Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cinema, televisione e radio

Il Morandini 2020. Dizionario dei film e delle serie televisive. Ediz. plus

Laura Morandini, Luisa Morandini, Morando Morandini

Libro

editore: ZANICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 2080

Il "Morandini 2020.Dizionario dei film e delle serie televisive" comprende 27.000 film usciti sul mercato italiano dal 1902 all'estate 2019, una scelta di circa 1100 serie televisive, 950 cortometraggi e 7000 immagini di scena o locandine. Di ogni film, oltre al titolo italiano, l'opera dà: titolo originale, Paese di produzione, anno d'uscita, regista, interpreti principali, una sintesi della trama, una concisa analisi critica, durata, suggerimenti sull'opportunità di visione per i ragazzi, indicazione grafica sul giudizio della critica (da 1 a 5 stellette) e, unico nel panorama editoriale, sul successo di pubblico (da 1 a 5 pallini). Un'opera da consultare prima (e dopo!) aver visto un film. 27.000 film (16.000 su carta, 27.000 nella versione digitale), con schede monografiche su cicli e serie; 1100 serie televisive, scelte fra le più seguite o le meglio realizzate.
41,20

Una visita al Bates Motel

Guido Vitiello

Libro: Copertina morbida

editore: ADELPHI

anno edizione: 2019

pagine: 251

Questa indagine nasce da una serie di indizi curiosi: un refuso rivelatore - Psyche invece di Psycho - nel primo trafiletto che annunciava il nuovo progetto di Hitchcock. Una statuetta di Amore e Psiche di Canova che s'intravede in una scena del film. Una sibillina dichiarazione del regista, che presentò Psycho alla stampa come un'« escursione nel sesso metafisico ». Continua con un'ispezione dei luoghi del delitto ormai disabitati: il Bates Motel e la casa arcigna in cima alla collina, che Hitchcock volle allestire come gallerie d'arte o Wunderkammern. E diventa una visita guidata che si svolge, con i brividi di prammatica, fra il bric-à-brac degli arredi cupi, e sotto l'occhio impassibile di uccelli impagliati. Una stanza dopo l'altra, il detective Vitiello - e dietro di lui, lo spirito di un Hitchcock mistagogo e sornione - ci aiutano a vedere la spettrale dimora vittoriana di Psycho come un musée imaginaire dell'erotica misterica, per le cui stanze si inseguono tre cicli mitologici infernali: Amore e Psiche, Orfeo ed Euridice, Demetra e Persefone. E una scoperta sorprendente e a suo modo sinistra, alla quale tutto sommato vorremmo sottrarci. Ma forse è troppo tardi: come avremmo dovuto sapere prima ancora di aprire il libro, infatti, dal regno infero di Norman Bates non si esce con la stessa facilità con cui si entra.
38,00

Podcasting. La radio di contenuto ritorna sul web

Luigi Lupo

Libro: Copertina morbida

editore: Meltemi

anno edizione: 2019

pagine: 120

Da più parti si sente parlare di "età dell'oro del podcast". In effetti, i numeri relativi alla fruizione del formato - nato nel 2004 come tecnologia per la diffusione sul web di contenuti acustici - e la qualità di numerose produzioni sembrano confermare la circostanza. La definitiva esplosione del podcasting, settore in continua crescita, è partita nel 2014 quando, in particolare negli Stati Uniti, navigati produttori radiofonici e reporter hanno cominciato a proporre contenuti di pregevole fattura e grande seguito, su tutti i serial. Analizzando le caratteristiche dei podcast più ascoltati nei Paesi anglofoni e volgendo l'ascolto al caso italiano, dove i podcast registrano un crescente successo, sono emersi elementi che collegano le produzioni ad alcuni generi della radiofonia parzialmente scomparsi dai palinsesti. Come l'audio-documentario e il reportage. Il podcast, quindi, non solo sembra riportare in auge, nella formula asincrona dell'on-demand, le narrazioni sonore della realtà, ma si configura anche come un importante strumento per il giornalismo.
12,00

I formalisti russi nel cinema

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2019

pagine: 251

Negli anni Venti del secolo scorso i formalisti russi inaugurarono un approccio al cinema che ne valorizzava, in particolare, il carattere di autentica "scrittura" audiovisiva. Di quell'approccio oggi si fanno apprezzare, oltre all'originale afferenza al vasto territorio di una "antropologia dell'immagine e dei media", il notevole spessore teorico e la sorprendente attualità nel contesto della rivoluzione digitale. Alla traduzione di alcuni testi classici riuniti nel volume che rese note le tesi formaliste sul cinema - Poetika Kino (Poetica del cinema, 1927) - questa raccolta aggiunge i contributi di tre autori - Roman Jakobson, Jan Mukarovsky, Jurij Lotman - che ripresero e approfondirono i temi portanti di quella linea di ricerca.
22,00

Realtà virtuale. Come funziona il nuovo cinema a 360 gradi

Gianluigi Perrone

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 125

La realtà virtuale (VR) apre le porte a una nuova evoluzione dell'audiovisivo: attraverso un visore (headset), chi guarda un film può immergersi nella storia narrata e divenirne protagonista attivo: gli spettatori possono infatti spaziare dove vogliono con lo sguardo e partecipare all'esperienza audiovisiva con tutti i sensi. Ci troviamo dunque di fronte a un nuovo mezzo narrativo dalle grandissime potenzialità. In questo libro Gianluigi Perrone guida i lettori, passo dopo passo, verso la realizzazione di un film a 360 gradi: dalla costruzione dell'immagine, senza più i limiti dell'inquadratura tradizionale, alla sceneggiatura (o sphereplay), dalla narrazione per sequenze alle tecniche di ripresa a 360 gradi, dall'animazione digitale alla post-produzione. Particolare attenzione viene dedicata inoltre alla questione del punto di vista e della soggettiva, fondamentale per innescare il processo empatico che permette allo spettatore di emozionarsi attraverso una storia che viene vissuta davvero in prima persona. Costruito con un taglio fortemente pratico, "Realtà virtuale" offre ai creativi gli strumenti indispensabili per trasformare la propria narrazione in un'esperienza totalizzante e multisensoriale.
15,00

Scegliere un film 2019

Libro

editore: SAN PAOLO EDIZIONI

anno edizione: 2019

pagine: 320

Inaugurato nel 2004, il progetto di una serie di volumi di recensioni cinematografiche nasce con la semplice idea di offrire un servizio alle tante persone che amano il cinema e che desiderano un orientamento per scegliere un film che sia secondo i propri gusti e che li arricchisca sul piano umano e culturale, o anche semplicemente per un sano divertimento personale o familiare. Questo libro, come quelli che lo hanno preceduto, intende offrire una guida comoda e pratica attenta a una doppia prospettiva: la componente narrativa dei film e un punto di vista sapientemente radicato nell'antropologia cristiana. Tra i film selezionati: Green Book, Gli incredibili 2, Cyrano Mon Amour, Dieci giorni senza mamma, Dumbo, Ralph Spacca Internet, The Mule, Van Gogh e Stanlio & Ollio.
19,50

Adolescenza nel cinema

Libro: Copertina morbida

editore: Qudulibri

anno edizione: 2019

pagine: 128

L'intento di questo terzo testo della collana quaderni blu è quello di fornire a educatori e insegnanti strumenti di lavoro che, attraverso la visione, possano attivare riflessioni e approfondimenti sui diversi temi della vita dei piccoli e degli adolescenti. Simonetta Botti (Responsabile dell'Area minori, disabili e adulti di Consorzio Blu nonché Presidente del Comitato Tecnico Scientifico di Oasi Formazione) Una rassegna cinematografica riesce molto bene a trasmettere messaggi importanti attraverso un percorso identificatorio tra il protagonista del film e lo spettatore adolescente che non ha bisogno di riflettere intellettualmente sul senso delle vicende narrate, ma le vive e le riconosce come se fossero sue. Ruben Lazzerini (Psicologo, Psicoterapeuta, Docente) Il linguaggio cinematografico ben cadenzato e al tempo stesso colorito, emotivamente coinvolgente, dinamico e stimolante ha così affinato nuovi modi di vedere e comprendere le umanità dei fruitori del progetto. Paola Finelli (Psicologa Psicoterapeuta)
14,00

Ingmar Bergman. Il tempo e l'essere

Desiree Massaroni

Libro: Copertina morbida

editore: ZONA

anno edizione: 2019

pagine: 210

In questo saggio illustrato si perlustra il tema del tempo che innerva il cinema di Bergman e in particolare quattro film cruciali: "Il posto delle fragole", "Il settimo sigillo", "Il volto", "L'ora del lupo". Da tale angolazione critico-teorica, nella riproduzione ossessiva dell'epopea quotidiana, gli individui che il regista rappresenta appaiono scissi tra il proprio io interiore e il mondo esterno, tra la maschera e il desiderio. La loro inettitudine a vivere si rovescia nell'interrogazione costante sul senso del tempo nel momento stesso in cui essi vivono, in una sorta di messa in abisso tra il sé sociale e la coscienza. Prefazione di Bruno Roberti.
19,90

La Biennale di Venezia. 76ª mostra internazionale d'arte cinematografica. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: La Biennale di Venezia

anno edizione: 2019

pagine: 375

Il catalogo, in formato 27 x 21 cm, presenta i film della 76. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Per ogni opera, oltre alle caratteristiche tecniche, sono riportate la sinossi, il commento del regista e la biografia, sia in lingua italiana che inglese. Sono presenti un ritratto del regista e alcuni fotogrammi, in bianco e nero o a colori, tratti dai film. La struttura del catalogo segue la suddivisione in 8 sezioni della Mostra, da Venezia 76 a Fuori Concorso, da Orizzonti a Venezia Classici, dalle produzioni Biennale College Cinema alla ormai consolidata sezione Venice Virtual Reality. Introduzioni a firma del Presidente della Biennale di Venezia e del Direttore Alberto Barbera aprono il volume.
25,00

La Biennale di Vienezia. Mostra internazionale d'arte cinematografica 1932-2019

Libro: Copertina morbida

editore: La Biennale di Venezia

anno edizione: 2019

pagine: 1031

Il volume raccoglie dati su tutte le manifestazioni cinematografiche svolte dalla Biennale dal 1932 al 2019 riportando o ricostruendo informazioni sulla struttura e la composizione della Mostra anno dopo anno, sezione dopo sezione. Sono riportate solo informazioni tratte da fonti ufficiali dell'epoca di ciascuna manifestazione, custodite nell'Archivio Storico della Biennale di Venezia. Il volume è costituito da tre parti che permettono una consultazione per ordine cronologico e alfabetico. Parte 1 - Manifestazioni cinematografiche 1932-2019: le manifestazioni sono elencate in ordine cronologico. In questa parte sono raccolte le informazioni istituzionali relative a ciascuna manifestazione, alle giurie, ai premi, alle sezioni e ai film. Parte 2 - Tutti i film 1932-2019: i film sono elencati in ordine alfabetico per titolo. A seguire compare l'indicazione dell'anno di partecipazione alla mostra e la sezione. Parte 3 - Tutti i registi 1932-2019: i registi sono elencati in ordine alfabetico per cognome con accanto l'anno di partecipazione alla mostra.
20,00

Federico Fellini. Cent'anni: film, amori, marmi

Italo Moscati

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 208

È un amore carico di equivoci quello che circonda il grande regista, nella vita privata e nell'arte: Fellini incontra, assorbe e sfida i piani alti della storia del cinema, dove abita Chaplin (che Fellini aveva amato e poi detestato), dove vive il maestro Rossellini, e dove entrò Pasolini, amico-nemico di Fellini, personalità con cui confrontarsi e rivale. Italo Moscati si inoltra in un racconto che comprende le luci e le ombre che hanno avvolto il celebre regista: i rapporti con la famiglia, la sua Rimini, poi Roma, l'ambiente cinematografico, la giostra dei produttori e dei politici. Una "festa" spettacolare che si è estinta con "La dolce vita" e con "8 ½": due marmi che hanno accompagnato il fellinismo in un poetico, esausto, corteo funebre dal sapore di un'unica commedia italiana.
17,50

Sguardi che contano. Il cinema al tempo della visibilità lesbica

Federica Fabbiani

Libro: Copertina morbida

editore: Iacobellieditore

anno edizione: 2019

pagine: 158

Fino a qualche decennio fa, la rappresentazione della lesbica nel cinema era quasi esclusivamente stereotipata: "lei" era una criminale e/o una donna psichicamente instabile con un percorso obbligato verso la tomba o il sanatorio. Oppure transitoria, affetta da confusione senti/mentale, da cui rinsavire per tornare a una (sana e consapevole) eterosessualità. Negli ultimi anni però si sta andando verso una normalizzazione. Non tutto è cambiato, ma certo molto si è spostato, sia nel cinema sia nella televisione. La dualità maschile/femminile non è più l'unica a poter raccontare il desiderio: la macchina da presa veicola uno sguardo empatico e diventa un dispositivo che tenta di registrare la complessità di figure non più inchiodate in ruoli fissi e monolitici, bensì variamente contrastate da emozioni e sensazioni. Lo sguardo diventa un sentire all'interno di una relazionalità costitutiva che coinvolge tutte: registe, attrici, spettatrici. Non è più solo una questione di visibilità, ma di posizionamento: riconfigurare lo sguardo filmico in modo che rifletta una nuova relazione femminile con il desiderio, che non è solo desiderio dell'altra, ma è soprattutto desiderio di libertà.
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.