Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cinema, televisione e radio

Scegliere un film 2018

Libro

editore: SAN PAOLO EDIZIONI

anno edizione: 2018

pagine: 312

Il progetto di una serie di volumi di recensioni cinematografiche, inaugurato nel 2004, nasce con la semplice idea di offrire un servizio alle tante persone che amano il cinema e che desiderano un orientamento per scegliere un film che sia secondo i propri gusti e che li arricchisca sul piano umano e culturale, o anche semplicemente per un sano divertimento personale o familiare. Questo libro, come quelli che lo hanno preceduto, intende offrire una guida comoda e pratica attenta a una doppia prospettiva: la componente narrativa dei film e un punto di vista sapientemente radicato nell'antropologia cristiana.
19,50 16,58

Fuori onda. Quello che non avete sentito in diretta

Max Brigante

Copertina rigida

editore: Mondadori Electa

anno edizione: 2018

pagine: 160

«Mi chiamo Max Brigante e come cantava Jovanotti, faccio il dj. Oltre a non andare mai a dormire prima delle sei, vado anche in onda alle sei, del pomeriggio, con un salotto radiofonico che abbiamo deciso di chiamare "105 Mi Casa". Non ricordo quali altri nomi fossero entrati in ballottaggio per questo format. So solo che è quello giusto. Il concetto di "Mi Casa" viaggia con me da un po' e in fondo questo è il programma che avrei sempre voluto fare: invito un amico a casa e ce la raccontiamo un po'. Proprio le chiacchiere che ogni giorno faccio in radio sono l'oggetto del libro che, giustamente con diffidenza, state per leggere. Perché Brigante dovrebbe scrivere? Me lo sono chiesto anch'io e purtroppo per voi mi sono anche dato una risposta. Siamo onesti. Quando mai mi ricapiterà di potermi chiudere in una stanza per un'ora al giorno con persone che riempiono stadi con la loro musica, ci incollano alla televisione tirando calci a un pallone, vincono medaglie alle olimpiadi, premi strega, salvano vite vestiti da pompieri, negli ospedali o con una semplice canzone? Voglio raccontarvi il dietro le quinte, la parte non emersa. Diciamo che se il mio show fosse un vinile, un vecchio 45 giri, ogni sera, in onda, vi faccio ascoltare il lato A. In queste pagine voglio farvi ascoltare il lato B, perché senza lato B non avremmo mai avuto We Will Rock You, Be Bop A Lula, Eleanor Rigby, Roadhouse Blues, I Will Survive, La canzone di Marinella e... si Nadia, anche Piccola Katy (... questa la possono capire solo gli ascoltatori più fedeli).» (Introduzione)
19,90 16,92

L'«Histoire du soldat» di Pier Paolo Pasolini

Roberto Calabretto

Copertina morbida

editore: ETS

anno edizione: 2018

pagine: 127

L'"Histoire du soldat" di Pier Paolo Pasolini, un progetto destinato a diventare un film se non fosse sopraggiunta la morte del poeta, può legittimamente essere ritenuta un momento significativo della produzione dell'intellettuale friulano. A distanza d'anni, Ninetto Davoli riprese in mano questo testo che fu trasformato in una pièce teatrale. In questo viaggio che il soldato Ninetto Diotallevi compie per l'Italia troviamo tutti i temi appartenenti alla "mutazione antropologica" che aveva subìto l'Italia alla fine degli anni sessanta e, in particolare, emerge lo scontro con la televisione, oggetto delle invettive del Pasolini corsaro. Il volume ripercorre le vicende di questo soggetto contestualizzandole all'interno della tradizione teatrale e musicale che si è servita di questo soggetto.
13,00 11,05
18,00 15,30

Animali fantastici e dove trovarli. Notizie da dietro le quinte. I retroscena della magia

Jody Revenson

Libro in brossura

editore: HarperCollins Italia

anno edizione: 2018

pagine: 96

Ispirato ai quotidiani della saga dedicata alle creature magiche, "Notizie da dietro le quinte" svela particolari inediti del primo film e succose anteprime sui contenuti di "Animali fantastici: I crimini di Grindelwald". Ricco di scoop, esclusive e commenti di attori e produttori che non è stato possibile rivelare fino a ora, questo libro celebra "Animali fantastici e dove trovarli" con curiosità e notizie su personaggi, animali, costumi ed effetti speciali, oltre a offrire moltissimi dettagli stuzzicanti sulla realizzazione del film. Scritto in uno stile semplice e spigliato, include uno speciale inserto a colori con le primissime immagini del secondo capitolo della saga e indiscrezioni su ciò che la nuova avventura riserverà a Newt, Jacob, Tina e Queenie.
16,90 14,37

Martin Scorsese. Le forze primigenie dell'America

Maurizio Gregorini

Libro

editore: Castel Negrino

anno edizione: 2018

pagine: 128

Forse Martin Scorsese non è un regista-letterato, ma è certo che nel Pantheon dei suoi riferimenti risiedono molti immortali. Shakespeare e Céline lasciano tracce, segrete ma profonde, nei suoi film. Herbert Asbury, alle origini del gangsterismo e i noir di Raymond Chandler lo guidano sulle "vie del malvivente" ("Mean Street"). Il Joyce di "Dedalus", Sushaku Endo, Nikos Kazantzakis riforniscono l'immaginario dei lungometraggi a sfondo spirituale. Le "Memorie dal sottosuolo" di Dostoevskij, il Nietzsche de "La gaia scienza" e dello "Zarathustra" e Thomas Wolfe il solitario si nascondono dietro le quinte di "Taxi driver" e di "Cape Fear". Henry Miller è esplicitamente citato in "After hours". I testi di alcune canzoni dei Rolling Stones e di Bob Dylan fanno da controcanto alle scelte formali e sostanziali della sua intera filmografia. Le strisce di Otto Soglow ispirano i suoi "storyboard", esattamente come i disegni di Selznick offrono lo spunto per le immaginifiche inquadrature di "Hugo Cabret".
14,90 12,67

Harry Potter. Hogwarts. L'album dei film

AA.VV.

Libro

editore: PANINI COMICS

anno edizione: 2018

pagine: 48

Ogni anno gli studenti si recano al binario 9 e ¾ pronti per un nuovo anno a Hogwarts. Questo album porterà tutti i lettori dentro le rocciose pareti della Scuola di Magia e Stregoneria, facendo loro scoprire ogni dettaglio, dall'arrivo alla scuola, alla distribuzione nelle case fino agli argomenti trattati a lezione. Cosa aspettate, che un gufo vi porti la lettera?
25,00 21,25

Guerra e cinema. Logistica della percezione

Paul Virilio

Libro

editore: Lindau

anno edizione: 2018

pagine: 171

«Questo saggio sviluppa un approccio ancora inesistente, o quasi, quello all'utilizzazione sistematica delle tecniche cinematografiche nei conflitti del XX secolo. Infatti, dopo le note necessità strategiche e tattiche della cartografia, i primi passi della fotografia, militare durante la guerra di Secessione, in attesa dell'attuale videocontrollo del campo di battaglia, la prima guerra mondiale vide svilupparsi l'uso intensivo delle sequenze filmate nella ricognizione aerea. [...] Strumento di mira indiretta, complementare a quello delle armi di distruzione di massa, l'oculare della macchina da presa imbarcata a bordo degli aeroplani prefigura dunque una mutazione sintomatica dell'acquisizione di obiettivo, una derealizzazione crescente dello scontro militare in cui l'immagine si prepara ad avere la meglio sull'oggetto, il tempo sullo spazio, in una guerra industriale dove la rappresentazione degli eventi domina la presentazione dei fatti. [...] Sviluppando in tal modo le premesse di una vera e propria logistica della percezione militare, in cui l'approvvigionamento delle immagini diventerà l'equivalente dell'approvvigionamento di munizioni, la guerra del 1914 inaugurerà un nuovo "sistema d'armi" formato dalla combinazione di un veicolo da combattimento e di una macchina da presa [...]. Guerra delle immagini e dei suoni che sostituisce la guerra degli oggetti». (Paul Virilio)
19,00 16,15

Piero Tosi. Esercizi sulla bellezza. Gli anni del CSC (1988-2016)-Exercises in beauty. His years at CSC

Copertina rigida

editore: Edizioni Sabinae

anno edizione: 2018

pagine: 272

Nella sua lunga carriera Piero Tosi è stato prezioso collaboratore dei maggiori registi italiani. I suoi costumi hanno vestito i personaggi dei film di Gianni Amelio, Michelangelo Antonioni, Mauro Bolognini, Mario Camerini, Renato Castellani, Liliana Cavani, Luigi Comencini, Vittorio De Sica, Alberto Lattuada, Mario Monicelli, Pier Paolo Pasolini, Antonio Pietrangeli, Dino Risi, Mario Soldati, Lina Wertmüller, Luigi Zampa, Franco Zeffirelli, ma soprattutto di Luchino Visconti, con il quale Tosi ha stabilito un sodalizio ininterrotto che ci ha regalato capolavori indimenticabili. Piero Tosi è un artista prestato al cinema, che ha messo il proprio talento al servizio di un'arte effimera e impalpabile, la cui bellezza è racchiusa nella luce e nelle ombre del grande schermo. Nel 2014 gli viene assegnato il premio Oscar alla carriera.
28,00 23,80

Cavalieri pallidi, cavalieri neri. Gesta e opinioni di Clint Eastwood, eroe pop

Diego Gabutti

Copertina morbida

editore: Milieu

anno edizione: 2018

pagine: 221

Un viaggio nel moderno immaginario pop, non soltanto cinematografico, attraverso la carriera di Clint Eastwood, che riassume tutto il catalogo dell'intrattenimento (della politica, della musica, naturalmente anche del cinema, dello sport, dei fumetti, della letteratura fantastica, la fantascienza, il poliziesco, la spy story) che prende corpo nella seconda metà del secolo, quando si verifica una sorta di rivoluzione culturale (e formale insieme). Dopo Sergio Leone, per stare solo al cinema, Hollywood non sarà più la stessa, e così la percezione dell'eroe popolare, che muta e si trasforma in continuazione. Gli eroi, che fino a quel momento erano buoni, generosi, gentili e bene educati come gli sceriffi (e gli ex pugili irlandesi) di John Ford, da Per un pugno di dollari in avanti non hanno più niente di smanceroso o di troppo nobile. Escono di scena i personaggi interpretati per decenni da James Stewort e Gary Cooper. Entra Clint Eastwood. Gli eroi adesso sono sporchi, sarcastici e ambigui come lo straniero senza nome di Leone, oppure violenti, esaltati e nichilisti come i personaggi di Sam Peckinpah, i cui film vengono nella scia di Leone. Oltre che sporco e nichilista, il nuovo eroe popolare è anche politicamente scorretto, machista, conservatore, come l'Ispettore Callaghan, e come lo stesso Eastwood, che alla Clinton preferisce di gran lunga Trump. Più che una biografia su Eastwood è una biografia del nostro immaginario presente. Prima che un libro sul cinema, è un libro su questa rivoluzione, e sulle sarabande sociali (letterarie, politiche e antipolitiche, persino filosofiche) di cui questa rivoluzione è uno dei riflessi. Molto illustrato, le sue illustrazioni sono un percorso a spettro ampio attraverso il testo e intorno al testo. Qualche illustrazione è riferita al cinema, moltissime altre no, tutte fanno riferimento al ruolo dell'eroe nel contemporaneo e alla continua osmosi e ibridazione tra cinema, invenzione, realtà e immaginario.
16,90 14,37

Tornado (Twister). La sceneggiatura originale

Michael Crichton, Anne-Marie Martin

Copertina morbida

anno edizione: 2018

pagine: 204

Tra i fenomeni naturali uno dei più distruttivi, imprevedibili e affascinanti è quello dei tornado. Tra coloro che studiano il fenomeno c'è Jo, una scienziata che aveva collaborato a lungo con il marito Bill, che però ha lasciato sia la moglie che il lavoro. Bill torna da Jo per chiederle il divorzio, accompagnato dalla sua promessa sposa, Melissa. Ma è la stagione dei tornado ed è in corso un promettente programma di ricerca...
12,00 10,20

L'imitazione della vita. Scritti di cinema 1970-2016

Salvatore Piscicelli

Copertina morbida

editore: Meltemi

anno edizione: 2018

pagine: 312

Questo libro (il cui titolo richiama quello di un importante film del regista Douglas Sirk) raccoglie e mette insieme, in un ordine sistematico, gli scritti di cinema di uno dei più importanti autori del cinema italiano degli ultimi quattro decenni. Dalla lettura di questi saggi di Salvatore Piscicelli (recensioni dei film usciti nel nostro paese nel corso degli anni Settanta e pubblicati sull'"Avanti!", articoli e saggi di più vasto respiro scritti per una rivista, "Cinemasessanta", o altri nati da occasioni diverse di riflessione su figure come Chaplin o Rossellini o sul rapporto fra cinema e ideologia, su temi rilevanti come cinema e psicoanalisi, o sui film cinesi di kung fu o, ancora, sulla metodologia storiografica del cinema o su registi francesi e del Nord Europa ecc.), viene fuori un profilo esemplare di cineasta integrale, critico e autore nello stesso tempo. Questo libro dà modo, da un lato, di ricostruire un modo generazionale di vivere e praticare il cinema (quello che appunto nutre gli interessi del critico a partire dagli anni Settanta) e, insieme, dall'altro, di comprendere la lunga e vivace formazione del futuro regista. Dal 1980 in poi, mentre dirige film e interpreta le tendenze del cinema contemporaneo secondo le sue opzioni creative, Piscicelli, in filigrana, non smette di osservare criticamente come il cinema evolve in rapporto alla società.
24,00 20,40

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.