocio tra competenze artigianali ed uso intelligente e creativo di macchine e tecnologie. Allo stesso tempo le istituzioni millenarie di Impero e Papato, che in Italia hanno convissuto per oltre 2000 anni, hanno prodotto una cultura del potere piramidale e autoritario, piuttosto che condiviso e circolare. Questa eredità condiziona oggi la comprensione dell'innovazione e delle potenzialità delle nuove tecnologie digitali, così come l'esercizio virtuoso del rischio imprenditoriale. La storia recente - caratterizzata da incertezza e da un'accelerazione dei mercati senza precedenti - ci dice che il contesto in cui siamo proiettati è soggetto a tensioni lungo diverse direttrici, che impongono al capitale dell'impresa familiare in tutte le sue declinazioni - valoriale, fiduciario, intellettuale e tangibile - di essere liquido e adattivo, affinché l'azienda possa sopravvivere. L'Homo sapiens è l'essere che in natura nasce meno esperto. L'apprendimento ed il modello cognitivo che lo sostiene rappresentano la cifra personale di ciascun individuo. Occorre quindi riqualificare il nostro modo di conoscere il mondo aprendoci a modelli partecipativi - sia organizzativi, sia di business - che si affidino all'intelligenza di tutti gli attori della filiera. Le dimensioni del rischio imprenditoriale necessitano di un approccio consapevole che rivaluti il valore della fiducia - bene ultimo alla base di qualsiasi incontro (commerciale e più in generale tra persone) - garantendo integrità morale, sociale ed economica. Solo in questo modo si potrà assicurare continuità all'impresa e, alla famiglia imprenditoriale, la capacità di avere successo.
25,00

In forma di dialogo. Il colloquio di consulenza psicosocioanalitica e la matrice relazionale-interpersonale

Gianluca Giachery

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 232

Il rapporto consulenziale è un processo che attiva dinamiche relazionali che, a loro volta, mettono in campo potenzialità inespresse, strategie di intervento e nuove progettualità che permettono al consulente di porsi in una situazione di ascolto partecipe e interrogante. La psicosocioanalisi, che ha il suo vertice originario nella socioanalisi e nell'incontro tra il pensiero di Elliott Jaques e l'elaborazione di Luigi Pagliarani, pur concentrando la propria attenzione sulle organizzazioni e sul benessere degli individui, ritrova nella tradizione relazionale-interpersonale uno dei suoi riferimenti privilegiati. Il volume propone una rinnovata attenzione agli aspetti filosofici, epistemologici e psicoanalitici dell'approccio psicosocioanalitico, ancorandosi, da un lato, alla tradizione fenomenologica ed esistenziale, rappresentata da Husserl, Heidegger e Merleau-Ponty; d'altro canto, alle innovazioni apportate da psicoanalisti quali Ferenczi, Harry Stack Sullivan, Erich Fromm e Clara Thompson. A rendere più esplicito l'influsso della tradizione interpersonale sulla psicosocionalisi, il volume propone il testo di Luigi Pagliarani, "L'intervista socio-analitica", esemplare della fruttuosa attività di ricerca e formativa del fondatore della psicosocioanalisi. Lo scritto costituisce la testimonianza preziosa di un legame di lunga durata e di un'attenzione che Pagliarani, già negli anni Settanta del Novecento, aveva riservato al pensiero e all'opera di Harry Stack Sullivan. Prefazione di Giuseppe Varchetta e Paolo Magatti.
24,00

Human + machine. Ripensare il lavoro nell'età dell'intelligenza artificiale

H. James Wilson, Paul R. Daugherty

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 215

L'intelligenza artificiale non è più una nozione futuristica. È già, qui e ora, entrata nella nostra vita quotidiana e nei processi delle imprese. Alcune di queste da tempo la utilizzano per innovare e crescere rapidamente. Il tema di fondo è semplice: le organizzazioni che sapranno sfruttarne il potenziale andranno avanti, quelle che non ci riusciranno sono destinate a cadere. Prefazione di Paolo Traverso.
24,50

Papà, che lavoro fai? Famiglia, impresa, futuro: indizi per farcela

Gigi Gianola

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 144

Se dietro ogni grande uomo c'è una grande donna e viceversa, dentro ogni grande impresa ci sono storie di famiglie. Ma non solo quelle dei proprietari o degli azionisti, in primo piano ci sono le vite dei collaboratori e dei dipendenti. Ci sono le loro esigenze personali, i loro figli e i loro sogni a influire più di ogni altro fattore sulle sorti di quelle stesse aziende e, così, dell'economia italiana. Partendo dalla sua storia personale, Gianola esplora a tutto campo la galassia del rapporto tra tempo della famiglia e tempo del lavoro. Ne emerge uno spaccato in cui l'innovazione sociale si sta facendo strada pur tra mille resistenze e tentativi non sempre andati in porto: se è vero che chi oggi inizia la prima elementare da grande farà un lavoro che ancora non esiste, sarà sempre più difficile spiegargli che lavoro fanno la mamma e il papà. Ma quello che conta è che resti sempre il tempo per provarci. Presentazione di Tania Cagnotto.
15,00

Lean production per le aziende a commessa. Gestione e ottimizzazione

Davide Cogliati

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 191

Le produzioni a commessa sono caratterizzate da volumi spesso limitati con prodotti talvolta specializzati sulle specifiche esigenze del cliente e tali da prevedere per ogni macchina o impianto una specifica ingegneria di sviluppo. Si tratta di realtà che vivono di un know how proprio e produzioni difficilmente replicabili, condizioni che, nel tempo, hanno condotto a uno stato di sostenibilità e di sviluppo dell'azienda stessa. Il mondo tuttavia sta cambiando velocemente e in particolare la possibilità di condivisione delle conoscenze rende oggi possibile delocalizzare lo sviluppo di prodotti anche tecnologicamente avanzati e con ampia caratterizzazione sul cliente. La concorrenza, tipica di comparti industriali inerenti produzioni di massa, si sta spostando progressivamente verso prodotti a elevato contenuto ingegneristico e complessità costruttiva via via crescente. È allora indispensabile per tali aziende continuare a mantenere un vantaggio competitivo concentrandosi sull'ottimizzazione delle proprie modalità di gestione ovvero sui processi aziendali attraverso la lean production. Il volume tratta dell'applicazione delle lean nelle produzioni a commessa coinvolgendo in ottica di project management, tutte le aree dell'azienda: ufficio tecnico, pianificazione, supply chain, produzione, qualità, testing, commissioning e service. Prefazione di Mariacristina Galgano.
22,00

Oltre il neomanagement. Verso una gestione delle persone sostenibile e generativa

Fabio Cecchinato

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 426

Engagement, empowerment, leadership, entrepreneurship, emotional intelligence, coaching, agility, flexibility, accountability, coping, self management, self-awareness, resilience, commitment... Esempi di parole che galleggiando nel discorso neomanageriale appaiono oggi inflazionate e spesso svuotate del loro significato. Questo discorso è oggi in difficoltà, come mai nell'ultimo trentennio, nella sua funzione di mediazione tra l'umano, il tecnico, l'economico e l'ecologico nelle organizzazioni lavorative, sembra anzi produrre molto disengagement e significative perdite di valore e diviene oggetto di una sempre più autorevole critica riflessiva. È ormai evidente la crisi di sostenibilità e credibilità economica, sociale e psicologica del discorso neomanageriale, che oggi volge al tramonto. Mentre emergono idee, discorsi e pratiche alternativi, è urgente che la comunità professionale dello human resource management e quella più vasta dei manager partecipino a una riflessione di largo respiro orientata alla consapevolezza critica e alla ricerca di paradigmi di pensiero e di prassi più in grado di rispondere alle sfide del presente. I paradigmi del valore condiviso, della sostenibilità e della generatività sociale, muovendo da premesse profondamente diverse, ispirano prassi di gestione e formazione alternative nel loro senso e nella loro concretezza. Le filosofie dell'action research e action learning propongono un approccio alla management education coerente con questi nuovi orizzonti. Quale idea di management, di gestione del personale e di formazione consentirà di entrare nel futuro andando oltre il discorso neomanageriale? Presentazione di Mauro Magatti e postfazione di Giuseppe Scaratti.
35,00

L'impresa calzaturiera di famiglia. Storie di una generazione che innova

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 185

In uno scenario di profondi cambiamenti strutturali e di intense sfide competitive, il libro analizza undici imprese familiari che operano lungo la filiera calzaturiera. Giunte alla seconda, o addirittura terza generazione, esse continuano a rappresentare l'inimitabile eccellenza del Made in Italy, anche grazie a giovani imprenditori che innovano il prodotto, il processo, il business model. Il lavoro fotografa «una via calzaturiera all'innovazione», i cui ingredienti fondamentali sono le modalità con cui vengono gestiti i processi innovativi, l'apertura sistematica alla collaborazione esterna, la tensione a produrre risultati di valore. Ne è protagonista una nuova classe di imprenditori, che sa muoversi in equilibrio tra gli interessi della famiglia proprietaria e gli obiettivi di sviluppo dell'impresa. Prefazione di Annarita Pilotti.
18,00

Business a tavola ovvero referral tasting. Strategie per crear relazioni professionali di successo

Paolo Mariola, Irene Alleruzzo, Claudio Messina

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 179

La passione per la buona cucina accomuna moltissime persone. Oggi il cibo è qualcosa che si consuma ovunque e in qualsiasi momento. Il cibo è una forma di cultura e, soprattutto, un'occasione di incontro e di scambio relazionale. Ciò che maggiormente caratterizza la nostra epoca è l'opportunità di entrare in connessione con persone di popoli e paesi diversi; e tuttavia creare un network di relazioni è cosa tutt'altro che semplice. In che modo l'incontro tra cibo, tavola e networking può collegarsi in maniera proficua? Il momento in cui questi tre elementi tendono a confluire è rappresentato proprio dall'ambito professionale: ma come trasformare un semplice pranzo in uno strumento strategico per la propria attività professionale? Come conciliare il piacere del gusto e della condivisione conviviale con le esigenze dettate da un'agenda di lavoro? Esistono regole per l'organizzazione di un business lunch? Quali sono gli errori da evitare? Gli autori guidano professionisti e imprenditori in un viaggio che coinvolge gusto e profitto, attraverso pochi ma fondamentali suggerimenti che muovono dai principi del marketing relazionale. Prefazione di Ivan Misner.
24,00

Diario di una change agent. Il cammino di Bianca verso il miglioramento continuo

Erika Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 124

Quali sono i segreti di una trasformazione snella in azienda? Che ruolo hanno le persone in questo percorso? La metodologia Lean è applicabile nel mondo dei servizi? Questo diario, scritto dall'intraprendente protagonista Bianca Martini, porta il lettore dritto nel cuore della trasformazione «snella». L'azienda nella quale si muove la nostra Bianca è grande, solida, caotica: un'azienda in cui tanti fanno tanto e che, com'è prevedibile, comporta una consistente mole di lavoro. E proprio in questo contesto che germoglia il pensiero «snello». Esso esalta le potenzialità dell'esperimento sul campo, il beneficio della semplificazione e la capacità di un coinvolgimento collettivo nel percorso del miglioramento continuo. Un'azienda, infatti, è fatta di tutte le persone che vi operano. In questo risiede la difficoltà del compito di Bianca: combinare personalità totalmente diverse tra loro all'interno di una logica aziendale che non le mortifichi o trascuri, ma ne ottimizzi i singoli punti di forza. Che tu sia un principiante assoluto, un appassionato studente o un esperto della materia, queste pagine ti offriranno numerosi spunti di riflessione e, forse, un approfondimento più dinamico e divertente della metodologia Lean. Prefazione di Maria Cristina Galgano e postfazione di Alessandro Galgano.
15,50

Samurai manager. La montagna inaccessibile

Pierluigi Tosato

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 174

Chi è un samurai? La definizione più affascinante è forse questa: un catalizzatore di energie. Lo spiega il Bushido, l'antichissimo codice che regolava vita e morte dei leggendari guerrieri giapponesi: quando «le menti di tutti coincidono, le energie si armonizzano, e quando le energie si armonizzano, la forza è unica e uniforme». Pierluigi Tosato, manager e amministratore delegato di importanti aziende multinazionali, ha fatto della sua vita personale e professionale quella di un «manager samurai» capace di radunare attorno a sé le forze e le energie in grado di trasformare una normale azienda in un'impresa da sogno. Con la passione di un romanzo e la forza argomentativa di un saggio, Tosato ci racconta il suo viaggio verso la «la montagna inaccessibile» un'avventura ricca di volti, sfide, traguardi - e ci svela i segreti che portano al successo nella gestione di un'impresa. In questa edizione, rivista e arricchita, emerge con forza ancora maggiore il messaggio di fondo dell'autore: la leadership del mondo contemporaneo è malata di narcisismo; il concetto stesso di successo viene osservato con le lenti distorte dell'individualismo e del risultato di breve periodo a ogni costo. Guarire dal cancro del narcisismo significa passare dall'io al tutto, dall'alienazione all'autenticità, dall'effimero dominio su cose e persone alla realizzazione di un valore condiviso. Introduzione di Chicco Testa, Giorgio Nardone e Carlo Ratto.
16,50

Manuale di edutainment. Perché l'apprendimento divertente crea organizzazioni intelligenti

Iader Giraldi

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 282

Affidarsi all'immaginazione, leggere la realtà con lenti originali per confrontare mondi eterogenei, aiuta ad interpretare la complessità con sguardo più ampio. Questo vale anche nell'ambito dell'apprendimento, dove una prospettiva ludica affiancata a un contesto di acquisizione di conoscenza, potenzia le competenze e stimola il pensiero. Crisi e incertezze, quarta rivoluzione industriale, modalità digitali, richiedono oggi un approccio formativo e un management lontano dai canoni della lezione frontale o dei metodi tradizionali che, per quanto consolidati, non riescono più a rappresentare una realtà sempre più composita e articolata. Iader Giraldi, imprenditore della conoscenza, autore, regista teatrale e cinematografico, sceneggiatore e produttore di cinema, art director e consulente di marketing e comunicazione, propone una lettura dell'edutainment applicata al management e al design di esperienze. Forte di una storia decennale multidisciplinare, costruisce percorsi applicabili alla comunicazione d'impresa, all'apprendimento formativo e al change management, offrendo al lettore racconti evocativi e spunti operativi concreti. Un metodo per chi vuole rivoluzionare il modo di costruire user & leraning experience design e per chi si accosta per la prima volta ai principi dell'edutainment. «In questo decimo anniversario mi è stato chiesto di tentare la mappatura di questo metodo per poterlo condividere con tutti coloro che per passione, professione o anche caso, si trovano nella vita a dover trasferire ad altri conoscenza, comunicazione e futuro». Introduzione di Roberto Battaglia.
24,50

Start down. La crisi dei miti digitali e il risveglio dell'innovazione

Gabriele Colasanto, Marco Rossella

Libro: Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 202

Startup, digitale, innovazione: le parole magiche. Ma cosa c'è dietro ai miti e agli slogan? L'età dell'oro della Silicon Valley è ancora il modello a cui guardare? "Start down" mette in discussione i miti del sistema economico digitale attraverso un punto di vista ironico e documentato. Numeri, ma soprattutto storie, immagini, personaggi, punti di vista disponibili raccolti in una sintesi per addetti ai lavori e non, appassionati di innovazione, lungo un percorso di recupero dell'autentica capacità del nostro paese di crescere e creare posti di lavoro, non necessariamente CEO di startup. L'attuale scenario politico ed economico italiano si occupa a intermittenza di queste ambizioni, in un clima di perenne campagna elettorale dove prima vengono gli artigiani (non sempre della qualità), la piccola media impresa, i pensionati, in una costante dialettica tra l'imbonimento o l'amplificazione della rabbia sociale che permea oggi il paese. Intanto le startup passano di moda, mentre i giovani sono sempre meno, e sempre meno giovani. Quello che emerge dai numeri è che il sistema delle startup a livello globale non produce più da almeno quindici anni aziende capaci di inventare nuovi paradigmi a livello mondiale e cerca nuove vie originali per reinventarsi. L'Italia rischia dunque di continuare inseguire affannosamente un sogno già vecchio, guardando con deferenza al mito della Silicon Valley, scommettendo in ritardo su idee di importazione e riproducendo i vizi di nanismo e presunzione tipici del nostro paese. "Start down" è un invito a riscoprire l'esistenza di basi solide per l'innovazione e l'impresa italiana, partendo dalle esperienze che hanno funzionato. "Start-Up Patriots to Arms!"
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.