Il tuo browser non supporta JavaScript!

Linguistica

Conoscere la linguistica. Elementi di sociologia della lingua nell'Italia contemporanea

Claudia Masia

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2019

pagine: 142

Dedicato a tutti gli appassionati della parola, questo manuale fotografa la lingua italiana con un'attenzione particolare alle differenze tra codice scritto, parlato e trasmesso. Ripercorrendone la storia a partire dai primi documenti in volgare fino ad arrivare al linguaggio della televisione, dei social network e delle canzoni, il testo descrive una lingua plurale e in continuo mutamento. L'italiano infatti si è formato attraverso una modificazione del latino, accogliendo vocaboli dal greco, dall'arabo, dalle lingue germaniche, dal francese, dallo spagnolo e dall'inglese, senza dimenticare l'apporto fondamentale dei dialetti. Adottando un approccio sociolinguistico, "Conoscere la linguistica" analizza i cambiamenti della lingua italiana in base al luogo geografico, alle caratteristiche sociali dell'utente, al contesto comunicativo, al mezzo usato per comunicare. Fornisce inoltre gli strumenti per capire la fonetica ed esercitarsi con le trascrizioni. Ma soprattutto il libro è pensato per un pubblico di studenti, e da qui una vasta selezione di esercizi originali che coinvolgono linguistica, lessico, grammatica e scrittura; un'appendice in cui si riportano l'alfabeto greco e la sua traslitterazione, la classificazione fonetica delle consonanti e delle vocali dell'alfabeto italiano; un glossario essenziale dei termini tecnici di cui si serve la sociolinguistica e un test a domande aperte che ripercorre i contenuti del manuale. "Conoscere la linguistica" è dunque uno strumento prezioso per futuri interpreti e traduttori, linguisti, umanisti e per tutti coloro che vogliono conoscere e adoperare al meglio la nostra difficile e bellissima lingua.
18,00

Barbapedana. El gh'aveva on gilé. Dizionario del gergo milanese e lombardo

Nino Bazzetta de Vemenia

Libro

editore: MERAVIGLI

anno edizione: 2019

pagine: 160

Enrico Molaschi, detto el Barbapedana, noto cantastorie e suonatore ambulante dell'Ottocento che girava le osterie della città è una delle numerosissime figure tipiche milanesi che si incontrano in questo Dizionario del gergo milanese e lombardo. Pubblicato originariamente nel 1927, quella che qui si propone è l'edizione del 1940, arricchita da un ricco apparato iconografico e da schede di approfondimento, nella quale, in aggiunta alla raccolta di termini gergali (quelli dell'osteria, della malavita, degli spazzacamini, degli ombrellai...), si trova un ampio repertorio di «nomignoli, tipi, macchiette» dall'inestimabile valore documentario, che ci permette di (ri)scoprire la Milano fra Otto e Novecento, con i suoi luoghi più emblematici, i suoi sagaci modi di dire, la sua vivace anima popolana.
12,00

Lingue dello Stretto nella documentazione materiale dall'Ellenismo alla tarda antichità

Libro: Copertina morbida

editore: Fabrizio Serra Editore

anno edizione: 2019

pagine: 192

I contributi qui raccolti traggono spunto dalle relazioni presentate al convegno organizzato nel maggio 2016 presso l'Università degli Studi di Messina. Il convegno si prefiggeva di far interagire, in un'ottica interdisciplinare, specialisti di linguistica e storia della lingua, epigrafia e numismatica con l'obiettivo di promuovere un confronto su problemi inerenti le principali varietà linguistiche attestate dalla documentazione materiale nell'area dello Stretto, nelle isole Eolie e lungo la costa nord dell'isola: il greco, il latino e l'osco mamertino, già in antico ritenute peculiari dell'orizzonte linguistico della Sicilia. Il volume include contributi che spaziano dalla dialettologia greca alla linguistica, dalla numismatica all'epigrafia greca e latina. Ampie panoramiche sulla monetazione mamertina, su iscrizioni greche e latine di Lipari e su onomastica e cariche pubbliche a Reggio.
120,00

Fiumi di parole. Discorso e grammatica delle conversazioni scritte in Twitter

Stefania Spina

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 232

Nell'epoca dei social media, l'interazione attraverso testi digitati da tastiera è diventata per molti un'abitudine quotidiana. All'interno dei vari ambienti in cui trascorriamo la nostra vita connessa, Twitter occupa un posto privilegiato, per la brevità forzata dei suoi testi e per la sua attitudine a narrare il presente attraverso conversazioni che prendono la forma di un rito collettivo. Investigare i meccanismi con cui la lingua è usata per accompagnare la nostra vita nel mondo connesso di Twitter è l'obiettivo del libro. Il discorso di Twitter, in cui le parole sono alla ricerca costante di visibilità, è liquido e sincopato, emotivo e polarizzato, rapido e informale; è un discorso "aumentato", perché tende costantemente verso altri testi. Prefazione di Daniela Pietrini.
14,00

Manuale di linguistica e di grammatica italiana

Michele Prandi, Cristiana De Santis

Libro: Copertina morbida

editore: UTET UNIVERSITA

anno edizione: 2019

pagine: 532

Questo manuale riprende i presupposti teorici e le scelte metodologiche del volume che l'ha preceduto, «Le regole e le scelte», ampliando e aggiornandone i contenuti: si presenta come una grammatica italiana corredata di considerazioni di linguistica (generale e italiana) e di riferimenti bibliografici commentati. Il percorso grammaticale è esplicito, esaustivo e coerente: si snoda dai suoni alla frase, attraversando la dimensione del testo, per approdare al funzionamento delle classi di parole. L'esposizione non si limita a descrivere le regole dell'italiano, ma guida a esplorare in modo consapevole le scelte ammesse dal sistema grammaticale, e consente di orientarsi tra diverse varietà di lingua presenti nello spazio comunicativo comune.
33,00

Che cos'è un testo

Angela Ferrari

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2019

pagine: 143

Come si può descrivere un testo? Quali sono le sue peculiarità semantiche, lessicali, sintattiche e interpuntive? Partendo dall'intuizione, il libro offre via via gli strumenti concettuali che permettono di rispondere a queste e altre domande in modo semplice e costruttivo, sulla base di una ricca batteria di esempi non fittizi. Al centro sta la definizione offerta dalla linguistica del testo, la quale ruota attorno al concetto di architettura testuale. Tale caratterizzazione, che privilegia i testi scritti d'uso e si articola in quattro capitoli, è preceduta da una breve storia della trattazione del testo, la quale ci fa risalire fino alla retorica antica, ed è seguita da tre capitoli che, dialogando con quelli precedenti, affrontano per contrasto il testo parlato, quello mediato dal computer e quello letterario.
12,00

Lingue oscure. L'arte dei furfanti e dei poeti

Daniel Heller-Roazen

Libro: Copertina morbida

editore: Quodlibet

anno edizione: 2019

pagine: 237

Sembra incontestabile che il linguaggio serva a comunicare, ma la parola può assolvere anche un'altra funzione: quando è necessario, essa confonde e occulta. Lo sanno gli adulti e i bambini, i filologi e i banditi: tra le facoltà implicite del linguaggio, c'è quella di smontare e ricostruire una lingua per farne un idioma nuovo, sconosciuto, accessibile soltanto a pochi. È dal Quattrocento, in Europa, che si attestano le prime lingue intenzionalmente segrete. Sviluppate da malviventi e briganti, queste si diffusero in tutti i volgari moderni: dal gergo dei banditi francesi al thieves' cant dell'Inghilterra rinascimentale, dal dialetto dei ladri denunciato da Martin Lutero ai furbeschi degli imbroglioni italiani, portoghesi, spagnoli. Ma l'arte di forgiare parole impenetrabili risale molto più indietro nel tempo, e non è sempre stata legata a tali equivoche finalità. In India, nell'antica Grecia e a Roma, in Provenza e in Scandinavia, cantori e scribi si sono appropriati delle lingue intorno a loro e le hanno alterate, non per ingannare, bensì per rivelare e tramandare un'entità sacra: l'idioma degli dèi, del quale i veri maestri - così si diceva - erano i poeti e i sacerdoti. "Lingue oscure" si destreggia tra questi multiformi linguaggi ermetici. Dall'argot criminale al gergo degli spiriti, dal lavoro di Saussure e Jakobson sugli anagrammi e le strutture subliminali nella poesia, fino al codice segreto che il dadaista Tristan Tzara pretendeva di aver scoperto nelle opere di Villon, "Lingue oscure" esplora le arti condivise da furfanti ed enigmisti che seppero giocare a scacchi col suono e col senso delle parole.
20,00

Il valore delle parole

Tullio De Mauro

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Enciclopedia Italiana

anno edizione: 2019

pagine: 202

Le parole hanno una forma e una struttura, occupano uno spazio linguistico e culturale e rivestono un ruolo sociale. Ma le parole hanno anche e soprattutto un valore, indagabile dagli strumenti della semantica, che Tullio De Mauro ha contribuito a rendere una vera e propria scienza del linguaggio. Queste pagine offrono al lettore una riflessione di ampio respiro sullo stato dell'arte di una disciplina che dal rigore dell'analisi linguistica allarga il proprio sguardo alla filosofia e alla logica, fino alle più recenti contaminazioni della biologia e dell'intelligenza artificiale. Introdotto dal saggio di Stefano Gensini, "Il valore delle parole" rappresenta la sintesi del pensiero di uno dei più importanti intellettuali italiani, che ha saputo leggere attraverso il linguaggio il movimento e il pensiero di un'intera comunità.
10,00
90,00

La lingua che visse due volte. Fascino e avventure dell'ebraico

Anna Linda Callow

Libro: Copertina rigida

anno edizione: 2019

pagine: 214

Nella Bibbia il Dio della Genesi crea la luce e ordina il cosmo parlando ebraico, e all'ebraico ricorre Adamo per dare un nome a tutti gli esseri viventi. L'ebraico è il più antico idioma al mondo a essere utilizzato in maniera pressoché identica da millenni, e attraverso liturgie e traduzioni è penetrato in molti lessici europei, italiano compreso: oggi è la lingua ufficiale di uno stato (Israele) e quella di una religione. Ma la sua vicenda è stata tutt'altro che lineare: per molti secoli è rimasta sostanzialmente una lingua morta, coltivata da rabbini e intellettuali ma soppiantata nei contesti profani dalle innumerevoli parlate della diaspora ebraica, dallo yiddish al ladino. Solo complesse circostanze storiche, identitarie e politiche l'hanno riportata in vita, facendone un organismo vivo e fecondo. Anna Linda Callow racconta questa avventurosa epopea con la conoscenza della studiosa e il gusto dell'esploratrice: ci inizia alla lettura di un alfabeto affascinante e misterioso, ci fa scoprire vicende epiche come quella di Eliezer Ben Yehuda, che compilò un monumentale dizionario e allevò il primo bambino ebraicofono dalla nascita dopo secoli, ci conduce per mano attraverso splendide pagine di letteratura, e ci fa viaggiare nel tempo e nello spazio immergendoci in una cultura in cui tutti noi affondiamo le radici.
16,00

Breve storia della linguistica

Giorgio Graffi

Libro: Copertina morbida

editore: Carocci

anno edizione: 2019

pagine: 265

La riflessione sul linguaggio risale alla Grecia antica, e da quell'epoca si è sviluppata costantemente, affiancando scopi pratici, come la composizione di grammatiche da utilizzare nelle scuole, a questioni teoriche, come il rapporto tra il linguaggio e la realtà o l'origine del linguaggio. Il volume, rivolto a tutti coloro che sono interessati a sapere quali sono i principali problemi della linguistica, offre un'introduzione a questo campo di studi mediante un sintetico panorama dei circa venticinque secoli della sua storia.
18,00

English grammar for advanced learners. Items of contrastive analysis

Anna Maria Vanni, Igea Bonazzi Nalbone

Libro: Copertina morbida

editore: LEIMA Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 159

"Le autrici di questo testo hanno mirato a illuminare lo studente perplesso presentandogli in maniera sistematica un'analisi contrastiva delle principali strutture inglesi, tendenti solitamente a confondere lo studente italiano. Il confronto tra I relativi modelli prevale sulla definizione e sulla spiegazione nozionale, fornendo così una base intuitiva, indubbiamente efficace, alla comprensione della logica interna specialmente della sintassi inglese. Si può essere certi che docenti e studenti - dei corsi superiori di lingua in istituti specializzati (interpreti e traduttori) o nelle università - troveranno in questo sussidio diligente un valido aiuto didattico." (Renzo Titone)
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.