Il tuo browser non supporta JavaScript!

Economia e management

L'impresa calzaturiera di famiglia. Storie di una generazione che innova

Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 185

In uno scenario di profondi cambiamenti strutturali e di intense sfide competitive, il libro analizza undici imprese familiari che operano lungo la filiera calzaturiera. Giunte alla seconda, o addirittura terza generazione, esse continuano a rappresentare l'inimitabile eccellenza del Made in Italy, anche grazie a giovani imprenditori che innovano il prodotto, il processo, il business model. Il lavoro fotografa «una via calzaturiera all'innovazione», i cui ingredienti fondamentali sono le modalità con cui vengono gestiti i processi innovativi, l'apertura sistematica alla collaborazione esterna, la tensione a produrre risultati di valore. Ne è protagonista una nuova classe di imprenditori, che sa muoversi in equilibrio tra gli interessi della famiglia proprietaria e gli obiettivi di sviluppo dell'impresa. Prefazione di Annarita Pilotti.
18,00 15,30

La fine del vantaggio competitivo. Ripensare la strategia per stare al passo con il mercato

Rita Gunther McGrath

Copertina morbida

editore: ROI edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 220

Mentre il mercato cambia a ritmi vertiginosi e incalzanti, le strategie aziendali fondate sul raggiungimento di un vantaggio competitivo "stabile" mostrano tutta la loro inefficacia e inadeguatezza. I leader d'azienda dovrebbero, innanzitutto, prendere coscienza della centralità di un altro tipo di vantaggio competitivo: quello transitorio, ovvero fare propria l'idea del cambiamento costante, dell'innovazione, del ribaltamento degli stessi presupposti che danno per scontati. Rita McGrath, fra i massimi esperti di strategia, innovazione e crescita aziendale, ci mostra la logica strategica da applicare in un mondo in cui i vantaggi competitivi sono temporanei. Attraverso esempi di aziende definite dall'autrice "fuoriclasse della crescita", che si sono mostrate capaci di modificare le proprie strutture, si scopre che la stabilità è un pericolo da evitare e contrastare, e che bisogna vincere la nostra resistenza al cambiamento sia sul piano aziendale sia su quello professionale individuale. Prefazione di Alex Gourlay.
24,50 20,83

Samurai manager. La montagna inaccessibile

Pierluigi Tosato

Copertina morbida

editore: Guerini Next

anno edizione: 2019

pagine: 174

Chi è un samurai? La definizione più affascinante è forse questa: un catalizzatore di energie. Lo spiega il Bushido, l'antichissimo codice che regolava vita e morte dei leggendari guerrieri giapponesi: quando «le menti di tutti coincidono, le energie si armonizzano, e quando le energie si armonizzano, la forza è unica e uniforme». Pierluigi Tosato, manager e amministratore delegato di importanti aziende multinazionali, ha fatto della sua vita personale e professionale quella di un «manager samurai» capace di radunare attorno a sé le forze e le energie in grado di trasformare una normale azienda in un'impresa da sogno. Con la passione di un romanzo e la forza argomentativa di un saggio, Tosato ci racconta il suo viaggio verso la «la montagna inaccessibile» un'avventura ricca di volti, sfide, traguardi - e ci svela i segreti che portano al successo nella gestione di un'impresa. In questa edizione, rivista e arricchita, emerge con forza ancora maggiore il messaggio di fondo dell'autore: la leadership del mondo contemporaneo è malata di narcisismo; il concetto stesso di successo viene osservato con le lenti distorte dell'individualismo e del risultato di breve periodo a ogni costo. Guarire dal cancro del narcisismo significa passare dall'io al tutto, dall'alienazione all'autenticità, dall'effimero dominio su cose e persone alla realizzazione di un valore condiviso. Introduzione di Chicco Testa, Giorgio Nardone e Carlo Ratto.
16,50 14,03

Advolution. Come la pubblicità può prosperare nell'era digitale

Andrea Giovenali

Copertina morbida

editore: Fausto Lupetti Editore

anno edizione: 2019

pagine: 178

La pubblicità affronterà nei prossimi anni la sua sfida definitiva per prosperare, o prendere una funzione gregaria tra gli investimenti che producono il successo dei brand e la ricchezza delle aziende nell'era digitale. L'opinione che le persone hanno della pubblicità, le crescenti restrizioni a tutela della loro privacy, le accelerazioni tecnologiche del mondo digitale, la frammentazione del settore in centinaia di operatori e intermediari ultra-specializzati, la proliferazione di nuove forme e linguaggi di comunicazione, il ritorno degli investimenti sempre più difficile da stabilire, e lo strapotere di Google Facebook e Amazon, sono solo alcuni dei fenomeni che stanno mettendo a dura prova la tenuta di un mercato da 200 miliardi di dollari, e ne stanno dettando una profonda trasformazione. Questo libro passa in rassegna tutti gli aspetti che stanno complicando la vita delle aziende che investono in pubblicità in questa epoca. Propone alcune soluzioni e raccomandazioni utili a far rendere al meglio i propri soldi, e che hanno nella semplificazione, nella visione d'insieme, nel rispetto e applicazione di alcune regole di buon senso, i principi di un corretto uso della pubblicità che cambia.
18,00 15,30

Spettacoli e fisco

Giovanni Scoz

Copertina morbida

editore: FAG

anno edizione: 2019

pagine: 495

L'obiettivo di questa monografia, aggiornata agli ultimi provvedimenti legislativi emanati, è quello di fornire al lettore una "guida pratica" del settore dello spettacolo, un testo che riassuma ordinatamente e cronologicamente tutti i vari adempimenti amministrativi, fiscali e previdenziali che devono essere predisposti per gestire correttamente un evento artistico. Il testo è rivolto a due tipologie di lettori: sia coloro che si affacciano per la prima volta alla materia (a cui è dedicata la prima parte e i facsimili e la modulistica allegata), sia i professionisti e gli esperti del settore, i quali potranno trovare (nella seconda parte e negli approfondimenti) gli indispensabili riferimenti normativi e una corposa analisi delle varie problematiche (fiscali, previdenziali, amministrative). L'idea principale è stata quella di realizzare una specie di "mappa di orientamento" per gli operatori del settore, che devono svolgere la loro attività in un contesto caratterizzato da una normativa complicata e in continua evoluzione, con il sovrapporsi di problematiche di natura fiscale, contrattuale e previdenziale non sempre coerenti fra loro. Attraverso gli approfondimenti (parte terza) e i casi pratici (parte quarta) si potranno trovare utili risposte e interessanti spunti di riflessione alle principali questioni di particolari figure professionali quali: gli artisti (italiani e stranieri), gli autori (diritto d'autore), i personaggi dello spettacolo (diritto di immagine) e tutte le altre professionalità del settore specifico (tecnici, giornalisti, compositori, docenti). I vari capitoli affrontano in modo "operativo" le singole casistiche: dalla stipulazione del contratto tra artista/committente, agli adempimenti informativi e contributivi verso l'Inps (ex Enpals), a quelli da inoltrare al Centro per l'Impiego. Completeranno l'aggiornamento professionale degli esperti del settori l'allegata modulistica specifica, le note e le tabelle riassuntive poste in calce ai vari capitoli. Versione pdf inclusa.
49,00 41,65

Il terzo pilastro. La comunità dimenticata da stato e mercati

Raghuram G. Rajan

Copertina morbida

editore: Università Bocconi Editore

anno edizione: 2019

pagine: 532

"Il terzo pilastro" traccia un quadro di ampio respiro che ci aiuta a capire come le tre colonne portanti della società (lo Stato, i mercati, la comunità in cui viviamo) interagiscano fra loro, perché le cose stanno iniziando a guastarsi e come possiamo tornare a una situazione più stabile e sicura. Gli economisti limitano troppo spesso il loro campo di riflessione al rapporto fra Stato e mercati, lasciando ad altri le sfuggenti questioni sociali - un atteggiamento non solo miope ma anche pericoloso. Tutta l'economia in realtà è socioeconomia: i mercati sono inseriti in una rete di rapporti umani, di norme e di valori, e Rajan mostra come nel corso della Storia il passaggio a una nuova fase tecnologica abbia sempre strappato il mercato dalle vecchie reti, suscitando quelle violente reazioni che oggi definiamo populismo. Ogni volta si perviene a un nuovo equilibrio, ma il processo può essere violento e caotico, soprattutto se svolto nel modo sbagliato, come sta accadendo oggi. A mano a mano che i mercati crescono, crescono anche gli Stati, concentrando il potere economico e politico in hub centrali che.prosperano condannando la periferia alla decomposizione, metaforica e letterale. Rajan offre un'alternativa, un modo per ripensare il rapporto fra mercato e società civile, e si esprime a favore di uno spostamento dell'enfasi verso il rafforzamento del potere e della vitalità delle comunità locali come antidoto alla disperazione e al malcontento crescenti. La tesi di Rajan - che pure non è un conservatore dogmatico - suonerà provocatoria: a meno che la base non assuma il controllo del processo decisionale, la nostra democrazia continuerà a vacillare.
29,50 25,08

Resistere alla crisi. I percorsi dell'azione sociale diretta

Lorenzo Bosi, Lorenzo Zamponi

Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2019

pagine: 314

L'Italia della crisi appare schiacciata tra apatia e risentimento. Ma guardando in basso, si possono vedere forme di resistenza che raramente emergono sulla scena pubblica, e che riattualizzano l'azione collettiva, riposizionando l'individuo nella sfera pubblica. Dalle grandi organizzazioni sociali alle occupazioni abitative, dai gruppi di acquisto solidale alle fabbriche recuperate, passando per i circoli culturali e le sperimentazioni di welfare dal basso; gli autori indagano i percorsi seguiti dai diversi attori collettivi verso l'azione sociale diretta, e le loro conseguenze nel produrre cambiamento nella società e nella politica.
29,00 24,65

Il Sud, l'Italia, l'Europa. Diario civile

Emanuele Felice

Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2019

pagine: 280

Il libro affronta dapprima il divario nord-sud come nodo cruciale e irrisolto nel nostro paese, poi l'evolvere della politica italiana negli ultimi quattro anni con i governi Renzi e Gentiloni, e quindi con quello M5S-Lega che - a giudizio dell'autore - rappresenta con la Brexit il maggior fattore di rischio della costruzione europea, fuori dalla quale l'Italia sarebbe probabilmente meno libera e meno democratica. Infine, guardando appunto all'Europa, Felice si concentra sulla crisi dell'umanesimo liberale che ne costituisce la sostanza, chiedendosi con preoccupazione se si sia spezzato quell'eccezionale colpo d'ala, nel benessere e nei diritti, che fin qui ha accompagnato l'emancipazione umana.
16,00 13,60

La sopraffina arte del vendere

AA.VV.

Copertina morbida

editore: Mind Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 190

Quella delle vendite è una sorte strana. Se ne parla molto ma la si insegna poco. È considerata più una dote individuale, da rinforzare con l'esperienza, che non una abilità caratteristica di un'azienda. E certamente, nel discorso comune, rientra più nell'idea di una pratica che di una metodologia razionale e scientifica. Ma questo libro, composto dal meglio su questo tema comparso negli ultimi anni su Harvard Business Review, la considera un'arte essenziale, perché l'attività d'impresa ha alla fine solo un esito e un obiettivo, che è quello di portare il prodotto o il servizio al mercato e di coronare il lungo percorso precedente con l'atto finale, redditizio e liberatorio: la vendita. Questo non significa certo che non vada affrontata con spirito e metodo scientifico. I saggi che compongono il libro, pubblicati dai migliori esperti internazionali della vendita, ne propongono un ampio spettro che riguarda la vendita tradizionale ma anche l'e-commerce e abbraccia il fisico assieme al digitale in una prospettiva sempre più omnicanale. "La sopraffina arte del vendere" è dunque uno strumento prezioso per chi opera nelle vendite ma anche per chi nelle organizzazioni crea le premesse per realizzarle al meglio.
18,00 15,30

La danza macabra dei Thyssen. La storia segreta di una dinastia industriale tedesca tra scandali, nazismo e disastri ambientali

David R.L. Litchfield

Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 495

"Ho cominciato questo lavoro nel 1992 per ragioni commerciali. La famiglia Thyssen mi aveva commissionato un libro che avrebbe celebrato la loro dinastia. Poi ho fatto le mie scoperte". La famiglia Thyssen ha saputo costruire, nel corso di un secolo, uno dei più potenti imperi dell'industria tedesca. Il trasformismo, l'abilità negli affari, la capacità di intessere rapporti privilegiati con i governi sono state le armi che hanno permesso alla dinastia di superare fasi storiche e crisi. Ma a quale prezzo? Il giornalista inglese David Litchfield rivela il lato oscuro dei signori dell'acciaio, fino ad arrivare alla pagina più buia di tutte: il massacro il Rechnitz, avvenuto nella notte del 24 marzo 1945 durante una festa della contessa Margit Thyssen-Bornemisza. L'uccisione di duecento ebrei, messa in atto per divertire gli invitati della contessa e tenuta per molti anni sotto silenzio, viene finalmente certificata in questo libro.
25,00 21,25

Mi facevi sentire Dostoevskij. Manuale-memoir di un ufficio stampa

Valentina Fortichiari

Copertina morbida

editore: TEA

anno edizione: 2019

pagine: 275

Oltre vent'anni alla guida dell'ufficio stampa di un grande gruppo editoriale sono un'avventura unica. Valentina Fortichiari l'ha vissuta fino in fondo e ha scelto di raccogliere in questo libro ricordi, incontri memorabili, aneddoti, ma anche riflessioni approfondite, esempi concreti e indicazioni pratiche su come funziona, o dovrebbe funzionare, un ufficio stampa e come si crea e si mantiene nel tempo un rapporto di fiducia e collaborazione con gli autori, da un lato, e con i giornalisti e tutti gli altri operatori della cultura, dall'altro. Nonostante le incessanti novità tecnologiche, in un lavoro simile, la chiave decisiva è ancora il tratto umano della persona, che trova la sua espressione ultima in tre momenti fondamentali: l'educazione, il carattere, lo stile. Ed ecco perché accanto ai capitoli «teorici» si affianca una galleria di grandi personaggi: editori, autori, uomini di cultura, da Mario Spagnol a Vikram Seth, da Jostein Gaarder a Dirk Bogarde (cui è dedicato un commosso ritratto) a Ildefonso Falcones (che firma anche un'affettuosa prefazione). Forte della sua esperienza, Valentina Fortichiari descrive e illumina ogni angolo di questo avamposto della comunicazione che, al centro della rete culturale di un Paese, ne segue l'evoluzione del costume, le mode, i dibattiti, si mantiene costantemente aggiornato sulle nuove idee e sui nuovi protagonisti, e tutto traduce con determinazione e pazienza in azione quotidiana. Con la prefazione di Ildefonso Falcones.
15,00 12,75

Popolo e populismo. Dalla crisi dell'Europa alla rinascita della democrazia. Come ricostruire insieme un'Italia migliore

Angelo Bruscino, Alessio Postiglione

Copertina morbida

anno edizione: 2019

pagine: 170

Dove stanno andando l'Italia e l'Europa? Le politiche del rigore degli ultimi anni hanno creato un diffuso malcontento nei vari Paesi del vecchio continente e la crisi economica iniziata nel 2008 ha dato la spinta definitiva al risentimento contro i tagli operati dalla Commissione europea, identificata come l'origine di tutti i mali. I partiti socialisti sono stati travolti dal nuovo populismo antiestablishment. L'euro ha favorito prevalentemente il mercato tedesco, mentre l'austerità «espansiva» è stata la regola nelle politiche economiche europee, con tagli alla spesa pubblica anche nei momenti di crisi: queste politiche hanno aggravato la recessione anziché mitigarla, riducendo i consumi e il PIL. Il surplus commerciale tedesco si regge dunque sui debiti degli altri Stati europei, provocando effetti devastanti come la crisi greca e la nascita del populismo su scala globale. Molti Paesi sentono la necessità di un nuovo realismo politico. La globalizzazione ha favorito una convergenza tra economie del Primo e del Terzo Mondo, per esempio con l'ascesa della Cina, aumentando le diseguaglianze all'interno dei singoli Stati, soprattutto ai danni della classe media. Senza dimenticare, sullo sfondo, i cambiamenti dell'America di Trump, con la fine dell'atlantismo come lo abbiamo conosciuto negli ultimi settant'anni. "Popolo e populismo" affronta con metodo e attenzione tutte queste problematiche, e racconta con lucidità la situazione politica italiana e internazionale, gettando uno sguardo sul futuro che ci attende.
14,00 11,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.