Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

Lingua

Per scrivere bene imparate a nuotare. Trentasette lezioni di scrittura

Giuseppe Pontiggia

Libro: Copertina rigida

editore: MONDADORI

anno edizione: 2020

pagine: 187

«Quello non lo insegno.» Così rispondeva Giuseppe Pontiggia a chi gli chiedeva come diventare scrittore. Non basta infatti avere l'attitudine, la volontà, l'ambizione. Come per il nuoto, si possono però ottenere buoni risultati impadronendosi della tecnica, osservando i modelli, allenandosi duramente. Per scrivere «bene» (con stile) bisogna prima liberarsi da una serie di pregiudizi: che scrittori si nasca, che il talento e l'ispirazione contino più di un severo apprendistato, che un testo letterario (e in generale un testo efficace) nasca già perfetto anziché perfettibile. Di questo era convinto Pontiggia quando, nel 1985, inaugurava la prima scuola di scrittura in Italia. Una scuola in cui si imparava innanzitutto a leggere. Leggere in senso forte, cominciando dai classici, in un «corpo a corpo» con il testo pensato per affinare la capacità di giudizio e scoprire insieme le potenzialità e i limiti delle proprie risorse espressive. Ma soprattutto per lasciarsi emozionare dalle parole, per esplorarne le stratificazioni, per imparare a usarle in modo responsabile. Scrivere, per Pontiggia, non è trascrivere le proprie esperienze, sensazioni o memorie, ma andare incontro all'inatteso che sorprende, al nuovo che disorienta: pronti a tornare indietro, e a riscrivere se necessario, per dire nel modo migliore quanto si va scoprendo attraverso il linguaggio. Perché la scrittura è un viaggio che non si lascia pianificare, ma anche il risultato di un lavoro paziente, fatto di un rapporto concreto con il testo, in tutto simile a quello dell'artigiano all'opera nel suo laboratorio. Un laboratorio che Pontiggia ha allestito per anni durante i suoi incontri settimanali al Teatro Verdi di Milano, dialogando con un pubblico eterogeneo (studenti, professionisti, aspiranti scrittori). Le sue lezioni, pubblicate a metà degli anni Novanta su due riviste («Wimbledon» e «Sette»), sono ora raccolte in un unico volume. Trentatré conversazioni in cui l'autore, in forma di intervista, affronta i molteplici aspetti della scrittura «espressiva», a cui si aggiungono altre quattro lezioni, «per addetti ai lavori ma non solo», in cui la riflessione sulla scrittura diventa essa stessa un alto esempio di scrittura saggistica, ricca di aforismi e battute fulminanti; dove il confronto con i classici, ancora una volta, ci introduce nella biblioteca e nell'officina dello scrittore, pronti a carpirne i segreti.
19,00 18,05
23,90

Lingua siciliana

Salvatore Russo

Libro: Copertina morbida

editore: Addictions-Magenes Editoriale

anno edizione: 2020

pagine: 323

Il testo presenta una peculiarità unica rispetto ad analoghe pubblicazioni sulla lingua siciliana. Le sue più importanti caratteristiche sono la profondità e rigore da un lato, la funzione pratico-precettiva ma in modo non rigido dall'altro. Esso parte dalla concezione del siciliano come lingua e non come somma di dialetti, partendo proprio dalla tradizione letteraria e artistica unitaria, e soprattutto dal bagaglio lessicale e grammaticale comune alla gran parte delle "parlate" siciliane. Si presenta come una guida a chi voglia scrivere e parlare un buon siciliano, ma senza alcuna pretesa strettamente normativa: orientato più a escludere forme sgrammaticate o troppo italianeggianti o troppo vernacolari, più che a dare un'unica versione possibile. La pluralità espressiva è in sé ricchezza, e ciò è particolarmente vero per le lingue non ufficiali come il siciliano. Basa sulla tradizione letteraria il proprio canone, ma non rinuncia a una razionalizzazione dell'esistente e alla proposta, tra le tante forme accettabili, di una forma presentata come "standard". Ancora, è difficile trovare un testo tanto completo: si pensi solo alla trascrizione fonetica, o alla minuta e distinta indicazione delle forme arcaiche, o alla profonda trattazione della sintassi, così come delle espressioni idiomatiche, introvabile altrove. In realtà la "grammatica" qui proposta colma un vuoto, non più trattazioni "dialettologiche" che disorientano anziché orientare lo scrittore in siciliano, né "antropologiche" come la celeberrima opera del Pitrè, né, ancora, dilettantesche, come non pochi altri volenterosi tentativi contemporanei. Un punto di riferimento per Accademie, Studiosi e Scrittori, che non può mancare nella biblioteca dei cultori e appassionati della Lingua Siciliana.
24,00 22,80

Linguistica italiana

Massimo Palermo

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 384

Il libro offre una trattazione esaustiva dei principali argomenti affrontati nei corsi universitari. La tripartizione dell'indice (storia, struttura, variazione) prevede una breve parte diacronica e due sezioni successive dedicate alla descrizione delle strutture e delle varietà dell'italiano d'oggi. In questa nuova edizione l'autore ha aggiornato l'opera su diversi fronti, con particolare riguardo alle più recenti tendenze emerse nell'italiano standard contemporaneo, impegnandosi anche a semplificare nella misura del possibile i passaggi espositivi risultati più ostici nell'uso del manuale da parte degli studenti. È stato inoltre aggiornato e significativamente arricchito anche il corredo di ampliamenti e di esercizi presente su Pandoracampus.
32,00 30,40

TransLab. Un progetto didattico per la traduzione specializzata

Libro: Copertina morbida

editore: Forum Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 276

I saggi raccolti in questo volume espongono i risultati delle ricerche nell'ambito del progetto dell'Università di Udine TransLab. Centrato sui concetti di lingua speciale, genere testuale e linguistica dei corpora applicata alla traduzione, il laboratorio ha visto la creazione e la sperimentazione didattica di una piattaforma on-line, realizzata su Moodle 3.3 (Modular Object- Oriented Dynamic Learning Environment) che offre corsi di traduzione specialistica nelle coppie di lingue ceco-italiano, russo-italiano e tedesco-italiano, in relazione a tre generi testuali specifici: brochure turistica, recensione giornalistica (film e libri) e modulo di consenso informato in ambito medico.
25,00 23,75

Senza parole. Piccolo dizionario per salvare la nostra lingua

Massimo Arcangeli

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2020

pagine: 284

Quante volte avete avuto un alterco con qualcuno? Vi è mai capitato di sentirvi pieni di astio di fronte a un interlocutore decisamente becero? E di avere una fame pantagruelica? Pensate di possedere un certo contegno (anche se non quanto il vostro azzimato cugino)? Se vi dicono che siete morigerati vi offendete o inorgoglite? Esistono termini che riescono a raccontare molte cose diverse, ed eventi, azioni, stati d'animo della nostra quotidianità che possono essere descritti con precisione solamente da un'unica parola, magari un po' desueta: conoscerla significa saper dare un nome a una parte di noi stessi. Massimo Arcangeli ci guida nel regno delle parole dimenticate della lingua italiana, alla scoperta di cinquanta aggettivi, verbi e sostantivi in grado di esprimere meglio di qualunque altro il nostro modo di gioire, arrabbiarci e dire «Ti voglio bene». Tra storia e letteratura, ascendenze straniere e cadenze popolari, Arcangeli attraversa un patrimonio che unisce le Alpi e le isole, Pinocchio e Paperino, la poesia di Dante e il dialetto dei nostri nonni: la cartolina di un'Italia che non esiste più, con cui allontanarci dall'appiattimento lessicale di oggi e in cui riscoprire una lingua lussureggiante, piena di colori e suoni, capace di una vitalità e di una ricchezza espressiva strabilianti. "Senza parole" è nello stesso tempo un viaggio sentimentale nella nostra cultura e una pratica di resistenza civile; un prontuario per ravvivare il nostro dizionario privato e una carrellata di aneddoti curiosi sul nostro passato comune. Per ricordarci - o conoscere per la prima volta - di che cosa parliamo quando parliamo in italiano.
19,00 18,05

La grandezza della parola. Meraviglia e potenza della comunicazione umana

Ezio Aceti, Stefania Cagliani

Libro: Copertina morbida

editore: EFFATA

anno edizione: 2020

pagine: 80

La parola possiede un potere immenso perché, se ben utilizzata, riveste la persona della sua umanità conducendola verso la piena realizzazione; viceversa, toglie la dignità del vivere trascinandola verso l'inutilità, lo scoraggiamento e il vuoto. Il libro esplora la nascita della parola e il suo sviluppo per affrontare successivamente il fenomeno del linguaggio scurrile come manifestazione concreta di aggressione verso se stessi e gli altri, determinando spesso conflitti e tensioni. Va quindi alla radice dell'umano, ove la parola offre un sostegno concreto come via per la realizzazione della persona, per poi aggrapparsi alla Parola, allo sguardo del Logos, della Parola di vita, come emanazione dell'amore di Dio verso ciascuno, scoprendo che ogni persona è una «parola» pronunciata da Dio sin dall'eternità e ritornando a Lui come parola rivestita d'amore. Infine traccia i cardini educativi fondamentali per la crescita e il nutrimento della parola come fonte di educazione verso le giovani generazioni. Un viaggio che vorrebbe spingere ciascuno ad innamorarsi della parola, ad imparare a dire, comunicare l'essenziale, il bello, il buono e il vero.
13,00 12,35

Instant tedesco. Girls4teaching

Alessandra Stucchi, Christian Catalano

Libro: Copertina morbida

editore: GRIBAUDO

anno edizione: 2020

pagine: 415

Il tedesco è la lingua più parlata in Europa dopo l'inglese. Oltre a essere espressione di una cultura che ha toccato vertici altissimi in campi come la filosofia, la scienza e la musica, è fondamentale, oggi, per inserirsi nel mercato del lavoro con una marcia in più. La Germania, infatti, è il primo partner commerciale del''Italia e i tedeschi sono di gran lunga i più numerosi tra gli stranieri che visitano l'Italia per turismo. Questo libro insegna il tedesco in modo semplice, pratico e innovativo: non fornisce solo la grammatica e le regole, come i tradizionali corsi di lingua, ma anche gli strumenti necessari per poter comunicare fin da subito e per parlare il vero tedesco. Il libro è collegato a un sito sul quale sarà possibile ascoltare le lezioni, tenute da una madrelingua, e interiorizzare pronuncia e cadenze. Moltissimi esercizi permetteranno di verificare passo dopo passo il proprio livello di comprensione del testo e di conoscenza delle regole e delle strutture di base.
19,90 18,91

Dizionario inglese. Inglese-italiano, italiano-inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2020

pagine: 768

Un dizionario agile, concepito per andare incontro alle esigenze pratiche di chi, per studio, per lavoro, oppure nella vita di tutti i giorni, vuole confrontarsi con la lingua inglese. Il lemmario presenta termini della lingua comune e di ambiti specialistici, oltre a neologismi e termini di recente diffusione. In appendice sono indicati i verbi irregolari inglesi, i verbi fraseologici, i numeri e le unità di misura, le differenze ortografiche e di vocabolario fra inglese britannico e americano.
14,90 14,16

Buona idea! Corso di lingua e cultura italiana. Livello A1. Ediz. MyLab

Barbara Bettinelli, Paolo Della Putta, Manuela Visigalli

Libro

editore: Pearson

anno edizione: 2020

pagine: 223

Un corso completo pensato per chi deve partire da zero con la lingua italiana. Ogni unità è attentamente scandita da attività che permettono una graduale acquisizione del lessico e della grammatica, con spazi dedicati anche a intonazione e pronuncia, e attività che favoriscono il confronto interlinguistico e interculturale. L'offerta si arricchisce anche di un quaderno degli esercizi (una ricca gamma di attività di pratica e consolidamento) e di una rivista online, "In viaggio per l'Italia", che presenta una carrellata sulle regioni italiane alla scoperta di monumenti, paesaggi e tradizioni: uno strumento in più per conoscere meglio l'Italia e la sua lingua. Il codice presente sulla copertina consente l'accesso per 18 mesi a MyLab, una piattaforma digitale interattiva specificamente pensata per accompagnare e verificare i progressi durante lo studio. Le attività formative e valutative sono dettagliate nella pagina di catalogo dedicata al libro, consultabile all'indirizzo link.pearson.it o tramite QR code.
26,00 24,70

Come collezionare macchine per scrivere. Guida all'acquisto, alla raccolta e alla cura. Consigli, suggerimenti e osservazioni da parte di un esperto tecnico restaura

Cristiano Marino Casonati

Libro: Copertina morbida

editore: Sandit Libri

anno edizione: 2020

pagine: 224

"Questo mio secondo lavoro è il naturale frutto delle mie esperienze e, soprattutto, risponde alle richieste che continuamente ricevo da clienti e conoscenti circa questo campo professionale. In questo volume intendo fornire preziose informazioni circa le più corrette modalità di acquisto e sul collezionismo di macchine per scrivere, soprattutto pensando a chi in questo momento vuole iniziare. In questo faccio semplicemente seguito a quanto da sempre mi trovo a rispondere alle tante persone che mi contattano sia per lavoro, sia per curiosità o per intenti storico-ludici-culturali con le macchine per scrivere. Le domande che mi pongono queste persone sono sostanzialmente sempre le stesse e trovo, quindi, utile cercare di riunire le tante risposte che continuamente fornisco. In pratica approfondisco ulteriormente quanto ho cominciato a fare con il mio primo volume dedicato agli utilizzatori della macchina per scrivere. In quel volume i giovani appassionati che stanno scoprendo oggi la macchina per scrivere e che intendono impiegarla realmente per scrivere, per divertirsi e per produrre documenti, trovano preziose informazioni e una serie di consigli pratici da mettere subito in atto. Il volume "Alla (ri)scoperta della macchina per scrivere", edito sempre da Sandit Libri, è utile per comprendere a un più profondo livello il contenuto di questo secondo testo. Se anche tu, come i tanti che mi contattano perché hanno in casa da tempo oppure hanno appena acquistato una macchina per scrivere, vuoi imparare come usarla, come sfruttarla al meglio e magari ora vuoi iniziare una piccola collezione, ecco qui a tua disposizione un tecnico esperto, figlio d'arte, che ti spiega a fondo quanto davvero ti serve sapere in questo campo della scrittura. I miei volumi sono scritti realmente tenendo conto dei problemi, delle domande del pubblico, delle vere necessità e dei corretti rimedi così come sono solito fare sfruttando la mia lunga esperienza. Anche in questo secondo volume troverai una grandissima quantità di informazioni, suggerimenti, consigli e, perché no, anche aneddoti della mia vita professionale."
17,90 17,01

«Ave Maria, clemens et pia». Una lauda-sequenza bilingue della prima metà del Duecento

Nello Bertoletti

Libro: Copertina morbida

editore: Storia e Letteratura

anno edizione: 2020

pagine: 266

Il volume presenta l'edizione di un componimento mariano trascritto non oltre gli anni Trenta del Duecento e dunque precedente, almeno per tradizione, rispetto a ogni lauda finora nota. Rielaborando in forma bilingue una sequenza più antica, il testo (dotato di una parziale notazione musicale) ci riconduce alle origini stesse del genere laudistico e ne illumina il legame con la versificazione mediolatina. Il contesto storico in cui tale lauda-sequenza ha visto la luce e ha conosciuto la sua effimera fortuna può essere definito anche grazie allo studio del complesso zibaldone clericale che la tramanda, mirabile esempio della giuntura fra l'incipiente impiego letterario del volgare e la coeva cultura scolastica e religiosa in lingua latina. Postfazioni di Laura Albiero e Antonio Ciaralli.
32,00 30,40

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.